federica-byron-bay

Nata a Roma all’incirca 3 decenni fa, sono arrivata in Australia con un visto studenti per la prima volta dopo essermi laureata in Psicologia del lavoro nel 2009. Ero partita con l’idea di farmi un’esperienza da sola per qualche mese per riordinare le idee su cio’ che volevo dalla mia vita e tornare in Italia piu’ carica, motivata e con una conoscenza più approfondita dell’Inglese. La scelta della meta e’ stata dettata dal bisogno di una rottura completa con lo stile di vita che avevo nella mia città natale, Roma, e cosi’ dopo varie ricerche ho puntato il dito su quella che mi sembrava la perfetta soluzione: una piccola cittadina sull’oceano famosa per il surf, lo yoga, le spiagge e lo stile di vita rilassato dove ci si sposta tranquillamente in bicicletta e la vita e’ strettamente in sintonia con i ritmi della natura: Byron Bay.

E cosi’ ho passato 5 mesi meravigliosi con persone di ogni parte del mondo e ho ricaricato appieno le batterie. Ero convinta di essere pronta, dopo questo periodo di detox per buttarmi a capofitto nel lavoro e negli impegni vari della vita quotidiana italiana. Ma non e’ stato esattamente cosi’.  Fortunatamente una serie di circostanze mi hanno portato a cambiare rotta. Un lavoro 9-18 in Italia che mi stava stretto, l’incontro con il mio attuale ragazzo anche lui stufo del suo lavoro e della situazione italiana, una caviglia rotta che mi ha tenuto a letto per circa due mesi, vari discorsi animati di fronte a una birra e la nostalgia per la libertà che avevo assaporato nei mesi passati a Byron Bay mi hanno convinto a fare di nuovo i bagagli e partire zaino in spalla e fidanzato alla mano alla volta della terra dei canguri.

E cosi’ e’ iniziata la nostra avventura che ci ha visto viaggiare grazie ad un visto vacanza lavoro con un pulmino per diversi mesi su e giù per l’Australia, ci ha portato a vivere una delle più suggestive esperienze in una cattle station nell’outback e infine ci ha visto approdare nel punto in cui tutto era partito: la meravigliosa Byron Bay. Grazie all’offerta di un lavoro full time ricevuta dal mio ragazzo abbiamo potuto richiedere in Visto permanente e ora tra gioie, incertezze, nostalgie, risate, accompagnati dall’odore dell’oceano e cullati dalla forza di questa natura subtropicale viviamo qua la nostra quotidianità.

Gli articoli scritti da Federica

immigrata-italiana

Emigrata 100% made in Italy

Non sono mai stata troppo attaccata all’Italia e alle sue abitudini. Non sono mai stata una di quelle persone che la prima cosa che fa appena arrivata in Italia è sospirare di sollievo davanti alla vista di un caffè “fatto all’italiana”. All’estero non ricerco per forza la compagnia di italiani per sentirmi più a casa […]

Condividi con chi vuoi