I 7 posti per sopravvivere a Ginevra in agosto

Se anche tu, come me, hai già finito le vacanze e sei dunque costretto a lavorare chiuso in ufficio con 50 gradi di estate tropicale a Ginevra, cerca di sopravvivere godendoti il meglio che la città può offrire, perché si sa ed è come tutti dicono : Ginevra, meglio d’estate!

Ecco la mia hit dei 7 migliori posti per passare agosto a Ginevra :

ainsPaquis-Groupe-1930

ains Paquis Groupe1930

1-    Les Bains de Pâquis

Non saranno certo come la Spiaggia dei Conigli di Lampedusa, però meglio di niente. Puoi prendere il sole in tranquillità (con una parte privata riservata solo alle donne, evvai di topless). Mangiare il piatto del giorno con pochissimi soldi e fare il bagno. Per un momento potresti pure credere di stare al mare visto che l’accesso al lago è dotato di una piccola spiaggetta. Per tutto il mese di agosto ai bagni di Paquis potrete inoltre assistere quasi tutte le mattine a dei concerti musicali, un buon modo per cominciare la giornata.

2-    Le Théâtre de l’Orangerie

teatro-orangerie-ginevra

Le Théâtre de l’Orangerie

Sarò anche di parte (visto che lavoro per un teatro) però per me rimane uno dei posti migliori! Veduta mozzafiato (il teatro si trova in cima al Parc La Grange, da dove si può osservare un bellissimo panorama) in un quadretto quasi da fiaba. Non solo potrete approfittare della bellissima programmazione teatrale particolarmente pensata e dedicata al tema dell’eco-sostenibilità, ma anche gustare prelibati piatti e buona bevande nel carinissimo ristorante attiguo al teatro.

3-    Le Bateau Genève

Un battello ancorato non lontano dal getto d’acqua. Mi piace molto per bere qualcosa tra amici e ci ho pure organizzato uno dei miei compleanni. Direi che

la tipologia di pubblico che lo frequenta varia in funzione del tipo di serata. Però ne vale la pena, almeno per vedere il tramonto a bordo.

Le Bateau Genève

4-    Ciné Transat

cinétransat

Sicuramente uno degli appuntamenti estivi più attesi: il cinema all’aperto al parco della Perle du Lac. Completamente gratuito e con una programmazione variata, offre la possibilità di rivedere i grandi classici del cinema, oppure film più recenti. Ogni serata ha la sua tematica e non mancano di certo giochi e animazioni all’inizio di ogni proiezione. Ve lo consiglio assolutamente: portatevi una piccola sdraio e anche una copertina per i più freddolosi, qualcosa da bere e da mangiare, e per i più carnivori : barbecue.

5-    La discesa del Rodano

rodano

Il Rodano

Per i più temerari muniti di fenicottero e/o unicorno gonfiabile, oppure di piccoli gommoni di fortuna e per nuotatori abbastanza esperti, il mio consiglio è: fate la discesa del Rodano. Buttatevi in acqua con salvagente e braccioli e lasciatevi trascinare dalla corrente. Non si fatica molto a remare e potrete tranquillamente approdare in una delle tante spiaggette nascoste del lungo Rodano. Occhio però a non finire nell’ultima diga. Munitevi di cappellino e…l’aperitivo è servito! Non è raro d’estate vedere persone in giacca e cravatta arrivare al Pont sous terre, togliersi i vestiti, metterli in un sacco impermeabile e tornare a casa via Rodano!

  1. L’Escale

Questo baretto ephemere, come dicono qui, cioè che compare e scompare, era già stato allestito l’anno scorso in forma più piccola e vicino ai bagni di Paquis. Quest’anno il progetto si è ingrandito e la struttura si trova dall’altra parte del lago non lontana dal getto di acqua. Si tratta di giardini pensili e beer garden tutti in legno, una scena musicale aperta (con pianoforte a disposizione) un’altra per il dj, una libreria, tavoli e sedie tutti fatti dal recupero di pedane in legno e…udite udite ci sono anche le amache…per farvi cullare dal suono del lago a due passi da voi!

Veduta_-Théâtre-Orangerie

Veduta Théâtre de l’Orangerie

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi