Elisa gattinoQuando la fine (di una relazione) è un nuovo inizio lontano da casa.

Ci siamo trasferiti insieme a Praga, il mio compagno ed io.

Avevamo una casa in Italia, un lavoro, una famiglia. Lui riceve un’offerta irrinunciabile: mi guarda negli occhi e cambiamo vita.

Lascio la mia casa, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei amici: lo seguo volentieri e trasformo la mia vita per lui e per me stessa.

Dopo quasi nove anni la relazione finisce. L’abitudine è una copertina calda che ti protegge dagli sbalzi di temperatura ed è così difficile uscire dal letto quando suona la sveglia. La tentazione di stare insieme perché tutto è più facile è forte.

Ma no. La mia sveglia suona troppo e, se non voglio ammalarmi, devo uscire dal letto.

Sono fortunata, ho un lavoro che mi piace ed una città che è un faro per l’economia in Europa. La più bassa disoccupazione nel continente tiene il mio umore piuttosto alto e la facilità con cui tutti divorziano mi fa sentire meno sola. A proposito di sentirsi soli: ma quanto ci si sente soli quando la persona che ami ti ignora? OMG mi sentivo così sola che ho comprato un gatto.

Parlo col mio compagno, lo informo che la relazione è finita. Si arrabbia ma alla fine non fa una piega. Mi lascia andare, anzi mi aiuta a fare le valige e si assicura che non mi prenda i suoi cucchiaini d’argento. Mi sostituisce nel giro di un mese e lo fa sapere a più persone possibile.

Sono distrutta. Speravo che mi inseguisse. L’ho sempre sperato. Non lo ha mai fatto.

Sono distrutta ma non più sola: ho una gattina meravigliosa e vado a vivere nel centro turistico di Praga. Comincio a frequentare persone. Persone di tutti i tipi, di tutte le età. Italiani con cui condividere lingua e cultura ma anche expats alla ricerca di un posto nel mondo, proprio come me. Intorno al mio piccolo appartamento centinaia di turisti, come a Firenze.

Non mi sento mai più sola. La vista dei palazzi antichi, delle chiese, degli stucchi e dei giapponesi con le macchine fotografiche mi fa sentire a casa, per la prima volta da quando sono a Praga.

La fine di un amore è già abbastanza difficile nel proprio paese circondati dall’affetto delle persone care e dalla sicurezza dei luoghi conosciuti, vivere una separazione all’estero è ancora più difficile ma anche più emozionante. Ho avuto la sensazione di poter ripartire da zero davvero. Nessuna tentazione di ripetere errori del passato perché tutto è così lontano e diverso che mancano i punti di riferimento anche per le cattive abitudini.

Elisa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi