addio-usaLo sapevo già da quando questo lavoro mi era stato offerto che sarebbe stato a tempo determinato.

Determinatissimo.

Il contratto sarebbe scaduto, insieme al visto, il 31 agosto 2018.

Poi per vicissitudini, anche positive, l’ho fatto terminare ancora prima: 31 agosto 2017.

Lo sapevo, ero preparata, o sarei dovuto esserlo.

Nonostante tutto, nonostante il quarto trasloco in sette anni, non si e’ mai preparati.

Né fuori né dentro.

Si collezionano oggetti,  profumi, quotidianità, case, valigie, libri, tantissimi libri, supermercati preferiti e persone.

Dal cassiere della mensa al compagno di ufficio, dall’amica con cui prendere un caffè la domenica all’estetista, dai vicini di casa alle persone che ogni giorno si incontrano nella via per il lavoro.

A volte li maledici, come quei parenti non scelti che ti chiedono perché ancora non ti sei sposata.

A volte ti sono simpatici e gli vuoi bene e a volte diventano familiari, come la minestra della mamma quando sei malata.

Ci vogliono mesi per ambientarsi, mesi e mesi per chiamare quel monolocale ‘’casa’’, mesi e mesi e mesi per entrare nelle vite degli altri, per capire cosa uno sguardo voglia dire.

Ma sai che finirà, che ad un certo punto comprerai quel biglietto di solo andata, che saluterai con un abbraccio delle persone che hanno fatto parte, nel bene e nel male, della tua vita per qualche anno.

E mentre ti guardi le scarpe per non farti vedere emozionata, ti ricordi che i cambiamenti sono belli, che una nuova avventura sta per cominciare, che ci saranno tanti altri nuovi amici da abbracciare e che la fatica di capire gli altri, di capire cosa dicono gli occhi, di mettersi nei panni di una persona con un vissuto completamente diverso dal proprio e’ sempre ripagata.

Da tutte le ore insieme, da tutta la condivisione, da tutto quello che siamo cambiati, grazie e nonostante, queste conoscenze, da quegli abbracci che finiscono con un ‘’Ci rivedremo’’ e che in cuor tuo sai già che saranno di addio.

cambiamenti-addio

4 commenti
  1. ele
    ele dice:

    Dopo tutte queste esperienze vedrai che farai sempre meno fatica a capire gli altri … ai primi sguardi conoscerai già la loro anima! Da Umbra a Umbra ti abbraccio forte. Ogni cambiamento è arricchimento!

    Rispondi
    • Agnese
      Agnese dice:

      Sono contenta che ti sia piaciuto e che sia stato espressivo. Mi e’ venuto spontaneo e sono contenta che sia stato descrittivo! 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi