Paese che vai cucina che trovi ovvero: cosa  mangio adesso che vivo in Svizzera e non più in Italia?

Adattamento è la prima parola che ho insegnato ai miei bambini, da quando viviamo qui in Svizzera.
Adattarsi,al nuovo clima, al nuovo contesto sociale, al nuovo dialetto, abitudini usi e costumi e non per ultimo anche alla cucina Svizzera!

Ma quali sono i cibi che maggiormente fanno parte della tradizione elvetica?
Insomma cosa si mangia in Svizzera, mi sento chiedere sempre più spesso da amici e parenti?

Innanzi tutto bisogna fare una premessa: Se vuoi mangiare bene e mangiare sano oltre che il tuo cibo tradizionale, cucina a casa tua, e stai pur certo che non ti sbaglierai mai…anzi devo dire che da quando vivo in territorio elvetico, per non dimenticare le mie tradizioni, ho imparato a cucinare ancora meglio di quando vivevo a Roma.

Detto questo, la cucina svizzera, non è cosi malvagia come molti ritengono e questi sono alcuni tra i piatti più tradizionali che ho conosciuto da quando vivo qui:

  • Risotto al merlot;
  • Polenta cucinata in “ in tutte le salse”
  • Luganighetta, ovvero una tipica salsiccia locale;
  • Costine di maiale marinate cucinate rigorosamente al barbecue;
  • Bratwurst (una sorta di Würstel ma di vitello);
  • Rösti ( Patate sottilissime mescolate a burro, formaggio e pezzetti di pancetta a mo’ di frittata );
  • Treccia di pane al latte e burro chiamata ZOMPF, (mangiata la domenica mattina a colazione);
  • Gipfel…..una sorta di “cugino” della brioche milanese, o del cornetto Romano ma meno zuccherata e più burrosa;
  • Raclette;
  • Spätzli (un tipo particolare di pasta fatta con acqua, farina e uova)
  • Fondue

Questi sono i cibi più ricorrenti, che ho avuto modo di mangiare …certo non c’è dubbio che la cucina Italiana, sia decisamente più ricca anche perché senza falsa modestia , stiamo parlando di uno dei paesi al mondo dove si mangia meglio, pero non ci lamentiamo dai!

L’unica grande vera pecca è data  dai prezzi proibitivi dei ristoranti , che chiaramente non allettano una famiglia numerosa come la nostra a frequentarli in modo abituale !!

Anche la pizza che è chiaramente conosciuta pure da queste parti, non costa poco, basti pensare che una semplice Margherita costa all’incirca 15-17 franchi 🙁

A livello di qualità nulla da eccepire, non a caso le carni svizzere, cosi come anche i latticini sono considerate tra le migliori al mondo , senza poi dimenticare La Cioccolata che qui la fa da padrona.

In qualunque supermercato locale (come Aldi, Migros, Coop, Manor food etc), potrai imbatterti in interi reparti dedicati esclusivamente alla Cioccolata, in tutte le sue forme, dimensioni e gusti ed in questo caso a prezzi decisamente competitivi.

Quindi golosi di tutto il mondo fatevi avanti, perché la Svizzera non avrà l’arte culinaria italiana, ma in fatto di cioccolata, non si batte proprio. E anche se mio figlio piccolo, ormai quando si trova a Roma al bar, chiede un Gipfel…..ci rassegneremo volentieri a questa sconfitta, purché io possa continuare a gustare la deliziosa cioccolata svizzera, in cambio di un buon cornetto nostrano!!

Ps: Ho pensato di lasciarvi una delle mie ricette preferite: Gli Spätzli, che a volte mi diletto a fare direttamente home made, utilizzando il mio adorato Robot da cucina, oppure anche a preparando l’impasto direttamente a mano.
Si tratta di deliziosi “gnocchetti “ dalla forma poco lineare anzi “stortignaccola” direi, che hanno origini dalla cucina tradizionale tedesca e per questo sono molto conosciuti anche nel nord Italia , in particola modo in Trentino Alto Adige .

svizzera-italiana-mangia

Spaetzli con barbabietola CRAUTI E BRATWURST

Spaetzli con barbabietola CRAUTI E BRATWURST

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di farina;
3 uova;
sale qb;
140 ml di acqua tiepida

Creare un impasto liscio, aggiungendo gli ingredienti uno alla volta.

Utilizzare l’apposito strumento chiamato “Mandolina”, per tagliarli e farli cadere direttamente in acqua bollente per la cottura; In alternativa potrete utilizzare anche un semplicissimo schiaccia patate 🙂 e…poi una volta cotti (non appena salgono a galla), versare in un tegame con  burro e speck e, volendo, pezzetti di formaggio!!

Buon Appetito 🙂

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi