paesaggio-canada-montreal

Scrivere un curriculum per un lavoro in Canada può essere una vera sfida per molti nuovi emigrati e questo certamente lo è stato anche per me.

Durante la mia ricerca di lavoro, notai subito che dovevo affrontare alcuni cambiamenti, tra cui la stesura del mio CV.

In questo percorso di ricerca, molte figure professionali suggeriscono vari opzioni da indicare nel CV, suggerimenti e stratagemmi, ma pochi di loro indicano cosa NON dichiarare.

I responsabili delle assunzioni in Canada vedono centinaia, se non migliaia, di curricula ogni anno, quindi il tuo CV non deve solo distinguersi dagli altri, ma deve anche evitare questi comuni passi falsi.

Questi consigli, per redigere il CV, si possono considerare sia se si è presenti sul suolo canadese, sia se lo si invia dall’Italia.

Errore numero 1: includere la tua foto

Potresti essere sorpreso che la foto nel curriculum in Canada non sia necessaria.

Perché? Il tuo aspetto fisico – definito ufficialmente dalla legge canadase come “caratteristiche personali” – potrebbe essere un fattore discriminatorio.

Quindi, il governo canadese ha dichiarato che l’utilizzo della foto nel CV non è dovuto. Salvo che tu non sia un attore, o stia facendo domanda per un lavoro che richieda la foto, dovresti evitare di includerla.

Potrebbe risultare non professionale e in molti respingeranno la tua candidatura.

Errore numero 2: usare un curriculum generale per tutte le offerte di lavoro

Dovresti adattare il tuo curriculum per ogni domanda di lavoro che invii.

Puoi trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno nella descrizione dell’impiego redatta dal tuo potenziale datore di lavoro.

Dovresti evidenziare le abilità che hai a seconda di ciò che è richiesto nella descrizione del lavoro.

Errore numero 3: esaltare il banale

Mentre prepari il tuo CV per un’offerta di lavoro in Canada, dovresti evitare di includere informazioni banali in merito al lavoro precedente.

Per esempio, evita di scrivere “Supervisore del dipartimento di marketing” se il titolo di lavoro era “Dirigente – Marketing”.

Parla piuttosto del successo che hai avuto come dirigente, ad esempio: ” Successo della campagna di marketing 2016 – con un team di 10 persone – progettata e realizzata sotto la mia diretta supervisione”.

Quando descrivi il tuo progetto, valorizza il più possibile il tuo operato e l’impatto che hai avuto nel successo della compagnia.

Il tuo curriculum deve mostrare ciò di cui sei capace.

Errore numero 4: attenersi al vocabolario standard

Dichiarando che sei un ottimo lavoratore oppure un brillante studente, stai prospettando promesse che tutti i candidati fanno nel loro curriculum.

Senza alcuna prova, queste affermazioni sono prive di significato.

Invece, il tuo obiettivo è quello di aiutare il responsabile delle assunzioni a ben capire le tue qualifiche e il successo nel tuo passato.

Ciò dev’essere chiaro, conciso e unico.

Errore numero 5: non includere informazioni personali

Non citare l’età, lo stato civile o la religione.

Desidero sottolineare questo punto in quanto alcuni paesi richiedono di includere queste informazioni.

È importante non menzionare questi dati personali in quanto potrebbero influenzare negativamente il tuo datore di lavoro.

Oltre che a non essere previsto dalla legge, l’inserimento di questi dati potrebbe influire negativamente.

Quindi, evita di includere informazioni personali nel tuo CV.

La ricerca del lavoro in Canada come emigrato può essere una vera sfida in quanto ti devi adattare ad una nuova cultura, oltre a capire come funziona il processo di candidatura.

Quindi, assicurati che il curriculum rispecchi i criteri canadesi: è il primo punto di partenza.

Durante la mia prima ricerca di lavoro in Canada, in quanto italiana, ho scoperto che la cosa più importante che devi fare è rimanere sempre positivo: potresti essere sorpreso di quante aziende considereranno il tuo retroscena internazionale come un punto di forza, non una debolezza.

paracadute-bandiera-canada

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi