Le cinque cose da fare a Ginevra a Dicembre

La corsa dell’Escalade

escalade-ginevra-2008

Il primo weekend di dicembre, a Ginevra, è riservato agli sportivi.

Si inizia il venerdì sera alle 20 con una camminata di 8 km alla quale, quest’anno, hanno partecipato circa 10.000 persone tra le quali, per il quarto anno consecutivo, anche io e la mia amica Sophie.

Il sabato è dedicato alle corse pedestri. Il percorso è lo stesso ogni anno: tutti i partecipanti attraversano le impervie vie della città vecchia con arrivo previsto al Parc des Bastions. Iniziano i bambini, poi è la volta dei professionisti; si finisce con le corse popolari e con la famosissima corsa in maschera detta corsa della marmitta.

L’Escalade è il ricordo della vittoria della Repubblica protestante ginevrina sulle truppe del Duca di Savoia.

Più precisamente, il nome Escalade rievoca il tentativo di scalata dei Savoiardi delle mura della città per mezzo di lunghe scale di legno la notte del 12 dicembre 1602. Secondo la leggenda, durante la battaglia notturna, una donna gettò dalla sua finestra una marmitta di zuppa calda su un soldato savoiardo che passava per la sua strada. Da questo episodio è nata la tradizione della famosa marmitta di cioccolato riempita di caramelle incartate con i colori ginevrini, di piccoli petardi e di verdure in marzapane. La marmitta è rotta tradizionalmente dalle mani unite del più giovane e del più anziano dei presenti.

Il weekend sportivo è dunque uno dei modi per festeggiare l’evento storico della liberazione della città.

Siete già convinti di partecipare alle gare l’anno prossimo? Cliccate qui.

Il corteo storico dell’Escalade

corteo-storico-escalade

Il secondo weekend di dicembre è invece dedicato alla rievocazione storica dell’Escalade.

Sabato, al calar della sera, ad ogni angolo della città vecchia scoprite un dettaglio della famosa notte in cui i Savoiardi tentarono di attaccare la città. Lunghissime scale, colpi di cannone, fucili e costumi d’epoca. La rievocazione e i suoi diversi eventi e animazioni si concludono domenica pomeriggio con un corteo storico per le vie principali della città.

Vi è venuta voglia di vedere cosa successe quella famosa notte del 1602? Guardate qui. E scoprite il passaggio segreto della città vecchia aperto solo durante questo periodo dell’anno.

I mercatini di Natale a Carouge

mercatini-natale

Quest’anno 8,9 e 10 dicembre sono stati riservati ad uno dei mercatini natalizi più calorosi e festosi, quello di Carouge.

Carouge è un vecchio quartiere a due passi dal centro, molto romantico con le sue piccole stradine e le sue case basse. Aggiungete al quadro pittoresco una pista di pattinaggio, Babbo Natale in calesse, vino alle spezie, un abete decorato e tantissimi stand natalizi, tutti rigorosamente hyggie style.

La Coupe de Nöel

nuotata-lago-ginevra

Il terzo weekend di dicembre è di nuovo la volta degli sportivi o, per meglio dire… dei coraggiosi.

Quest’anno, ci saranno infatti 1800 persone che domenica 17 dicembre sfideranno le acque gelide del lago: 120 metri di sofferenza a 5 gradi centigradi (temperatura stimata dell’acqua del lago), una bella nuotatina rinfrescante!

Anche questa è una delle tradizioni ginevrine del mese di dicembre oramai da quasi 80 anni. Per info e iscrizioni (brrrr) cliccate qui.

Geneva Lux

festival-luci-ginevra

E’ il Festival di luci e colori che illumina Ginevra dal 1 dicembre al 14 Gennaio.

Quest’anno saranno 22 le sculture luminose che scalderanno la città. Sono possibili dei tour guidati per saperne di più sugli artisti e le opere di arredo urbano natalizio.

Non è il solito abete in piazza, ma fa comunque Natale all’estero. Per una descrizione più esaustiva, fate un giretto qui.

Sì, direi che Dicembre è proprio un bel mese a Ginevra!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi