amiche al mare

Amiche per sempre

Friendship never ends“, cantavano le Spice Girls negli anni ’90; quelle cinque ragazze così diverse tra loro ma così unite sono state il mio modello di amicizia. Le amiche per sempre.

Peccato che, dopo qualche anno, quell’icona del pop si sciolse.

E allora mi chiesi: “ma davvero l’amicizia non ha mai fine?”

Mi guardo in una fotografia in mezzo ad un gruppo di amiche: tutte belle e sorridenti, giovani, piene di sogni e speranze, amiche da una vita

Nella mente, poi, si fanno spazio una collezione di ricordi e momenti indelebili e, nel cuore, rimbombano, ad ogni pulsazione, frasi come “ci sarò per sempre” o “saremo amiche per l’eternità”.

Quante amiche passano per la vita, alcune per tanto tempo, altre solo per una sera e ogni volta ho pensato: “questa è la mia amica per sempre”.

Quell’amica che, alla scuola materna, ti rubava la merendina ma poi la divideva con te.

Quell’amica che con cui sei rimasta sveglia tutta la notte, a fare gli scherzi telefonici.

Quell’amica che era accanto a te, quando il tuo ragazzo ti ha lasciato e tu pensavi che non ci sarebbe mai più stato nessun’altro capace di amarti.

Quell’amica che ha passato talmente tanto tempo a casa tua che tua madre la considerava come una figlia.

Quell’amica che ha condiviso con te quella sbronza così forte che tu non ricordi, ma che te l’ha raccontata talmente tante volte che è come se l’avessi vissuta da sobria.

Quell’amica che è rimasta al tuo fianco anche quando tutti ti davano torto.

Quell’amica che ti ha sostenuto, che si è riempita di orgoglio per i tuoi risultati.

Quell’amica che ti ha fatto ridere a crepapelle, fino a farti piangere e che se ci ripensi ancora ridi.

Quel genere di amica che vorresti tutt’ora.

Dai per  scontato  quanto sia facile stringere amicizia e avere delle amiche finché non emigri e tutto si riduce a  tre categorie:

1) quelle che perdi per strada

2) quelle con cui riesci a mantenere un rapporto a distanza

3) quelle nuove

Dicono che le distanze rendono complicati i rapporti e come dar torto: un amicizia è una collezione di momenti, una condivisone di attimi.

Prima di partire per l’estero sarai riempita di frasi come “ti vengo a trovare”, “appena ti sistemi, sono a casa tua”, “aspettami”, poi passano i mesi e tutte queste promesse si frantumano come pezzi di vetro.

E tu ci rimarrai male: verrai colto da un impulso di delusione, rabbia, tristezza e reagirai senza pensare, litigando e allontanando quelle persone che ti hanno ferito. Ti ripeterai nella tua testa “Tanto sono qua sola, non ho bisogno di nessuno”.

Passata la tempesta, quando rifletterai più a fondo, capirai che nella tua vita vuoi quell’amica che, nonostante tutto ti vuole bene.

Prenderai coscienza che state vivendo due realtà diverse e devi pensare che, anche lei, si sente abbandonata da te, che hai deciso di andartene.

Le amicizie che resteranno saranno poche e selettive, con loro potrai raccontare quello che ti succede all’estero, le avventure e difficoltà; tu sarai diversa e spesso non verrai compresa ma capirai anche che quel forte affetto che nutrite nei vostri confronti è importante da preservare.

E poi ci saranno le nuove amicizie, si stringeranno rapporti con altri expat, di lingue e origini diverse dai tuoi.

Non sarà facile, soprattutto coi locali: pensa tu stesso, nella tua città, con quante persone expat hai stretto amicizia prima di emigrare? Quanti ne hai inserito nel tuo gruppo di amici (“da sempre”)? Mai o rarissime volte.

amiche

Avrai difficoltà quando non riuscirai ad esprimerti al 100% nella nuova lingua, si potrebbero creare dei blocchi e potrebbe venire fuori quel tuo lato timido.

Potrà capitare anche che sarai costretta a rinunciare ad una cena o ad un’uscita perché quel mese le tue risorse economiche sono contate per pagare l’affitto, perdendo così occasione di allargare la tua cerchia di conoscenze.

Ci sono infiniti fattori che rendono complicate la creazione di nuove relazioni.

Un consiglio è iscriversi a corsi di lingue: per poter condividere, con altre persone, lo stesso disagio del non parlar bene perché ti rapporterai con gente del tuo stesso livello linguistico; oppure corsi in palestra, corsi di cucina, corsi di musica o qualsiasi altra attività di tuo gradimento. Si avranno più occasioni di conoscere qualcuno con interessi  comuni ai nostri.

Cerca di uscire se ti invitano anche se conosci solo colei/colui che ti ha invitato, non si sa mai cosa può succedere e,se non ti trovi bene, puoi sempre tornare a casa con la scusa: “domani lavoro”.

Ricordati che hai iniziato una nuova avventura anche per metterti in gioco e partire da zero, cerca di fare quello che ti rende felice.

Una volta rotto il muro delle difficoltà, le amiche expat ti comprenderanno, capiranno i tuoi sentimenti condividendo le stesse emozioni e le stesse  difficoltà nel creare nuove amicizie, tanto che nascerà subito un legame particolare.

E, alla fine, ti accorgerai che tutte quelle amiche che sono passate e che passeranno per la tua vita saranno per sempre.

Per sempre nei ricordi, per sempre con te, ad ascoltarti a distanza, per sempre ora nei momenti importanti della tua nuova vita e sempre ci sarà, al tuo fianco, una buona amica.

Perché le Spice Girls avevano ragione: “Friendship never ends“.

spice-girls
4 commenti
  1. Marisamo
    Marisamo dice:

    Leggendo ho provato tanta malinconia, per quelle risate, quel condividere tutto.. è proprio così e ci siamo passate tutte!

    Rispondi
    • Fabiola
      Fabiola dice:

      Cara Marisamo,
      Grazie del tuo commento.

      E’ vero si prova un po’ di malinconia, ma sono sempre ricordi che fanno sorridere. 🙂

      Un abbraccio

      Fabiola – Mallorca

      Rispondi
  2. annalisa
    annalisa dice:

    Crescendo ho capito che si cambia. In ogni momento della nostra vita siamo diverse da quello precedente e da quello seguente. Ed ogni fase ci avvicina a persone nuove che in quella fase specifica sono migliori amiche per quella specifica forma del nostro essere. Ho capito che le mie amiche del passato sono state tutte sincere e io lo sono stata con loro. Poi si cambia. Certo emigrare è un cambiamento drastico e per quanto voglia mantenere quei rapporti, ne hai un bisogno disperato, nn vieni più concepita nella stessa maniera. Probabilmente perché la tua vita, e quindi te, è troppo diversa dalla loro. So o qui da quasi 4 anni nessuna delle amiche del cuore è venuta e se nn chiamo io nn si fanno sentire.
    Ma fa parte del gioco, va bene cosi

    Rispondi
    • Fabiola
      Fabiola dice:

      Cara Annalisa,
      Grazie delle belle parole: è confortante sapere che non sono la unica a passare per queste situazioni.

      Sono completamente d’accordo con te.
      Ho deciso di accettare tutte queste dinamiche e accantonarle in un angolo di cuore, per sempre.

      Un caro abbraccio

      Fabiola – Mallorca

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi