amore-matrimonio-senegal


Quando sono arrivata in Senegal pensavo di trovare tanto, ma mai avrei pensato di trovarci l’Amore. Come già raccontato nei post precedenti, poche settimane fa io e V ci siamo sposati in Senegal di fronte ad amici e familiari nel suo comune di nascita.

Questo post rappresenta la nostra esperienza personale con la burocrazia senegalese e italiana per potersi sposare di fronte alle autorità locali nel paese della Terranga, consiglio a tutte coloro che volessero sposarsi in Senegal di informarsi presso il comune dove si intende celebrare il matrimonio, il proprio comune di residenza e l’Ambasciata Italiana di Dakar su eventuali modifiche o richieste differenti da quelle che ci sono state fatte.

Precisazione importantissima inoltre è che io non sono iscritta all’AIRE (anagrafe degli italiani residenti all’estero) e che mio marito è Senegalese residente in Senegal.

Il post è molto lungo, ma ho cercato di essere il più esaustiva possibile, unendo tutte le informazioni che ho cercato con non poche difficoltà in mesi e mesi di preparazione del matrimonio, sperando di semplificare un po’ l’esperienza a chi sta vivendo o sta per intraprendere questo percorso, augurandogli tantissima pazienza e un po’ di fortuna che non guasta mai.

Documenti necessari per la domanda di matrimonio:

SPOSA (di nazionalità Italiana non iscritta all’AIRE)

  • Certificato di nascita internazionale in lingua francese, da richiedere al Comune di nascita e da far legalizzare alla Prefettura di competenza. Normalmente questo documento non è valido per il Senegal perché non ha sottoscritto gli accordi di Monaco, e sarebbe necessario il certificato di nascita con le generalità dei genitori in italiano da far tradurre in francese e legalizzare con la stessa procedura del certificato di stato libero, ma spesso il Comune senegalese accetta il certificato di nascita internazionale.
  • Certificato di stato libero (attualmente viene rilasciato il  Certificato contestuale di residenza, cittadinanza e stato libero) da richiedere al Comune italiano di residenza della sposa  e da far legalizzare dalla Prefettura Italiana di competenza. Il certificato di stato libero va poi tradotto in francese da un traduttore accreditato dell’Ambasciata italiana. La traduzione va fatta legalizzare al Ministero degli Affari Esteri Senegalese Annex 1, il costo della traduzione varia tra i 5 e i 15€ e viene fatta in circa 3 giorni, la legalizzazione invece è gratuita e viene restituita in 24 ore.Vi consiglio di consegnare al Comune Senegalese la fotocopia del documento Italiano e l’originale della traduzione poiché l’originale del documento Italiano sarà richiesto dall’Ambasciata per la trascrizione del matrimonio.
  • Fotocopia del passaporto della sposa
  • Fotocopia di un documento di identificazione di entrambi i genitori della sposa (passaporto o carta d’identità)
  • Fotocopia di un documento di identificazione del testimone ( passaporto o carta d’identità)

Tutti i documenti devono essere stati emessi non più di tre mesi prima del matrimonio, nel mio caso, è stata mia mamma, munita di delega e fotocopia della mia carta d’identità, a richiederli e legalizzarli in prefettura in Italia , me li ha poi invitati tramite Raffaella Dakar conosciuta proprio qui su DCEE che ci si trovava nella nostra città natale in vacanza, sono andata poi a ritirarli a Dakar per farli tradurre e legalizzare.

SPOSO ( di nazionalità Senegalese e residente in Senegal)

  • Estratto di nascita, da richiedere al centro di stato civile competente (comune di nascita , prefettura o sottoprefettura). Attenzione poiché è necessario anche il retro dell’estratto dove sono indicate le menzioni marginali, e spesso viene consegnato senza questa parte.
  • Certificato di Stato Libero , da richiedere anch’esso al centro di stato civile competente
  • Fotocopia di un documento di identificazione (passaporto o carta d’identità) attenzione che i dati riportati e la loro ortografia sia identica a quella dell’estratto di nascita
  • Fotocopia dei documenti di identificazione o dell’estratto di nascita di entrambi i genitori dello sposo , anche in questo caso attenzione ai dati e alla loro ortografia.
  • Fotocopia di un documento di identificazione del testimone

Anche per i documenti dello sposo la loro emissione deve essere antecedente di tre mesi massimi alla data del matrimonio.

Ottenuti tutti i documenti, legalizzati e tradotti quelli provenienti dall’Italia e legalizzati al ministero degli Affari Esteri Senegalese, è possibile procedere alle pubblicazioni di matrimonio, che verranno prodotte dal Comune senegalese dove verrà celebrato il matrimonio e dovranno restare affisse per 15 giorni prima della data di celebrazione presso il Comune stesso e il luogo di lavoro o residenza in Senegal degli sposi. Secondo gli accordi attuali tra Italia e Senegal , per il matrimonio celebrato di fonte alle autorità senegalesi, non sono necessarie le pubblicazioni in Italia.

Il giorno del matrimonio verrà chiesto allo sposo la scelta sul regime patrimoniale (comunione o separazione dei beni ) e sulla monogamia o poligamia, verrà poi richiesta conferma alla sposa sulle scelte dello sposo.

Verranno a fine celebrazione consegnati dall’ufficiale di stato di Civile la copia letterale dell’atto di matrimonio, l’atto di matrimonio, il certificato di matrimonio celebrato, l’estratto dell’atto di matrimonio e il libretto di famiglia. Controllate accuratamente che tutti i documenti presentino le informazioni corrette e che l’ortografia di tutti i dati anagrafici sia corretta.

Riguardo alla scelta del regime patrimoniale noi abbiamo scelto la comunione dei beni, so che in caso di separazione dei beni c’è uno step successivo da eseguire presso un notaio, ma non conosco niente al riguardo.

Ottenuti tutti questi documenti dal comune dove è stato celebrato il matrimonio, dopo i festeggiamenti, il prima possibile se possibile, si potrà procedere agli step successivi necessari alla trascrizione del matrimonio al Comune Italiano di residenza della sposa

I documenti necessari alla trascrizione sono:

  • legalizzazione della copia letterale dell’atto di matrimonio presso il Ministero degli Affari Esteri Senegalese, Annex 2 (sempre nei dintorni di place de l’Indipendence, da consegnare la mattina) , la pratica è gratuita e il documento verrà riconsegnato 2 giorni dopo di pomeriggio, noi abbiamo consegnato il venerdì alle 9 e ritirato il martedì alle 15, in entrambi i casi dopo circa due ore di attesa.
  • traduzione in italiano della copia letterale dell’atto di matrimonio presso un traduttore accreditato dall’ambasciata Italiana
  • legalizzazione della traduzione e della copia letterale dell’atto di  matrimonio (legalizzata precedentemente dal Ministero degli Affari Esteri Senegalese) da parte dell’ambasciata italiana di Dakar tramite l’ufficio legalizzazioni prendendo appuntamento via mail all’indirizzo dakar.legalizzazioni@esteri.it Il costo della pratica ordinaria per la legalizzazione in Ambasciata è di circa 25 euro, con consegna dopo 7 giorni oppure di circa 75 euro con pratica d’urgenza e consegna in 24 ore.
  • A legalizzazione avvenuta , il documento va consegnato unitamente al certificato di stato libero della sposa in originale, alla fotocopia dei passaporti dello sposo e della sposa e al modulo di richiesta di trascrizione di matrimonio, all’ufficio di stato civile dell’ambasciata italiana a Dakar , che procederà all’invio al comune di residenza Italiano della sposa per la trascrizione sul loro registro di stato civile.A volte vengono poste delle domande per verificare che non siano di fronte a un matrimonio bianco,per tanto è necessaria la presenza di entrambi gli sposi. V era uscito a fumare una sigaretta per schiarirsi le idee e mi hanno chiesto di andare a chiamarlo in quanto doveva essere presente alla consegna dei documenti.Consiglio di avvisare anticipatamente il proprio comune dell’arrivo della pratica e verificare che i documenti siano stati inviati e che siano correttamente arrivati in Italia.

A trascrizione avvenuta sarà possibile richiedere il visto per congiunto di cittadino italiano all’ambasciata italiana prendendo appuntamento alla società di gestione dei visti . Per la domanda di visto sarà inoltre necessaria la copia letterale dell’atto di nascita dello sposo, legalizzata dal ministero degli affari esteri senegalese e tradotta in Italiano. La nostra Trascrizione non è ancora avvenuta quindi non posso darvi informazioni aggiuntive su questa pratica.

Non è per niente semplice, soprattutto per chi non vive a Dakar e non ha dimestichezza con la burocrazia Senegalese e Italiana, bisogna armarsi di tanta pazienza e impuntare qualche volta i piedi, prepararsi a ore di coda sotto il sole e a qualche arrabbiatura.

Non scoraggiatevi, non demordete e se avete bisogno di qualcosa non esitate a contattarmi o a contattare conoscenti che hanno già affrontato questo percorso.

Vi abbraccio forte

Link utili:

http://www.diplomatie.gouv.sn/

http://www.ambdakar.esteri.it/ambasciata_dakar/it/in_linea_con_utente/modulistica/modulistica.html

27 commenti
  1. Stefania
    Stefania dice:

    Ciao, sono Stefania e sono proprio felice di aver letto il tuo articolo perché a dicembre vorrei sposarmi con il mio fidanzato senegalese che vive a toubab dialaw e so già che andrò incontro a tempi di attesa lunghi e complicanze burocratiche!Il mio primo intento è prendere appuntamento al consolato senegalese a Milano per avere tutte le info,ma leggendo qui il tuo articolo, mi sembra di poter fare da sola!Quindi io vorrei chiedere tutti i documenti per le pubblicazioni entro ottobre, spedirle in Senegal in modo che il mio fidanzato possa stabilire il giorno (deve farlo nel suo comune di residenza o dobbiamo per forza sposarci in ambasciata a Dakar?)….Poi a gennaio ci sposiamo ed entro luglio cercherò di avere i documenti convalidato in francese, per poter andare con lui in ambasciata a Dakar (sono insegnante e posso viaggiare solo a Natale , luglio e agosto).Con tutte le pratiche chiediamo il visto è a fine agosto K. Può forse, tornare con me in Italia…..Che ne pensi?
    Ti lascio la mia mail se vuoi approfondire

    Grazie mille

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Ciao Stefania.
      Innanzitutto auguri per il tuo imminente matrimonio.
      Purtroppo il mio “far da se” è stato dettato dalla necessità, ne l ambasciata italiana ne quella senegalese di Milano hanno saputo rispondere alle mie domande e creare una lista chiara di cose da fare. Ed è il motivo per il quale ho scelto di scrivere questo articolo.
      Ai tempi mi fu detto che non è possibile, se nn iscritti all aire e quindi residenti in senegal, sposarsi in ambasciata , puoi però sposarti in qualsiasi altro
      Comune senegalese.
      Ti consiglio di inviare il tuo futuro marito in comune per chiedere con certezza quali documenti vogliano, capita spesso che comuni diversi chiedano cose diverse, ed organizzarti di conseguenza.
      Subito dopo il matrimonio in due o tre giorni potete fare le pratiche burocratiche per le quali è necessaria la tua presenza a dakar, e potresti lasciare a lui l incombenza di quelle per le quali tu non sei indispensabile, accorciando notevolmente in tempi. Generalmente un mese/due dopo il matrimonio lui avrà il visto X l Italia quindi potrà raggiungerti senza problemi.
      Se ti servono altre spiegazioni o consigli sono qui!!!
      Un abbraccio

      Rispondi
  2. Stefania
    Stefania dice:

    Grazie mille, il tuo articolo è stato ed è sempre illuminante per avere chiarimenti!!!all’anagrafe del mio comune mi hanno detto di chiedere se devo fare o.meno le pubblicazioni anche in.italia (hai ragione, tutti dicono cose diverse, ambasciata a roma, anagrafe…)ma tu hai scritti di no quindi se servono solo i documenti che hai elencato tu, sono già a buon punto!!!!grazie mille(confermi quindi niente pubblicazioni in.italia?)

    Rispondi
  3. Stefania
    Stefania dice:

    ciao, sono la tua ossessione, Stefania!!!!🙌 scusa, solo un ultima domanda….dove posso fare le traduzioni dello stato civile,,? vado direttamente al consolato a Milano? anche di questo nessuno sa nulla o tutti dicono cose diverse!!!!oppure tribunale?addirittura mi hanno detto di farlo tradurre ad un amico che sappia bene io francese e poi portarlo in tribunale a validare!!!!😭😩

    Rispondi
  4. Anna
    Anna dice:

    Ciao Francesca, bellissimi i tuoi articoli. Anch’io vorrei sposarmi col mio compagno che vive in Casamance. Nel sito dell’ambasciata si parla soltanto di estratto di nascita (con generalità genitori), certificato di stato libero e fotocopia passaporto (legalizzati dalla prefettura italiana) come documenti necessari per il matrimonio. Tu invece aggiungi anche altri documenti da presentare e da traudrre. Sono cambiate le cose?
    Per quanto riguarda il riconoscimento del matrimonio in Italia l’ambasciata ti convoca per delle verifiche dopo circa 3 mesi? A te risulta? Perchè a questo proposito il mio compagno mi parlava della possibilità di firmare a distanza così da potermi recare in Senegal una volta avuto l’appuntamento dell’ambasciata senza fare avanti indietro mille volte. Ho in programma di trasferirmi in Casamance in un secondo momento.
    Grazie mille di tutte le info che riuscirai a darmi e tanti auguri a te e V

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Ciao, scusa per il ritardo nella risposta ma tutte le mail dei vostri commenti finivano inspiegabilmente nella cartella spam . Per quanto riguarda i documenti penso che cambi da comune a comune ( in senegal) quindi ti consiglio di mandare qualcuno di fiducia nel comune del tuo fidanzato a raccogliere informazioni. Sul discorso firmare a distanza non ero al corrente ma dubito possa essere possibile, magari puoi inviare dei documenti tramite raccomandata ma di più non so dirti.
      Sul discorso controlli a me personalmente nn li hanno fatti, alla coppia prima di noi invece hanno fatto una specie di interrogatorio nel quale chiedevano informazioni sulla loro relazione il giorno che han chiesto in ambasciata la trascrizione in Italia, vero però che queste domande a me le avevano già poste un anno prima quando abbiamo richiesto il visto turistico X l Italia. Spero di esserti stata d aiuto anche se in ritardo

      Rispondi
  5. Mara
    Mara dice:

    Buongiorno. Io ho consegnato documenti al consolato a dakar x la trascrizione del matrimonio. È passato piu di un mese ma nn è arrivato ancora nulla al mio comune di residenza. Qualcuno mi sa dire la media delle tempistiche?

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Ciao, scusa per il ritardo nella risposta. Il mio comune seppur preventivamente avvisato dell arrivo della trascrizione di matrimonio c ha messo circa un mesetto a farla, questo perché dicono di dover rispettare la coda delle trascrizioni di altri residenti e quindi si crea un po’ di attesa. I documenti da dakar però sono partiti in 2 giorni. Se nn sono arrivati ancora al comune informati con l ambasciata, se invece sono stati correttamente inviati informati con il comune sulla eventuale coda di atti da trascrivere.
      Spero di esser stata di aiuto! Un abbraccio

      Rispondi
  6. Fatou
    Fatou dice:

    Ciao Stefania,

    avrei bisogno di chiederti un paio di chiarimenti sulle formalità da espletare per sposarsi in Casamance.
    Mi puoi contattare via mail ?
    Grazie mille !!!!!!
    Spero di sentirti presto … mi resta poco tempo per la burocrazia Senegalese !! 🙂

    Rispondi
      • Fatou
        Fatou dice:

        Buongiorno Francesca, sono di nuovo qui.

        Nel tuo post scrivi che è necessaria la copia dei documenti dei genitori oltre al certificato di nascita e a quello di stato libero. Me lo confermi ? Anche se non sono presenti alla celebrazione quindi non sono testimoni ?

        Per la traduzione dei certificati è possibile farlo in Italia o lo si deve fare esclusivamente in Senegal ? tu scrivi che “Il certificato di stato libero va poi tradotto in francese da un traduttore accreditato dell’Ambasciata italiana. La traduzione va fatta legalizzare al Ministero degli Affari Esteri Senegalese…. ”

        Grazie mille per il tuo aiuto !!!! 🙂

        Rispondi
        • Francesca Senegal
          Francesca Senegal dice:

          Ciao fatou.
          I documenti dei genitori di entrambi gli sposi sono obbligatori. Anche se nn presenti perche serve sapere figlia di chi sei ( ricordati che serve il certificato
          Di nascita dove sono riportati i loro
          Nomi, quindi vogliono anche un documento che attesti che sei effettivamente i tu loro figlia e loro i tuoi genitori). X le traduzioni invece non sono sicura, penso che se li facessi tradurre in Italia dovresti poi farli legalizzare dalla prefettura , ma nn sono sicura. Inoltre ti consiglio di farlo tradurre in senegal, perché i costi si riducono notevolmente.

          Rispondi
          • Francesca Senegal
            Francesca Senegal dice:

            Accordandoti con il traduttore che sceglierai dalla lista, potresti inviare i documenti via mail prima d arrivare in senegal e andare poi solo a ritirarli al tuo Arrivo

  7. Stefania
    Stefania dice:

    Eccomi Francesca, sono Stefania, ormai felicemente sposata con Karim, la scelta migliore della nostra vita. Grazie alle tue indicazioni lette e rilette mille volte, e ai siti ambasciata e global abbiamo fatto tutto, abbiamo già presentato anche la richiesta di ricongiungimento. La pratica è in ambasciata da ieri quindi credo che ora sia questione di giorni, è un suo diritto, non possono negargli il visto…..SPERO!!!!!! Grazie, sei stata utilissima!!!!!!

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Che bello stefania saper di essere stata utile , era proprio lo scopo con il quale ho pubblicato questo post.
      Tranquilla per il visto, arriverà ! A noi ci ha messo di piu ad arrivare la trascrizione dall’italia ( poco piu di un mese) , invece il visto l’abbiamo avuto in una settimana circa.
      Buona fortuna
      un abbraccio

      Rispondi
  8. Fatou
    Fatou dice:

    Grazie, Francesca, per le tue preziose informazioni !
    Volevo dirti che giorni fa ho contattato l’ambasciata del Senegal a Roma e mi hanno detto che la traduzione posso farla anch’io e poi farla legalizzare / asseverare presso la cancelleria del Tribunale della mia città.
    Tu ne sai qualcosa ?
    Se possibile vorrei seguire questa strada perchè vorrei partire con tutto il necessario dall’Italia e non vorrei fermarmi a Dakar per traduzioni etc.
    Ho poco tempo a disposizione purtroppo !

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Buona sera Fatou,
      la richiesta della trascrizione del matrimonio deve essere eseguita dall’ambasciata italiana di Dakar , rispettando le procedure dell’ambasciata stessa. anche a me l’ambasciata di roma ha detto tantissime cose, che poi si sono rivelate non vere o comunque non accettate in loco dal ministero senegalese o dall’ambasciata italiana.
      Rischi, con una procedura diversa, di non ottenere la tua trascrizione, senza la quale il vostro matrimonio non è valido in italia e quindi non potete poi richidere il visto.

      Un abbraccio

      Rispondi
  9. Moustapha
    Moustapha dice:

    Ciao mi chiamo moustapha vorrei sposarmi con la.mia ragazza in Senegal e avrei bisogno capire un Po di cose partendo dalla documentazione da portare, come muovermi per fare più veloce quanto tempo deve stare la.mia.ragazza in Senegal giusto per avere le ferie necessarie?
    Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Buona sera moustapha,
      in questo articolo c’è la lista completa di tutto quello che ho fatto io nel 2016 per sposarmi in senegal e far trascrivere il matrimonio in italia.
      c’è qualche punto che non ti è chiaro?

      Rispondi
  10. Emilia Scarpone
    Emilia Scarpone dice:

    Ciao a tutte sono Emi che bello sentire note positive…La mia situazione piu complicata delle vostre. Mi sono sposata il mese scorso in Gambia perchè mio marito è gambiano ma l’ambasciata di riferimento per la legalizzazione del mio matrimonio è comunque quella di Dakar. Sto dunque impazzendo cercando di conciliare gli ordinamenti di 3 stati anche se per senegal e italia sono molto simili. Vorrei chiedervi è stato facile per la legalizzazione a
    prendere appuntamento con l’agenzia segnalata dall’ambasciata?quanto tempo è necessario? Qual’è indirizzo? Per la trascrizione ho un amica qualcuno ha personalmente i documenti al suo comune senza aspettare l’ invio da parte dell’Ambasciata? Io sono in italia ho lasciato a mio marito i passaporti…ma da quello che dite sembra che bisogna andare isieme…ma non è scritto sul sito dell’Ambasciata..
    Grazie

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      buonasera Emilia,
      la richiesta di appuntamento per la legalizzazione mi è stato dato ( se non ricordo male) dall’ambasciata stessa.
      nel nostro caso, anche per la richiesta di visto successiva ( essendo richiesto a trascrizione avvenuta, quindi mio marito coniuge di cittadino italiano) siamo passati direttamente dall’ambasciata, senza passare dalle agenzie che trattano le richieste di visto. Nel nostro periodo, tra l’altro, c’è stata la transizione tra la vecchia agenzia e quella nuova, purtroppo non posso quindi esserti d’aiuto.
      Posso pero garantirti che per la trascrizione bisogna essere entrambi presenti in ambasciata. Nel nostro caso conoscevano già i dettagli della nostra storia ( avevamo avuto nel 2015 un visto turistico e avevamo dovuto fornire tutti i dettagli all’ambasciata in quell’occasione) quindi è stata abbastanza veloce la situazione e non ci hanno praticamente posto domande, ma per esempio la coppia prima di noi è stata “interrogata” per verificare che non si trattasse di un matrimonio di convenienza.
      un abbraccio

      Rispondi
  11. Alice
    Alice dice:

    Ciao FRANCESCA, ho letto il tuo blog. Io mi sono sposata a Dakar 2 giorni fa, dopo aver fatto tutte le traduzioni dei documenti (prima e dopo) oggi è iniziata la trafila per il visto, ore interminabili di code, dove ogniuno da la sua versione, carabiniere dell’ambasciata compreso. Loro dicono che solo attraverso l’avenzia Global si può aver documentazione necessaria. Andando lì non ricevono, al telefono impossibile prendere appuntamento, qui sembra di essere a “Napoli” nel senso che chi paga fa tutto prima, ma fidarsi o no??! Io devo ripartire domani per l’Italia. E sono molto molto scoraggiata, mi sto informando se posso fare la legalizzazione del matrimonio direttamente in Italia, e far partire mio marito con un visto turistico, facendo da garante con fideiussione bancaria… sta diventando un incubo tutta questa burocrazia.

    Rispondi
    • Francesca Senegal
      Francesca Senegal dice:

      Buonasera Alice,
      che io sappia prima di richiedere il visto dovete eseguire la trascrizione del matrimonio in italia presso l’ambasciata. Anche per poi facilitare tutta la questione della richiesta della carta di soggiorno in italia.
      Noi per la trascrizione abbiamo preso appuntamento direttamente tramite l’ambasciata, senza passare dall’agenzia, e questa procedura poi è stata utilizzata anche per il visto.
      Ti consiglio di provare a inviare una mail in ambasciata dicendo che non riesci a prendere appuntamento.
      Se non ricordo male è diritto del coniuge di cittadino italiano , di fornire la domanda di visto direttamente all’ambasciata , l’agenzia di servizi deve invece occuparsi solo delle richieste di visto turistiche.
      un abbraccio

      Rispondi
  12. sisi
    sisi dice:

    buonasera
    vorrei chiedervi una cortesia
    se avete un fac simile di stato libero da francese al italiano
    grazie anticipamente

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi