amsterdam-biciMa che cosa ti è venuto in mente? Biciclettare?

Non mi sembra che in italiano ci sia un verbo del genere.

Tranquilli! Non sono impazzita.

Oggi vi parlerò dell’oggetto più amato, usato e strausato in Olanda, ovvero la bicicletta.

In Olanda la bici è qualcosa della quale non si può fare a meno, è parte irrinunciabile della vita quotidiana.

La bici è praticamente un’estensione del tuo stesso corpo e, più la usi, più si viene a creare un certo rapporto tra te e la bicicletta.

La bici (in olandese “fiets”) è talmente importante per gli abitanti dell’Olanda che in olandese esiste un verbo, “fietsen”: in italiano si tradurrebbe con “andare in bici”.

Questa traduzione, però, non rende.

Perché andare in bici, in olandese, si potrebbe dire: te gaan met de fiets.

Invece no. Loro hanno proprio un verbo specifico che, per rendere l’idea, si potrebbe tradurre con “biciclettare”…

Ecco, questo è un esempio di come la lingua e la cultura sono intrinsecamente correlate tra loro.

Scusate, sono una linguista e questa cosa del verbo ve la dovevo proprio dire!

Ma adesso andiamo avanti, perché vorrei raccontarvi di cosa significa vivere sulle due ruote di una bici.

Tanto per iniziare, le bici in Olanda sono abbastanza alte e robuste perché gli olandesi sono piuttosto alti.

Quindi, la prima cosa che ho notato quando mi sono trasferita, è stata proprio la grandezza e robustezza delle bici.

Inoltre, gli olandesi amano decorarle con fiori finti e colorati.

Le bici vengono usate per trasportare di tutto: bambini, animali e oggetti di varie dimensioni.

Solitamente, alla bici viene legato una specie di “rimorchio” che consiste in un piccolo carrello di legno coperto da un cappuccio di plastica, dove vengono trasportati i bambini.

E la mattina vedi genitori in fretta e furia che caricano i bimbi nella cosiddetta “bak fiets” e li accompagnano a scuola.

Una delle prime cose che imparano i bambini olandesi, subito dopo aver imparato a camminare, è andare in bici.

E imparano ad andarci qualsiasi sia la condizione meteorologica prevista per la giornata: pioggia, neve, vento.

Insomma, in Olanda vengono presto addestrati a pedalare (in ogni senso) da soli.

E trasportano di tutto e di più. Sono capaci di pedalare chilometri e chilometri con oggetti di ogni genere e di varie dimensioni, sotto le braccia o tenendoli con una mano e guidando con l’altra.

backfiets

“bak fiets”

Ci sono anche bici che davanti hanno una sorta di tavola di legno lunga, sorretta da una ruota.

In questo modo, si possono trasportare oggetti molto grandi, come un comodino o un tavolino.

Quando gli olandesi guidano una bici, sono abituati ad andare abbastanza veloci.

Questo perché la bici è considerata un vero e proprio mezzo di trasporto e non un modo per fare una passeggiata, o comunque non in città.

Per loro, la passeggiata in bici si può fare solo in campagna.

In città la bici serve per vivere, fare compere, spostarsi.

I postini in Olanda non vanno in giro in motorino, come in Italia, bensì in bici.

Devo dire che mi fanno abbastanza pena questi poveri postini olandesi che devono trasportare chili e chili di posta in bici.

Il paesaggio olandese è per lo più piatto, territorio quindi ideale per muoversi in bici.

Le piste ciclabili si estendono per gran parte del paese, contando 30.000 Km di percorsi ciclabili e segnaletica stradale specifica per le biciclette.

Inoltre, gli olandesi non usano il casco per andare in bici perché non lo ritengono necessario.

L’Olanda, infatti, vanta il quinto posto per sicurezza stradale.

Abiti eleganti, gonne o tacchi, non fermano gli olandesi dallo spostarsi sulle due ruote.

Nelle ore di punta c’è un traffico di bici davvero incredibile e, se non stai attento, ti investono in un batter d’occhio.

L’idea che io personalmente mi sono fatta biciclettando in questi anni è la seguente: non puoi conoscere abbastanza gli olandesi e l’Olanda se non vai in bici.

Non puoi capire la loro fretta nel pedalare per arrivare puntuali al prossimo appuntamento in agenda.

Non puoi capire il loro atteggiamento nell’adattarsi a qualsiasi situazione usando la bici a discapito di qualsiasi condizione meteorologica.

Non puoi afferrare la loro praticità nell’andare in bici indossando orrendi “regenpak”.

Insomma, biciclettare è per me un altro sistema per capire il loro modo di essere e di fare.

Perciò a questo punto non mi resta che augurare… buona biciclettata a tutti!

bike-holland

3 commenti
  1. Finally Mallorca
    Finally Mallorca dice:

    Amo andare in bicicletta e macino molti chilometri ogni anno. Che ci sia un verbo per indicare l’andare in bicicletta non è niente di strano e non so se veramente sia legato alla cultura. Credo ci sia in molte lingue, c’è in inglese, in svedese (vivo in Svezia :-)), in ungherese e chissà in quante altre :-). Buona biciclettata anche a te!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi