festa-mallorca-patrono

Il 20 Gennaio si è celebrata la festa di San Sebastiano, patrono di Palma, che ha liberato la città dalla peste.

Prima di San Sebastiano il ruolo del patrono era dell’Angelo custode della città e del regno di Mallorca.

La leggenda narra che, durante il 1523, ci fu un’epidemia di peste a Mallorca che all’improvviso cessò a causa di una reliquia del Santo, un frammento d’osso del braccio, il quale fu portato sull’isola da un presbitero proveniente dalla chiesa di San Giovanni di Rodi in Turchia.

Il presbitero inizialmente non aveva intenzione di lasciare la reliquia a Mallorca ma, una volta in mare, la sua barca non poteva avanzare.

Così, il fatto venne interpretato come volontà divina, affinché la reliquia dovesse permanere nell’isola.

san-sebastiano-palma

Ormai, è tradizione che intorno a questa data tutti si preparino ai gran festeggiamenti.

I negozi vengono allestiti con accessori in rosso.

Quasi tutti i bar preparano dei piccoli manifesti per pubblicizzare momenti organizzati per mangiare e bere.

torrada-palma-volantino

In ogni piazza si montano i palchi per spettacoli musicali. Ce ne sono di grandissimi ovunque: Plaza de Espana, Plaza Mayor, Plaza del Rey, Plaza de la Reyna.

I bambini si vestono da diavoletti per interpretare le fiamme di fuoco.

Tra il 19 e il 20 notte si esce tutti molto tardi.

Si vedono delle braci fatte da bidoni divisi a metà con la griglia sopra, e c’è un profumo di arrosto mentre si  ascolta musica qui e lì.

Il 20 mattina si va a messa, i più anziani sono vestiti con i costumi tipici maiorchini. Le donne hanno un velo di pizzo bianco in testa.

Dalle 20 del 21 Gennaio, la avenida Jaume III si colora tutta di rosso, grazie a fari potentissimi.

Ho visto i mangiafuoco, con costumi mostruosi; altri personaggi vestiti da demoni avevano delle aste con dei fuochi accessi rotanti che, quando terminavano, creavano forte rumore.

Tutto questo fuoco simboleggia la purificazione dal male, e in passato, la liberazione dalla peste.

I tamburi suonavano forte, hanno iniziato a sparare i fuochi tra la gente.

E’ stato pericoloso, perché il tutto accade tra la folla e le ceneri bollenti dei fuochi rotanti cadono tra le persone. Ci sono anche molti bambini e cagnolini.

Ma è stato anche molto suggestivo. Se si è a Palma, assolutamente da non perdere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi