nowruzNowruz: Benvenuti nel 1396

Nowruz in lingua  farsi significa nuovo giorno, indica una nuova vita.

E’  il capodanno persiano, che ricorre il 21 marzo, in coincidenza dell’equinozio di primavera.

È una festa antichissima, legata alla religione zorostriana.

Attualmente il Nowruz è celebrato non solo in Iran, ma in tutti quei paesi che facevano parte dell’ impero persiano, come ad esempio l’Afghanistan, il Kazakistan, Uzbekistan, Tagikistan, Turkmenistan e Kirghizistan!

La tradizione vuole che bisogna pulire casa, addobbarla con fiori freschi, piantare semi e comprare abiti nuovi.

Si usa preparare una tavola con 7 piatti!

Ogni elemento ha una specifica caratteristica:

  • Sabzeh: germogli di grano = la rinascita.
  • Samanu: dolce a base di grano = abbondanza.
  • Sib: mela rossa = bellezza
  • Senjed: giuggiole secche = amore e ospitalità.
  • Sir: aglio = medicina
  • Somaq: sommaco ( spezia rossa per insaporire carne) = aurora e quindi vittoria del bene sul male.
  • Serkeh: aceto= età e pazienza.

Altri elementi che si possono aggiungere alla tavola sono:

  • Uova dipinte= fertilità
  • Candele= luce
  • Ampolla con pesce rosso= vita
  • Monete= ricchezza e prosperità
  • Bottiglia di acqua di rose = poteri magici
  • Rue selvatico= erba sacra che ha il potere di allontanare gli spiriti maligni
  • Vaso di giacinti o narcisi
  • Specchio= riflette le immagini della creazione ( secondo la tradizione persiana avvenne nel primo giorno di primavera)
  • Corano o altro libro sacro, secondo la fede della famiglia

I festeggiamenti durano 12 giorni e il tredicesimo ( giorno conclusivo) si passa all’aperto.

Gli spiriti maligni, non trovando nessuno in casa, andranno via!

Nowruz Mobarak: felice anno nuovo, gioia e prosperità a tutti voi!

nowruz

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi