isola-degli-dei

Bali, isola degli Dei: quanto costa vivere qui da expat? 

Un flusso Turistico di dodici mesi l’anno, con visitatori provenienti da ogni parte del globo e la possibilità di vacanza per tutte le tasche, fa di Bali una delle isole più turistiche del mondo, la regina indiscussa dell’Indonesia.

Arrivando dall’Europa o da altri paesi  sembra tutto così economico, ma veramente è così ?

Bali è un’isola dalla doppia personalità, dove un’apparenza molto occidentale convive con un cuore ancora tutto indonesiano.

Le due Bali hanno anche costi molto diversi. Qualsiasi delle due si decida di seguire, solo per il fatto di essere occidentali saremo comunque penalizzati a pagare sempre tutto di più. 

Iniziamo!

 

La valuta a Bali

La moneta corrente in Indonesia è la Rupia indonesiana, con tagli di 100.000 – 50.000 – 20.000 -10.000 -5.000 -2.000 – 1.000 . Sempre molto oscillante, il cambio del momento (fine ottobre 2017)  è 1€ = 15.750 idr.

Questo vuol dire che, ogni volta che si entra in un ufficio di cambio, se ne esce con un mazzetto voluminoso di banconote.

Il lavoro e la sanità in Indonesia

Lavorare in Indonesia non è facile: fare il cameriere, il barista, la commessa o mestieri simili non è permesso, perché sono tutti lavori che possono essere svolti dalla gente locale.

Occorrono qualifiche alte e gli stipendi sono comunque più bassi rispetto ad altri paesi.

Il kitas annuale (permesso di soggiorno) costa da 700 a 1.200 € e richiede lunghe e complicate pratiche.

L’assicurazione sanitaria con buona copertura è costosa, circa 700 € l’anno.

La sanità è una nota dolente: anche se, a Bali, hanno aperto di recente nuove strutture più qualificate, rimane sempre sotto gli standard occidentali.

La popolazione locale preferisce curarsi con metodi naturali o rivolgendosi a sciamani e guaritori.

Le farmacie sono numerose e si trovano ovunque, le medicine o l’equivalente locale costano meno che in Italia.

Abitare a Bali

abitazione-bali

Parliamo di affitto di una casa con servizi occidentali, in zona turistica, completamente fornita di elettrodomestici e arredi.

Gli affitti si pagano in anticipo saldando l’intero importo per gli anni di contratto, più sono e più il prezzo annuale si abbassa.

E’ uso abbastanza comune affittare una casa per 20-25 anni, il tutto è fatto con un contratto notarile.

Se dopo qualche tempo si decide di cambiare casa, è possibile rivendere i restanti anni di affitto.  

Kost (soluzioni economiche) 1 camera con bagno: 200 €  al mese

Casa indipendente con 1-2 camere e giardino: 400-500 €  al mese

Villa 2-3 camere con giardino e piscina: 800 -1.000 € al mese

Villa di lusso da 1.500 € al mese

Per quanto riguarda l’affitto di una casa in zone non turistiche e con servizi indonesiani: da 100 € al mese.

Utenze e servizi

Le spese mensili che seguono sono calcolate sulla base di una casa indipendente di 70mq + giardino, 2 persone.

Luce: 20-25 €. In Indonesia si lamentano che la luce è carissima, a me non sembra, considerando che ogni casa ha uno o più condizionatori, pale o ventilatori, in uso almeno qualche ora al giorno.

Acqua: 6-7 €

Gas: 4 €. Non esiste il gas come nelle nostre città, per cucinare (e spesso anche per l’acqua calda), si usano le bombole che si vendono di varie dimensioni.  In questo caso una bombola di 15 kg ha una durata media di 3 mesi.

Spazzatura: 30 € l’anno. Non è obbligatorio pagarla, anche se io pagherei anche il doppio per avere un’isola più pulita. Purtroppo in questa parte di mondo la spazzatura è un grosso problema.

Abbonamenti Wi-Fi fibra: 35 €, inclusa linea telefonica fissa e tv. Ovunque si trova wi -fi gratuito e con discreta connessione.

Quasi tutti gli expat hanno la domestica e il giardiniere. Il costo medio di una donna di servizio per qualche ora al giorno è di circa 100 € mensili, questo importo è variabile secondo le ore di lavoro.

 

Fare la spesa

piatto-tipico-balinese

I mercati locali, chiamati Pasar, sono le soluzioni più economiche dove fare la spesa ma occorre conoscere i prezzi o un occidentale rischia di pagare la merce anche il doppio.

Frutta, verdura, pesce, uova e carne sono sempre freschi di giornata; per comprare la merce migliore nei pasar occorre andare al mattino molto presto (5.30- 6.30).

Supermercati di vario genere si trovano ovunque. Ci sono quelli con merce quasi tutta indonesiana come indomaret, coco, circle k, hardy’s, grandi catene internazionali come il Carrefour, e altri dove è venduta una prevalenza di merce d’importazione come Popular, Pepito, Papaya – questi ultimi sono tutti abbastanza cari

Io compro la frutta in un negozietto in zona non turistica. A vederlo è un vero disastro, tutto disordinato e sporco, ma la merce è buona e freschissima.

La mia borsa della spesa settimanale, in merito a frutta, sta nella media  di 4-5€ e comprende: cocomero, papaia, mango, dragon fruit, casco di banane e altra frutta secondo la stagione.

frutta-mercato-bali

La verdura la compro al mercato biologico del contadino che si tiene ogni domenica vicino al lungomare. Spendo circa 6€ e riesco a farmela bastare per quasi tutta la settimana. Compro: melanzane, pomodori, insalata, broccoli, fagiolini, limoni, patate, cipolle, cetrioli, zucca.

Il riso è l’alimento principale, si trova di vari tipi, in confezioni da 1 kg fino al sacco da 25. I prezzi sono: 1 kg 0,70 € – 25 kg 16 € – 1 kg di riso Bio o Rosso 1,50- 2.00 €.

Altri costi:

Pollo: intero al mercato 2€  – arrosto 5€

Pesce: calamari 1 kg 5 €,  trancio di tonno 1 kg 5 €,  gamberi 7€

Latte: 1 litro 1.30€ – di soia o di mandorle biologico 2.00 – 3.00 €

Pane: se ne trova fresco di ogni tipo, il costo varia da 0.80 € a 2,00 – senza glutine 2.50 – 3.80

Farina di riso: 1 kg 0,50 €

La merce d’importazione

E il cibo occidentale? Ecco qualche dato:

1 pacco di pasta Barilla da 500 gr € 2.20 circa

1 barattolo di pelati Cirio € 1.70

Burro francese o neozelandese 250gr  3€

Carne importata dalla Nuova Zelanda o Australia, Tenderloin di circa 200 gr  6 -7 €  

Gelato 1 scoop in una gelateria artigianale italiana 1,50 – 2,00 €

 

Mangiare fuori

A Bali ci sono veramente tanti posti dove mangiare, di tutte le cucine, per tutte le tasche, dal super economico banchetto di strada, al ristorante super lusso con tanto di chef stellato.

bali-street-food

Questo che vedete sopra è lo street food dei banchetti mobili che vendono il Bakso, zuppa con spaghettini di riso che a volte sono colorati di celeste! La zuppa e’ accompagnata da polpettine di pollo o manzo e verdure. Oppure ci sono i satay, spiedini di pollo, mangiato per strada 0.50-0.70 €.

Nasi Campur è uno dei miei piatti preferiti: riso con verdure pollo tofu e tempeh + acqua in un warung. In zona turistica costa 3 €.  

cono-riso-balinese

Per i ristoranti, bar e pizzerie, invece:

Ristorantino sulla spiaggia , un piatto indonesiano + acqua 5 €

Pizzeria italiana : pizza margherita +1 birra circa 7 €

Colazione in stile italiano 1 espresso + 1 cornetto circa 3 €  

E via così… Fino ad arrivare a spendere oltre i 200 € a persona, per un’indimenticabile cena romantica.

E per bere qualcosa in compagnia?

Se si esclude la birra, tutti gli altri alcolici costano tanto.

succo-frutta

Cocktail: da 7€

Birra: 2 €

Bicchiere di vino locale: 5€, passabile se bevuto ghiacciato, il prezzo sale se il vino è d’importazione.

Economici e buonissimi i succhi di frutta fresca, i centrifugati energetici e disintossicanti e il succo di cocco giovane (kelapa ) a 1.50 €.

Scuola e istruzione

bambine-scuola

A Bali esistono scuole indonesiane private, scuole indonesiane pubbliche e scuole internazionali: tedesca, australiana, francese.

Scuola indonesiana privata

Costo iscrizione per 6 anni circa 400.00 € + circa 13€ al mese + libri e materiale 25€ .

La lingua insegnata è il bahasa Indonesia ma si studia anche l’inglese in maniera seria e Aksara Bali che, discendendo dal sanscrito, non è facile. La geografia è spesso limitata allo studio del paese che, comunque, ha storia cultura e clima profondamente vario; in maniera marginale sono toccati anche Asia e Mondo.

Anche la storia internazionale andrebbe approfondita.

Tutto sommato alla fine del corso i bimbi parlano correttamente 2 lingue + il balinese, hanno una buona preparazione generale.

Scuole Medie pubbliche indonesiane   

85 € di iscrizione annuale che comprende libri, divise scolastiche, zaino, scarpe; i libri alla fine dell’anno devono essere restituiti.

Scuole Private  internazionali

Sono molto costose: si parte da un minimo di 4.000 € l’anno e ci sono insegnati occidentali qualificati.

 

Come ci si sposta in indonesia  

bus-sarbagita

Un arcipelago immenso di oltre 17.750 isole, alcune super popolate, altre quasi deserte. I mezzi sono via mare e cielo; la ferrovia esiste solo a Giava, sulle varie isole ci si sposta via terra per lo più su due ruote.

A Bali il traffico è a volte pazzesco, ma nulla in confronto alle grandi città tipo Jakarta, Medan, Surabaya.

A Bali, il bus pubblico Sarbagita copre alcune aree dell’isola. Che significa questo nome?

SAR =Sanur  BA=Badung  Gi = Gianyar  TA = tabanan. Passa ogni 30 minuti fino al tramonto e costa 0,30 €.

Le compagnie dei voli interni sono tante e da tutti i prezzi.

Spesso fanno diversi scali.  Capita, per esempio, che un volo da Bali per Lombok  (30 minuti di volo) passi via Jakarta o Surabaya facendo lievitare il tempo del volo da 30 minuti a 7 ore!

La compagnia low cost Air Asia copre diverse destinazioni nazionali e internazionali, a prezzi accettabili e con voli diretti.  

Se volete acquistare uno scooter, modello vario, considerate circa 1.000 €;  se a noleggio circa 3-5 € al giorno.

Benzina: 0.50 € al litro  gasolio 0,30 € al litro.

scooter-balinese

Divertimento!

Nulla di più facile, ma dipende dove vivi.

Cinema, bar e locali di ogni genere dove tirare tardi si trovano soprattutto nella zona di Kuta, Legian, e nelle più modaiole Seminyak e Canggu.

Sagre, feste, mercatini e organizzazioni di sport, yoga, cibo naturale, ecc. vengono fatte un po’ ovunque durante il corso dell’anno.

Zone come Ubud e Sanur, abbastanza movimentate di giorno, dalle 22.30 chiudono i battenti.

Le isole fuori rotta, quelle da cartolina con mare bellissimo e spiagge bianche, non hanno nessuna vita notturna.

 

Bellezza balinese

frangipane

Spa e centri estetici se ne trovano ovunque e  si va dalla struttura semplice fino alla Spa di lusso.

Un massaggio di 1 ora in una struttura semplice: 4.50€  –  Stessa cifra per la manicure o pedicure.

Colore e piega gestione locale: 12 – 20 €

Rituale balinese con massaggio olio e bagno nei petali di fiori in una bella Spa: 20 €

Colore e piega da un parrucchiere alla moda gestione occidentale circa: 50 -60 €

Bali è famosa per i suoi olii ed essenze profumate; alcune strutture sono così uniche, in contesti da sogno che, almeno una volta nella vita, varrebbe la pena provarle.

spa-aroma

Moda e accessori

Dalla piccola sartina con bottega affacciata sulla strada, che vi confezionerà l’abito su misura per meno di 10€, al negozio della catena franchising in voga del momento, alle grandi marche, anche in questo caso saranno il vostro gusto e il vostro budget a decidere.

In questa estate perenne, io prediligo uno stile informale, con tessuti leggeri in cotone o lino. Difficilmente anche la sera mi vesto elegante, i tacchi sono stati quasi aboliti e sostituiti da pratici sandaletti.

Immancabile nel guardaroba di ogni donna che vive a Bali il bellissimo abito tradizionale, formato da una camicetta di pizzo chiamata kebaya, una gonna a tubo sarong, da una fusciacca colorata in Crêpe chiamata selendan.

Un abito tradizionale completo costa 40€ se comprato in un negozio specializzato, ma nei mercati si trova a meno della metà.

abito-tradizione-bali

 

Concludendo

Qualche informazione per trasferirsi in Indonesia la trovate qui:

. sul forum expat blog indonesia, sulla pagina Fb Donne che Emigrano all’Estero – Chat Room

. sulla pagina Fb italiani in indonesia e famiglie  

. sul mio sito Indonesia con Bru o pagina Fb Indonesia con Bru

Una volta era sempre molto attivo e aggiornato il gruppo fb italiani a Bali ma da un po’ di tempo è diventato più un forum di pubblicità che d’informazione.

Vivere a Bali non è così economico come si pensa, però molto dipende dallo stile di vita che si sceglie.

Si spende poco vivendo all’Indonesiana ma alla lunga diventa abbastanza difficile per un Europeo.

Per vivere in maniera più che decorosa spendendo meno di quello che si spenderebbe in Europa, si deve mangiare indonesiano nei warung di giorno e cenare in casa all’italiana la sera.

Spendere come in Europa o anche di più, decidendo di vivere in una villa con piscina con giardiniere e domestica e frequentare locali western alla moda.

Io ho scelto la via di mezzo, una vita semplice IndoEuropeo. Il vero lusso per me è vivere a Bali, vicino al mare, andare in spiaggia ogni giorno, poter fuggire in mezzo al verde delle risaie o sulle montagne ogni volta che ne ho voglia, viaggiare ed essere padrona del mio tempo.

Sampai jumpa di Bali Cinzia

panorama-bali

 

 

4 commenti
  1. Giovanna Anzini
    Giovanna Anzini dice:

    Accidenti Ci sei blogger nata. Grazie x queste delucidazioni super …sei grande e ti ammiro un sacco. Tanta buona vita a Bali a te e a tuo marito . Tvb. Gio

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi