Vivo nel Sultanato di Oman, per scelta; sono una expat quindi, che però si è sempre sentita poco italiana fin da piccola. Ho viaggiato tanto, per interesse personale, per studio, lavoro e i miei amici mi chiamano “nomade”. Sono giornalista, analista, scrittrice specializzata in Medio Oriente e Islam. Ma anche ricercatrice e studiosa accademica dei Paesi Arabi, del Medio Oriente e dei temi legati al dialogo interreligioso e interculturale. Ho studiato Lingue e Civiltà Orientali all’Università La Sapienza e Islamologia al Pontifical Institute of Arabic and Islamic Studies, a Roma.

Gli ultimi anni li ho trascorsi come reporter, inviata e corrispondete in Siria durante la guerra, nel Kurdistan Iracheno, in Egitto. Poi ho preso un anno sabbatico, ho scoperto l’Oman, mi sono inamorata (dell’Oman) e sono diventata una expat. Mio marito mi ha seguito. Un giorno gli ho chiesto con le parole di William Plomer: «Andiamo in un altro Paese, tutto il resto va da sè, tu di’ solo sì». E lui ha detto sì.

Per saperne di più, c’è il mio blog “Con bagaglio leggero”, un magazine, un diario dove racconto la mia vita da expat, la cucina, la moda, le tradizioni dell’ Oman. Il blog mi permette di far conoscere il Paese e di parlare in maniera più “leggera” del Medio Oriente e dell’Islam, cercando di sfatare i pregiudizi e i luoghi comuni. Mantiene nell’archivio, la maggior parte dei miei articoli e reportage.

conbagaglioleggero

Gli articoli scritti da Antonella

Antonella-Appiano-Muscat

Qui Oman: mai chiedere a un expat…

Condividi con chi vuoi