jena-inverno-notte

Jena e la bellezza di sentirsi a casa

Con i suoi pregi, i suoi difetti e quelle piccole particolarità che me la fanno odiare e amare al contempo, Jena è il mio piccolo rifugio e ogni minuto passato a girovagare per queste strade che una volta mi sembravano tutte uguali mi fa sorridere, mi scalda il cuore, mi ricorda cosa vuol dire sentirsi i benvenuti.

Poesia del quotidiano

Abbiamo tutti bisogno di più poesia nelle nostre vite, per i momenti in cui la burocrazia ci uccide, il lavoro ci stanca e gli amici ci fanno impazzire. Abbiamo bisogno di riscoprire il bello delle passeggiate al parco, delle tazze di the condivise e delle sorprese inaspettate che fanno stare bene chi le riceve. Abbiamo bisogno di libri che ci accompagnino prima di andare a dormire, della nostra musica preferita in ogni momento disponibile, della leggerezza delle persone che ci fanno stare bene e che ci amano per quelli che siamo, senza se e senza ma. Sempre. Anche nei momenti in cui fatichiamo a capire come amare noi stessi.

Estremismo in Germania…

Qualche giorno fa mi è capitato davanti un articolo del Fatto Quotidiano sul fenomeno dell’attuale estrema destra in Germania e – nonostante l’analisi politica puntuale e super partes – la quantità di commenti beceri era impressionante. Quelli che vanno per la maggiore – nemmeno a dirlo – sono “eh, i tedeschi ce l’hanno nel sangue” oppure “ma che altro c’era da aspettarsi da quelli lì?”.
Ora, lungi da me voler fare un’analisi politica – non ne ho le conoscenze e non mi ritengo all’altezza – mi sento in dovere di parlarvi di un paio di cose. O perlomeno di raccontarvi quello che io vedo qui.