sicilia

Tornare a casa: da Isola a Isola

Vivere in un’isola, Mauritius,  in cui tutti vanno in vacanza ma fare le vacanze tornando a casa in Sicilia.
Tornare a casa almeno una volta l’anno è un must …
Non posso farne a meno, il legame con la mia terra e con la famiglia che è li ad aspettare il nostro arrivo e gli amici che tutti noi vogliamo rivedere è sempre troppo forte!  Quindi, conciliare un viaggio estivo con il ritorno a casa, diventa complicato perché il tempo sembra non bastare mai!
La barca a vela su cui i miei figli sono cresciuti e che ci ha portato in lungo e largo per tanti anni è sempre pronta a salpare.
Nessuno di noi vuole rinunciarvi, quindi, i giorni pre e post vacanze in barca sono frenetici.
Giornate scandite da appuntamenti per aperitivi, cene, pranzi e qualsiasi altra occasione che possa andare bene per incontrare qualcuno!
Le settimane si susseguono e tutto ciò che avevi programmato di fare non sempre riesci a rispettarlo.
Quindi, le aspettative cominciano ad essere deluse e  non solo le mie, ma anche quelle dei figli che, ormai più grandi, non seguono più solo le orme di mamma e papà ma hanno anche loro le proprie esigenze e voglia di fare altre cose!
È dura la vita da expats e ci si sente spesso incompresi perché, nell’ immaginario collettivo, scegliere di vivere all’estero significa che stare lontano è meglio e che snobbi le tue origini (poi se vivi a Mauritius come noi  vuol dire per molti “essere sempre in vacanza”) di conseguenza  tutto si complica perché non è proprio così!
danila-vacanza-sicilia
Visite culturali, musei, mostre, chiese e teatri sono tutto ciò ti manca e ne vorresti fare una scorpacciata ma, ad agosto e con 40 gradi in città, non è facile  fare tutto.
Allora,  scappare al mare diventa la scelta più giusta benché tu, -noi – di mare non se ne possa più considerato che vivi – viviamo – nell’Oceano Indiano.
Tutti vanno al mare in estate e, quindi, tocca accodarsi per amore dello stare insieme.
Salire a bordo di Altair, la nostra barca, diventa un modo per coinciliare le esigenze di molti e per soddisfare la ricerca di un po’ di relax perché, per noi, mare vuol dire barca: niente spiagge con  lidi, lettini ed ombrelloni!
Già non mi piacevano prima ma adesso, dopo aver vissuto a Mauritius dove le  spiagge sono spesso deserte, ha contribuito alla sindrome da spiagge affollate .
Le vacanze siciliane stanno finendo e faremo tesoro del tempo passato con gli amici e i familiari , del buon cibo e di tutto ciò che saremo riusciti a fare e vedere e delle meravigliose nuotate nel nostro mare.
Perché il mar Mediterraneo, senza alcun dubbio, non ha paragone con nessun altro mare al mondo!
sicilia-barca-vela
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi