bali-indonesia-perche

Bali, Indonesia: perché’ ?
Questo è il mio primo articolo per DCEE e voglio cominciare dall’inizio .
Non ho lasciato il mio paese per un’offerta di lavoro irrinunciabile o per raggiungere qualcuno a me caro .
La scelta di cambiare radicalmente vita, è stata causata da varie vicende che si sono intrecciate al momento giusto , amalgamate da una buona dose di pura follia.
Erano anni, che amici e parenti sentivano sempre più spesso la frase “lascio tutto e Vado via”.
Un giorno ho preso il globo tra le mani in cerca del mio nuovo paese ospitante.
Se L’Africa mi attirava tanto per i suoi infiniti paesaggi, le emozioni che mi aveva sempre fatto provare ogni volta che ci avevo messo piede, l’Asia rimaneva comunque la mia preferita per i suoi contrasti, quel mix di vecchio e nuovo, la sua cultura millenaria, la gentilezza e il sorriso pacato della sua gente.
Da sempre ho una grande passione per isole, mare, sole , vulcani, antiche religioni e cultura , era praticamente impossibile , non innamorarmi del più grande arcipelago del mondo.  L’Indonesia, tanto Asia ma già Oceania.
Così varia e vasta che non finisci mai di visitarla, così stuzzicante per un viaggiatore incallito e curioso come me .
Poi c’era Lei: Bali.
Un’isola che racchiude un mondo, unica, rara, preziosa, bella e magica e allo stesso tempo confusionaria e imperfetta, così diversa dallo stereotipo dell’isola tropicale cui si è abituati .
In realtà di posti belli nel mondo ne avevo visti tanti, in molti mi sono sentita bene e avrei desiderato viverci.
Quando parlo del mio espatrio , tutti mi chiedono la stessa cosa: “Indonesia, Bali perché’ ?
A questa domanda non so’ ancora dare una risposta precisa.
Bali mi ha sempre dato qualcosa in più .
Ogni volta che ci ritornavo, era come se non fossi mai andata via e 4 anni fa’ in un diario di viaggio, scrissi ’’ un giorno la mia casa sarà qui e nel mio giardino ci saranno tanti alberi di frangipani”.
Era una frase scritta d’impulso, ripensando al bellissimo viaggio che avevo appena fatto in quei luoghi.
Ora è realtà.
Anche se sono sempre più convinta che sia quest’isola ad aver scelto me, un posto magico dove tutto ha un senso e un equilibrio, dove l’energia si mescola alla magia.

3 commenti
  1. Vittoria
    Vittoria dice:

    Avrei voluto continuare a leggerti per ore, Cinzia. Forse perché anche su di me Bali ha sempre esercitato lo stesso fascino magnetico di cui parli, forse perché solo in Indonesia ho trovato la serenità e l’appagamento che ho sempre cercato nei miei viaggi, forse perché anch’io, sempre più spesso, mi dico “prima o poi lascio tutto e vado là”.
    Continua a scrivere, Cinzia! Vorrei sapere tutto della tua scelta e di quello che provi ora, che il passo l’hai fatto. Spero a presto!

    Rispondi
    • Cinzia
      Cinzia dice:

      Grazie Vittoria
      Se questo e’ il tuo destino , arrivera’ il giorno che sarai pronta a lasciare tutto .
      Allora avrai il mondo a tua disposizione
      ci sentiamo presto
      un abbraccio Cinzia

      Rispondi
  2. SusIndia
    SusIndia dice:

    Ah ecco, un po’ come per me l’India, anche se io ho visto meno mondo di te, in Asia, solo India, un paio di nazioni in diversi continenti e spesso la frase, ahhhhh quanto vorrei vivere qui, ma poi non lo pensavo mai veramente. E poi un giorno arrivò Madre India e mi scelse…
    Vorrei visitare Bali, ci penso sempre, nel caso, so a chi fare riferimento!
    In bocca al lupo!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi