Una proposta di matrimonio al femminile 

Quando è la donna a chiedere la mano dell’uomo!

pasticcini-cuore-matrimonio

Credits: tim-bish/unsplash

Sabato, 12 maggio 2017, Ginevra, giardino di casa.

Finalmente il grande giorno è arrivato.

L’atmosfera è carica di emozioni e, per darmi coraggio, ho voluto al mio fianco i miei amici più cari, mia sorella, le mie due future testimoni di nozze – di cui una venuta espressamente da Firenze per l’occasione facendo 15 ore di macchina in due giorni – e il cugino del mio lui che, con la fisarmonica mi ha accompagnata per una serenata davvero speciale (anche lui tante ore di macchina).

Quando sono partite le fatidiche parole, “Vincenzo, mi vuoi sposare ?” non sono mancate le lacrime.

Ha detto sì, ad un anello uscito da un barbecue, idea di una delle mie due future testimoni, ad una fidanzata che ha provato tutto il pomeriggio a cantare nel migliore dei modi le sue canzoni preferite.

Ha detto sì ad un futuro da costruire insieme a 4: lui, io, il bassotto Barney e la meticcia Maya.

Non troverò mai le parole giuste per descrivere cosa sia esattamente successo quella sera, ma di certo resterà nel mio cuore un ricordo bellissimo carico di sentimenti: rispetto reciproco, fraternità, fiducia, amicizia.

Le proposte di matrimonio fatte dalle donne agli uomini non sono numerosissime.

Diverse sono le ragioni per le quali le donne si aspettano questo gesto dall’altro sesso.

Io sono sempre stata una persona decisa e altamente femminista. Per cui, non avevo dubbi, dovevo essere io a farlo! Non avrei mai sopportato l’idea che fosse il mio uomo ad inginocchiarsi, a organizzare il tutto. In fondo sono stata io a sceglierlo, quindi perché non andare fino in fondo?

Visto che, facendo un giro su internet, troverete le più disparate e maschiliste spiegazioni al perché sia l’uomo a fare la proposta, ecco qui cinque ragioni che sostengono la proposta di matrimonio al femminile.

La tradizione non ha sesso!

Parlando di questa mia idea con una giornalista di Ginevra, mi sono accorta di essere veramente una tradizionalista, sì, ma al contrario. Chi dice che dobbiamo per forza stravolgere tutto? Il femminismo non è nato per distruggere, ma per fare avanzare la società.

Io ho fatto tutto secondo regole siciliane: canzoni tipiche in siciliano, buffet siciliano, anello con brillante, etc… solo che l’ho fatto io! Anche noi donne abbiamo il diritto di adottare queste tradizioni prettamente maschili.

Cosa penseranno di me?

Coloro che vi conoscono bene, non penseranno assolutamente nulla!

Le malelingue magari diranno ”Ah sì certo, perché se aspettavi lui…”. Non è che se siete voi a chiedere vuol dire che siete veramente disperate o che il vostro uomo è un buono a nulla che temporeggia e non si decide. Potremmo dire esattamente la stessa cosa delle donne, no? Se sei decisa, vai sorella spacca!

Trovare l’anello o l’oggetto giusto

Poiché viviamo in una società prettamente maschilista, trovare un anello per uomo adatto alla proposta è praticamente impossibile.

Già solo spiegando alle commesse cosa cerchi, ricevi occhiatacce. “Scusi, cerca le fedi?”, “No, no, vorrei un anello per fare la proposta di matrimonio”, “Ah, vuole comprare un anello per lei perché il suo ragazzo le faccia la proposta?…”

Ragazze, non lasciatevi abbattere. Cercate un regalo originale, simbolico, che vi appartenga. Che gli faccia piacere. Personalizzate il vostro acquisto.

Ci vuole una buona dose di autostima

Fare questo passo così importante implica una certa sicurezza in se stessi e una buonissima dose di autostima, perché la proposta fatta dall’uomo è, in un certo senso, una conferma per la donna.

Nel caso del ruolo invertito, date per scontato che il vostro uomo sia veramente lì per voi, non cercate conferme. In più, bisogna sempre mettere in conto la possibilità del no; ma penso che prima di un passo del genere se ne discuta insieme, ed è anche questo il bello della parità dei sessi.

E’ essenziale avere accanto un uomo femminista

Questo direi che è davvero un ingrediente di fondamentale importanza, perché potrebbero esserci uomini che la prenderebbero davvero male.

Magari sono quegli uomini un po’ troppo attaccati alla virilità, al controllo, un po’ troppo sensibili, che si sentirebbero delle feminucce. Invece ce ne sono altri, quelli che a me piace definire VERI UOMINI, a cui non importa proprio nulla di dimostrare al mondo la loro virilità e mascolinità dominatrice. Sono quelli che preferisco e che auguro ad ognuno di voi di incontrare.

Questo articolo è dedicato al mio futuro marito, per il rispetto e la pazienza che nutre nei miei confronti.

Ai miei amici che mi sosterrebbero in qualunque occasione.

Alle mie testimoni, per la loro allegria.

Al cugino, che con la musica ha accompagnato questo momento speciale, standomi accanto in ogni singolo preparativo.

A mia sorella pazzerella e a tutti coloro che ci accettano per come siamo!

cuore-cartello-stradale

Credits: nick-fewings/unsplash

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi