verde-germania-prato

Sono seduta in cucina e guardo dalla finestra… quanto verde, qui in Germania!

Proprio fuori quella che è diventata ormai la mia casa da quasi cinque mesi, c’è un parco con giostre per bambini. E non è mica l’unico. Poco più avanti ce n’è già un altro. Come se volessero dire: “Giocate bambini, perché presto si diventa adulti e non si ha più tempo per farlo”. Ma dato che io di tempo libero ne ho ancora un po’, scendo a piedi a fare una passeggiata.

Mi porto l’ombrello, perché non si sa mai che venga a piovere da un momento all’altro. E poi dicono l’Inghilterra! Scarpe da ginnastica, ovviamente. Anche perché qui le portano tutti e non c’è cosa più comoda. Da casa mia al centro saranno due chilometri, quindi praticamente niente; ma mi soffermo su quelle piccole, grandi, cose che mi offre il tragitto.

verde-germania-paesaggio

Ci sono tantissimi semafori, qui, forse non amano le rotonde.

Perché se poi non le sai rispettare che senso hanno? E ad ogni semaforo c’è il passaggio per i pedoni. Non importa quanto tu possa andare di fretta, devi aspettare che l’omino diventi verde ma, una volta che lo fa, hai la precedenza su tutto e tutti.

Per terra ci sono moltissime foglie gialle, come quelle che si vedono nei film e che se le calpesti fanno quel rumore che sa di autunno.

Ogni marciapiede ha due strisce, una per i pedoni ed un’altra per le bici.

E quanti fiori sui davanzali delle finestre di queste casette di marzapane! Soprattutto orchidee, che sono sempre un bel vedere.

Arrivo dove ci sono i supermercati ed i vari negozi, che qui sono abbastanza concentrati, e non ci sono parcheggi a pagamento. I posti disponibili sono tantissimi ma devi impostare il parcometro perché più di due ore non puoi stare. Saranno sufficienti per fare la spesa, o no?

Fuori ogni supermercato, c’è una macchinetta che ti permette di riciclare le bottiglie di plastica. Se lo fai, ti restituiscono i 25 centesimi che hai pagato in più quando hai acquistato le bottiglie.

Alle casse non c’è spazio per mettere la tua roba, devi subito metterla in busta o nel carrello. Poi ti sposti tranquillamente a lato o esci fuori e fai con calma tutto quello che devi fare.

Mi è capitato spesso di incontrare faccia a faccia signore tedesche che mi hanno sorriso, senza motivo; persone che ti ricordano di non dimenticare la busta che hai momentaneamente appoggiato sulla sedia; “danke” e “entschuldigung” a volontà. Perché si dice che c’è freddezza, qui? Le persone sono solo rispettose le une nei confronti delle altre. Forse per il clima.. che è sicuramente più fresco rispetto al nostro.

Continuando il mio giro, vedo che i bar e le caffetterie con i tavoli esterni hanno messo sulle sedie dei plaid, in modo che chiunque voglia sedersi e coprirsi può farlo. Credo sia una delle cose più carine che io abbia mai visto!

bar-germania-plaid

Mentre la mia metà ha iniziato a lavorare qui da quasi un anno, io sono arrivata definitivamente a Giugno.

Per il momento vivo in un paesino e non è semplice, perché, nonostante tutti i lati positivi, credo mi mancherà sempre qualcosa dell’Italia. Che sia la famiglia, il cibo, il clima, l’amicizia. Non è facile abituarsi ad un modo di vivere diverso da quello in cui hai vissuto per ben 28 anni, come nel mio caso.

Ma aspetto di iniziare il corso di tedesco e, nel frattempo, giro per i negozi e cerco di capire qualcosa in più sui luoghi, sulle persone, sui loro modi di fare, cosa mangiano e cosa comprano. Respiro l’aria fresca e mi godo il tutto, cercando di non pensare a niente.

E’ affascinante ed ogni giorno per me è una scoperta. Mi sto dando una possibilità, e credo che tutti abbiamo bisogno di metterci in gioco e di scoprire quanto di bello la vita ha da offrirci.

daniela-italiana-dortmund

Danilea
12 commenti
  1. Raffaella
    Raffaella dice:

    Ciao! Finalmente una vicina di casa! Lavoro a Dortmund e vivo a Wuppertal… se ti fa piacere contattami e possiamo scambiarci qualche parere! In bocca al lupo x tutto! Raffaella

    Rispondi
  2. Tzvetanka Uzunova
    Tzvetanka Uzunova dice:

    Sarai x sempre la straniera…..come io qua, in Italia ,dopo 20 anni….!!!
    Non ci saranno amicizie vere con le tedesci
    Mi dispiace..ci sono tantisimi lati negativi

    Rispondi
    • Daniela Romano
      Daniela Romano dice:

      Ciao Tzvetanka e grazie per essere passata! Purtroppo si, i lati negativi sono tanti però tutti meritiamo una possibilità ed io me la sto dando 🙂
      Un abbraccio

      Rispondi
  3. Orlanda
    Orlanda dice:

    Il coraggio di mettersi in gioco è la prima grande molla per costruire qualcosa. Stravolgere la propria vita in toto non è facile, ma per fortuna c’è qualcuno a stravolgerla con te! Ti ambienterai, imparerai un’altra lingua, un nuovo modo di vivere, conoscerai nuove persone e stringerai anche delle amicizie, perché no?! Ci si può sentire un outsider anche nella propria terra in fin dei conti; sono le persone a fare “una casa” e un pezzetto d’Italia sarà in tutto ciò che farai… “La distanza separa i corpi, non i cuori”, dicono… In bocca al lupo!! Andrà tutto bene! 🙂

    Rispondi
    • Daniela Romano
      Daniela Romano dice:

      Sentire vicino il calore e l’affetto delle persone care è fondamentale per chi è lontano. Aiutano a portare con sé quel pezzetto d’Italia di cui parli e a far si che non ci si senta mai soli.
      Grazie per le belle parole, come sempre del resto! :*

      Rispondi
  4. Silvia Ruggeri
    Silvia Ruggeri dice:

    Ciao Daniela! Io vivo ad Hagen(circa 20 min.da Dortmund) da più di 7 anni ormai. Mi fa sempre piacere leggere articoli positivi come il tuo, hai fatto benissimo a darti una possibilità e anche se le difficoltà non mancheranno io credo molto nel detto ” volere è potere”! Se ti vá ci prendiamo un caffé insieme a Dortmund(io lavoro vicino al centro), a presto!
    Silvia

    Rispondi
    • Daniela Romano
      Daniela Romano dice:

      Silvia ciao, grazie per il tuo commento. Nonostante i momenti no, cerco di mantenere sempre quel pizzico di positività che non fa mai male 🙂 Scrivimi che così ci incontriamo: dafne_da@hotmail.it
      Un abbraccio

      Rispondi
  5. Francesca
    Francesca dice:

    Daniela complimenti, e’ molto bello cio’ che scrivi, mi arriva tutta l’autenticita’ di questa nuova esperienza che state vivendo, i sacrifici, la nostalgia e le emozioni che nascono da scelte difficili. Sai che condividiamo questa esperienza anche se in continenti diversi. E’ per questo che ti capisco perfettamente e ci tengo a dirti complimenti perche’ ci vuole coraggio e determinazione. Noi tifiamo per voi e vi siamo vicini con il cuore. Continua a scrivere e a regalarci emozioni. Grazie. Vi abbracciamo con affetto.

    Rispondi
    • Daniela Romano
      Daniela Romano dice:

      Francesca ogni volta sento che, anche se siamo tanto distanti, condividiamo idee ed emozioni che ci tengono emotivamente vicine. Sei stata e sarai sempre un esempio da seguire, perché di forza e di coraggio ne hai da vendere.
      Mi fa piacere che l’articolo ti sia piaciuto e sono felicissima che continuerai a seguirmi.
      Ti abbraccio forte e speriamo di vedervi presto 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi