salem roghi

Sono sempre stata affascinata da Halloween.

Ricordo quando lo studiai da piccola, alle elementari, e iniziai a fare dolcetto e scherzetto tra le case della mia via. I miei vicini, alcuni anziani, che probabilmente non sapevano nemmeno cosa fosse, erano del tutto impreparati: uno di loro, che non aveva caramelle, mi diete addirittura un pacco intero di biscotti! Anno dopo anno, finalmente, capirono che ogni 31 ottobre sarei arrivata io vestita da strega e nessuno si fece più trovare senza dolcetti!

Con il passare del tempo la passione per questa festa non è certo svanita. Anzi, dopo aver lavorato per due anni in un negozio che vende tutto l’occorrente per Halloween, posso dire di amare questo periodo (che per me inizia a settembre e finisce il 1 Novembre) ancora di più!

Ora che finalmente vivo nel Massachusetts, mi sono detta che non ci sarebbe stato modo migliore per festeggiare Halloween se non andando a SALEM! Sono sicura che non serva spendere troppe parole su cosa sia Salem in quanto tutti lo saprete: la città delle streghe per eccellenza!

Non vi nego il fatto che fossi emozionata come una bambina.

salemEra un mese che dicevo a tutti che questa domenica sarei andata a Salem e sono proprio felice di esserci stata.

Tra i mercatini e i negozi che vendono ogni sorta di talismano e libri sulla stregoneria, artisti di strada con costumi mozzafiato e tanti musei sulla storia di Salem e i processi alle streghe, è stata davvero una domenica divertente e interessante! Ci sono tantissimi tour che spiegano la storia della città, partendo da dove tutto ha avuto inizio arrivando fino al monumento realizzato in memoria delle 20 persone che furono impiccate nel 1692 perché accusate di stregoneria.

La cosa che mi ha sicuramente colpito di più è stato vedere dei bigliettini lasciati sul monumento dai loro discendenti. Chissà che cosa pensano della storia della loro famiglia…

Io credo che dietro a tutta la parte commerciale ci sia un fondo di verità sulla stregoneria. Tutto, alla fine, si ricollega alla natura, alle erbe e ad alcune paroline che se dette con convinzione possono fare avverare qualche desiderio.

Mi piace pensare che esista un mondo magico che ancora non è visibile ai miei occhi. E voi cosa ne pensate? Come festeggerete la notte delle streghe? Farete dolcetto e scherzetto dai vostri vicini, o sarete davanti a un calderone a lanciare qualche incantesimo? Io ho il calderone già pronto vicino al camino.. che la notte più magica dell’anno abbia inizio!!

salem susanna salem SALEM BOOK

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi