cercare-lavoro-baviera

Monaco di Baviera

Innanzitutto, per lavorare in Baviera sarebbe utile sapere il tedesco, almeno i rudimenti, perché poi aiuta tanto l’uso quotidiano.

Ma diciamo che, per chi non sa leggere un annuncio, è abbastanza inutile che si metta a cercare lavoro qui, se non altro perché come pensate poi di interagire durante un eventuale colloquio?

Naturalmente esistono categorie particolari per le quali questa regola generale non vale una cippa: si tratta di lavori talmente richiesti che basterebbe anche farsi capire a gesti per essere assunti, oppure lavori nei quali la lingua di lavoro è l’inglese, e allora lì potete andare tranquilli.

In generale, però, parliamo di lavori normali, per gente normale, che vuole andare via dall’Italia e spera in una nuova occasione.

Per tutti questi la prima regola è: investite tutto quello che potete in un corso di tedesco prima di partire.

La cosa migliore sarebbe un corso base in Italia seguito da un corso di uno o due mesi in loco, la tipica vacanza studio all’estero.

Mi raccomando, chiedete di dormire in una famiglia che abbia tempo di conversare con voi. Le ore di lezione non sono affatto sufficienti, ci vuole l´uso quotidiano. Solo così potete prepararvi ad eventuali colloqui in tedesco.

Una volta capito da dove partire, cioè, ripeto, dalla lingua tedesca, la ricerca iniziale si può fare benissimo dall’Italia.

Al momento il sito più amato da aziende e candidati è sicuramente www.stepstone.de.

Da qui si può partire per capire se la propria figura professionale può essere o meno ricercata in Germania.

Un altro buon sito da cui partire è quello dell´agenzia del lavoro www.arbeitsagentur.de.

Per posizioni più basse anche indeed.de o localjob.de sono interessanti.

Gli annunci di lavoro in Baviera, anche per posizioni relativamente basse, sono molto più articolati rispetto all’Italia.

Raramente si trovano annunci in cui non si capisce in cosa consiste realmente il lavoro da fare.

Il motivo è semplice: attualmente le condizioni del mercato lavorativo qui sono molto positive, cioè c’è molto lavoro: chi cerca spesso lo fa non perché è disoccupato, ma perché vuole un lavoro più interessante, pagato meglio, o con migliori condizioni (per esempio orari conciliabili con famiglia e bambini).

Gli annunci normalmente sono strutturati in più parti:

  • descrizione dell´azienda
  • descrizione della posizione
  • caratteristiche che deve avere il candidato
  • elementi di cui deve essere composta la candidatura (lettera di presentazione, CV, stipendio richiesto, data di possibile inizio)
  • contatti a cui inviare il tutto

Prima di cominciare a cercare lavoro, consiglio di avere le idee chiare su queste cose:

  • cosa cercate e dove?
  • quanto volete lavorare (full time o part time)?
  • quanto volete essere pagati?

La prima volta che, ad un colloquio, mi è stato chiesto quanti soldi volevo all’anno, sono caduta dalle nuvole.

Non lo sapevo, non sapevo quale era il mio reale valore sul mercato, e non ho risposto.

Naturalmente non sono stata presa per quella posizione, devo essere sembrata troppo sprovveduta, o poco interessata.

Dal colloquio successivo ho evitato facce incredule e bocca aperta, e ho optato per una spiegazione del tipo: “Finora ho sempre lavorato per aziende italiane, quindi non sono ancora in grado di dire quanto vorrei, vi prego quindi di farmi una proposta, nel frattempo mi informo ed eventualmente ci rincontriamo per discuterne.”

Ci si può benissimo informare su siti quali gehalt.de oppure glassdoor.de ma a volte non si trova il corrispettivo preciso della posizione per la quale vi state candidando quindi è difficile poi formulare praticamente una richiesta in termini di migliaia di Euro all’anno, perché si rischia di sottovalutarsi; al contrario, chiedere troppo significa essere esclusi dalla selezione (e questa francamente è la cosa peggiore che ci possa capitare, se stiamo cercando il nostro primo lavoro all’estero).

NB Si parla sempre di stipendio lordo, mensile (in questo caso state attenti a chiedere quante mensilità sono previste) o annuale.

In Italia, visto che gli annunci sono spesso vaghi e cortissimi, non avevo voglia né trovavo utile scrivere una lettera di presentazione da allegare al curriculum.

In Germania la lettera di presentazione è assolutamente necessaria.

Deve essere scritta in tedesco corretto, quindi eventualmente valutate di farla correggere da un madrelingua almeno per evitare di essere cestinati al primo errore di grammatica.

trovare-lavoro-baviera

Die Bewerbung, la candidatura

Un altro motivo per farla correggere da un madrelingua è che si dovrebbe più o meno rendere conto se avete scritto non una lettera di presentazione ma un tema di terza media, che di sicuro non interessa a nessuno.

Nella lettera di presentazione bisogna dire perché si è interessati al lavoro in questione, quali sono i punti di forza per i quali pensate di essere proprio voi adatti a tale posto, si devono nominare le esperienze di lavoro inerenti la posizione cercata e altre informazioni utili che VOLETE saltino all’occhio del reclutatore.

Non dovete raccontare la storia della vostra vita, dovete mettere in risalto ciò che fa di voi la persona perfetta per questo posto di lavoro.

Naturalmente, se siete disperati e state cercando qualsiasi lavoro pur di non morire di fame e di scappare dall’Italia, non mettetelo in risalto, scrivete magari che volete fare un´esperienza all’estero perché al momento il mercato del lavoro in Italia è poco propenso ad aprirsi a persone come voi.

Scrivere una lettera di presentazione decente, soprattutto la prima volta, non è affatto facile.

In questo ci possono aiutare, e molto, diversi siti che forniscono esempi di lettere di presentazione e curriculum.

Basta digitare su google Bewerbung o Lebenslauf e ne appaiono di ottimi.

Certo, per capire se è il caso di copiare le frasi scritte in tali siti dobbiamo avere una buona padronanza della lingua, o avere qualcuno che ci aiuta in tal senso.

Un’altro aspetto molto utile per cercare lavoro in Baviera è avere una casa.

Poiché trovare casa qui non è così facile, non tutte le aziende si prendono la briga di assumere qualcuno che non ha già un alloggio, seppure temporaneo.

Naturalmente questo non vale se siete dei super esperti di qualsiasi cosa: in questo caso l’azienda in questione assumerà un’agenzia di relocation che troverà la casa per voi.

Per tutti gli altri poveri mortali, probabilmente dovrete cercare una camera per i primi mesi, che costerà un occhio della testa e magari sarà pure lontana dal posto di lavoro ma, perlomeno, vi darà la possibilità di cominciare a guadagnare qualche soldino e capire come e dove volete veramente vivere.

trovare-lavoro-baviera

Ramsau, Bayern

concorso-letterario

Partecipa al concorso letterario per racconti: “Espatrio, le paure ed il coraggio delle donne”. I migliori 10 racconti che approfondiranno queste tematiche saranno pubblicati in un libro dalla Innocenti Editore. Leggi il BANDO.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi