frangipane-bali-karma

2017

Oriental Karma

Mi sei piaciuto da subito, 2017.

Dal primo raggio di sole, ho capito che non saresti stato come gli altri che ti avevano preceduto: avevi una luce diversa che sapeva di cose belle.

Ho atteso quattro anni che gli eventi prendessero una direzione migliore, che finisse quella lunga scia di negativo che mi aveva avvolta.

Non voglio lamentarmi perché le fasi della vita sono così per gran parte delle persone: si passa da momenti belli ad altri difficili che ci mettono alla prova.

Basta essere in grado di superarle quelle prove ma, soprattutto, di riuscire a farne un’opportunità per crescere, imparare ed evolverci.

* Il male fisico pensi sempre che non debba capitare a te.

Invece fa parte della vita e nessuno ne è immune. Ti fa capire che sei un essere umano, fragile, immobile e disarmato.

Ci sono due strade per questa situazione: accoglierla e fartene una ragione combattendo, oppure esserne vittima e subirla.

Aver voglia di cambiare modo di vivere ed espatriare in un altro paese, di chiudere un libro e riscriverne uno dall’inizio.

Quest’idea che sembra portare tantissime cose belle in realtà è tutt’altro che facile.

Se sei già sotto stress e con mille problemi, all’inizio ne porterà solo altri, insieme a tanta instabilità e insicurezza.

Non c’è storia più vera: quando non stai bene con te stesso, tutti quelli che ti circondano ti danno noia.

Più vicini ti sono, più li subisci.

Questo stato porta a un’ulteriore instabilità che va a colpire i sentimenti e può arrivare a limare anche rapporti consolidati.

Orgogliosamente, queste prove le ho superate tutte, una a una, con testardaggine e senza mai abbandonare il campo da gioco.

Ammetto che non è stato semplice riuscire ad affrontare questi anni difficili. Ho dovuto lavorare molto su me stessa, guardandomi dentro senza inganni e cercando di capire quello che dovevo fare per migliorare il presente, ripetendomi chi ero veramente e cosa volevo, imparando dagli sbagli, perché se è vero che è impossibile cambiare il passato, se ne deve fare comunque tesoro.

Non sono Buddista ma ho iniziato a seguire il principio del Karma.

Secondo questa disciplina, tutto ciò che ci accade è determinato soprattutto da noi stessi e dalle nostre azioni: si chiama legge di causa ed effetto.

Pensieri, parole e azioni positive creano effetti benevoli e portano felicità, mentre azioni negative conducono all’infelicità.

Ti ho voluto bene da subito, caro 2017, e ti dico addio sorridendo in attesa del nuovo anno che verrà.

Adesso sono in compagnia di una “me “che ho imparato a conoscere bene e che è molto più consapevole e felice.

oriental-karma

5 commenti
  1. Fabiola
    Fabiola dice:

    Bellissimo articolo Cinzia.
    Sono della stessa opinione e credo che, una volta che smuovi le “energie positive”, poi non ti abbandonano piú.

    Un caro abbraccio e ti auguro che, ora che sei riuscita a lavorare sulla tua persona, possa goderti al meglio ogni giorno di questo 2018!

    Fabiola – Mallorca

    Rispondi
    • brusen
      brusen dice:

      Grazie Fabiola
      io e te siamo viaggiatrici , questo aiuta ad aprire la mente e il cuore
      a vedere il mondo sempre sotto la luce migliore
      Buon 2018 …. ci vedremo prima o poi , da qualche parte nel mondo

      Rispondi
  2. elena
    elena dice:

    Well my dear Cinzia,
    queste parole vengono da una donna forte, tenera e piena di voglia di vivere la vita.
    Mi hai regalato un sorriso e tanta serenita!
    Buon tutto! Elena- Norwich.

    Rispondi
  3. Lina
    Lina dice:

    Ciao Cinzia, bellissime riflessioni che condivido. hai mai sentito parlare di Ratu Bagus e del suo Ashram ( centro di meditazione) dove si pratica lo Shaking (bioenergetica)?
    Ho scoperto questo blog un paio d’ore fa, molto interessante, grazie di cuore.
    Un caro saluto Lina

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi