frutto-apetoLa nuova era dei super alimenti.

Il Jackfruit è una pianta tropicale endemica del Sud Est asiatico che è coltivata per il suo frutto, il più grande esistente in natura tra quelli che crescono sugli alberi .

Infatti, una volta maturo può raggiungere anche il metro di lunghezza e trenta- quaranta chili di peso, un vero gigante buono dall’aspetto bizzarro, la sua spessa buccia protettiva è tempestata da tanti spunzoni .

Al suo interno si trovano numerosi semi ricoperti di fibrosa polpa gialla, ogni frutto maturo può contenere fino a 500 semi e bulbi di polpa, il cui sapore molto delicato riporta a note di ananas mango e vaniglia.

Nei mercati di Bali è facile trovarne in vendita.

Viene usato dalla popolazione locale in svariati modi, consumato fresco come frutta, disidratato o fritto come chips dolci, stufato in curry e inscatolato per l’esportazione.

La cosa sorprendente di questo frutto è che, se sottoposto a cottura, cambia di sapore e ricorda quello della porchetta.

Infatti, è spesso usato in sostituzione della carne di maiale in molti piatti vegani.
Anche i semi sono utilizzati e cucinati in modo simile alle nostre castagne.

Il Jackfruit contiene una fibra alimentare leggermente lassativa che ha la capacità di proteggere il colon da alcune forme tumorali, i semi sono ricchissimi di proteine.


È un’ottima fonte di potassio, magnesio, ferro e calcio, ricco di antiossidanti, flavonoidi, carotenoidi, salutari per la vista e per prevenire i danni provocati dai radicali liberi.

Grazie al suo sapore e alle sue proprietà , negli ultimi anni i grandi chef l’hanno inserito tra i “super alimenti “ rendendolo di moda.

Infatti, Il Jackfruit è proprio una delle novità del momento, il cibo che fa tendenza come si usa adesso in cucina.
Se devo dirla tutta da Italiana amante della buona cucina, il piatto non è certo cattivo ma il sapore della porchetta l’ho sentito più con la fantasia che realmente.

Comunque l’ho gradito e vi lascio la mia ricetta, non occorre essere grandi cuoche per eseguirla , è facile e divertente.

Ideale in una serata tra amici , se volete stupire i vostri ospiti e renderete tutto più glamour ed esotico , accompagnate delle semplici uova al tegamino con questo sughetto .

La mia ricetta:
Sughetto di Jackfruit

Soffriggere in una padella con un cucchiaio di olio d’oliva, una cipolla tritata e uno spicchio d’aglio spezzettato.
Tagliare a pezzi il jackfruit e unitelo al soffritto, aggiungete del peperoncino tritato secco o fresco, una punta di cucchiaino di zucchero di canna, pepe, sale , del brodo vegetale. Mescolate e lasciate cuocere a fuoco medio per 30 -35 minuti.
Aggiungere pomodori freschi pelati e tagliati a pezzi, continuare la cottura a fuoco dolce per altri 10-15 minuti.

Vi ho tentato con la mia ricetta vegetariana salutista esotica e modaiola ?

Allora non vi resta che recarvi in un negozio di alimentari etnici , cercare il jackfruit in scatola e provare.

Ricordatevi, però, di sciacquare bene il frutto dalla sua acqua di conservazione e che potreste dover ridurre i tempi di cottura.

Sampai Jumpa

sughetto-frutto-jack

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi