Vivere a Los Angeles dopo cinque anni e’ finalmente un traguardo raggiunto per me.
Non e’stato facile fare un passo così distante da casa e con una famiglia.

american-schoolMia figlia aveva 10 anni quando siamo arrivati qui.
Non avevamo connessioni utili, ma ci siamo rimboccati le maniche.
Oggi vi parlerò dell’impatto scolastico e il sistema didattico.
Arrivando dall’Italia dove tutto si e’colorato di grigio, ricordo gli occhioni di Elisa, mia figlia, quando -non parlando una parola di inglese- grazie anche agli insegnamenti ottenuti in scuole private a Milano, e’ entrata in V elementare, scuola pubblica americana a Studio City in California.
Erano i primi di ottobre del 2010 e far parte di una scuola dove il preside e tutti i docenti arrivavano alle lezioni in maschera per festeggiare Halloween – il preside vestito da Uomo di Paglia (mago di Oz) – sdrammatizzo’ tutta la situazione.
In un sistema pubblico dove non pagammo nulla – nemmeno le matite e i quaderni – mia figlia fu affiancata da un tutor e con un computer messo a sua disposizione inizio’a comunicare con il suo insegnante.
Sembrava di vivere una favola.
Non deve essere stato facile per lei, ma non si è  mai lamentata un giorno.
Andava e va volentieri a scuola e sempre con il sorriso.
La scuola poi coinvolge i genitori in tantissime iniziative, ed e’veramente bella questa cosa , nessuno ti giudica e inizi a respirare liberta’.
Il suo profitto aumento’ giorno dopo giorno e alle medie, esattamente in seconda media, arrivarono due comunicazioni che ci riempirono di orgoglio.
american-schoolLa prima che era diventata padrona dell’inglese e l’inglese era passato al primo posto, come padronanza della lingua, la seconda news che fu accettata da un sistema scolastico Magnet School, dove avevamo fatto domanda, e fu trasferita in un programma sperimentale “Media and Filmaking“in Hollywood.
Potete solo immaginare la nostra gioia essendo tutta la famiglia coinvolta in produzioni cinematografiche.
Anche in questa struttura non passarono che poche settimane e anche mio marito venne coinvolto per l’Orientation day come regista , per spiegare ai ragazzi la professione e cosa comporta.
Tre anni di medie e scuole pubbliche e non abbiamo mai speso un soldo.
Gli anni scorrono cosi velocemente che ci troviamo a decidere la zona e il liceo per i suoi studi.
Ed eccoci alla John Burroughs High School in Burbank.
Un liceo pubblico, accanto agli studi della Warner Bros. Vi lascio solo immaginare la struttura, un gigantesco lotto che comprende piscine, campi da tennis , football, centro media sperimentale, classi di danza, musica , teatro , palestre ecc ecc e la presenza di personaggi noti che vengono in visita ogni tanto e che supportano con donazioni l’Istituto.
Oggi mia figlia ha 15 anni e frequenta la seconda liceo , 10^grado e parla tre lingue perfettamente. Amen.

los-angeles

3 commenti
  1. Rita
    Rita dice:

    Ciao Paola, grazie per il tuo scritto ne avevo proprio bisogno stamani….Arrivata a Miami il 15 Agosto 2015 con mio marito, trasferito per lavoro, e mia figlia di 15 anni mentre l’altra figliola è in Italia ed ha 27 anni.
    Per Alessandra abbiamo fatto domanda per una Magnet School solo perchè era la più vicina a casa, la sua pagella del primo anno scolastico Liceo Italiano era buona e quindi ha iniziato, se ben una settimana dopo, in 9 grado e dopo 15 gg l’hanno passata al 10…e tanto altro…
    Comincio a seguirti/vi
    Rita

    Rispondi
  2. Sara
    Sara dice:

    Cara Paola, la tua vittoria mi rasserena. Devo trasferirmi negli Usa e ho tantissime preoccupazioni. Ho una bambina piccola e, quando sarò lì, dovrò trovare un lavoro. Ho paura di non riuscire a conciliare il mio ruolo di mamma, per me importante, e il lavoro, per me necessario. A dire il vero non so nemmeno cosa farò 😂. Insomma, ho molte paure.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi