Roberta-Newcastle

Mi chiamo Roberta, ho 30 anni e da qualche mese ho completamente stravolto la mia vita.

Se dovessi sintetizzare al massimo, penso sarebbe questo ciò che direi.

Rispetto a tanti altri trentenni Italiani non mi andava così male in patria, ero una “fortunata” (parola che ho sempre odiato perché è come se ti sollevasse dal peso di tutto l’impegno messo per arrivare a qualcosa, ma tant’è): avevo un lavoro da impiegata full time e mi potevo permettere l’affitto di una casa tutta per me.

Ma era come se non avessi davanti a me nessuna prospettiva di migliorare…come se fossi arrivata, non ci fosse molto altro per me al momento, troppo giovane per l’Italia, troppo vecchia per ricominciare.

Invece no: vivo a Newcastle da qualche mese e qui a nessuno importa della mia età, va bene essere donna, va bene essere giovane ma non giovanissima, va bene avere esperienza e va decisamente bene pensare a me come una professionista a cui possano essere affidate responsabilità.

Ovviamente piango ogni giorno lacrime amare a causa del cibo, non metterò mai il ketchup sulla pasta e non capirò mai quale interruttore abbiano installato alle Inglesi che gli permetta di non sentire il freddo e andare in giro in canotta…anche a zero gradi!

Gli articoli scritti da Roberta

Condividi con chi vuoi