8 cose che non sai di me e del mio espatrio in Olanda

Anche se un po’ in ritardo ho voluto scrivere anche io le 8 cose riguardanti me ed il mio espatrio. Mi sono divertita molto a leggere degli espatri e delle personalità delle altre autrici, ma adesso tocca a me.

1.Non ero mai stata in Olanda prima di trasferirmi.

Ho viaggiato molto, sia da bambina che da adulta, ma l’Olanda mancava alla mia lista di paesi visitati. Sapevo anche ben poco su questo paese. La mia conoscenza si limitava a tulipani e mulini a vento. Tuttavia, quando mi è stato chiesto di trasferirmi in Olanda non ci ho pensato due volte, in poco tempo ho fatto le valigie, ho salutato tutti e sono partita.

2. Non bevo né caffè né vino.

Questa cosa sciocca sempre tutte le persone, soprattutto gli stranieri. L’Italia spesso viene associata al caffè e al buon vino e quando qualcuno mi offre un caffè o vuole un consiglio sul vino da comprare, resta sempre senza parole quando confesso di non bere né l’uno né l’altro. D’altra parte, però amo alla follia il tè, sono un’inglese mancata.

3. Gezellig

È una delle prime parole che ho imparato in olandese ma non ne capivo il significato. Sul dizionario le traduzioni sono: accogliente, intimo, piacevole, simpatico. Secondo me è una parola che non si può tradurre. È considerato uno stile di vita, uno stato d’animo in una sola parola.

4. Finita l’università mi aspettavo di insegnare a bambini invece adesso insegno a persone con il doppio dei miei anni.

Sono laureata in Formazione Primaria e appena finita l’università mi aspettavo di insegnare in classi di scuole dell’infanzia o primaria. Speravo di avere a che fare con cartelloni colorati, lavoretti per le festività e tanti piccoli “puffi” che saltassero e corressero di qua e di là. Invece mi sono ritrovata in Olanda dove avvicinarmi ad una scuola per bambini per me è praticamente impossibile per via della lingua olandese. Mi sono specializzata quindi nell’insegnamento dell’italiano a stranieri e adesso i miei studenti sono persone adulte, tante in pensione che amano la lingua italiana e la voglia di studiare non gli è passata.

5. Da bambina sognavo di andare sull’isola che non c’è insieme a Peter Pan.

Ho sempre amato Peter Pan e non nego che anche adesso se mi capita riguardo volentieri il cartone o il film. Quando ero piccola sognavo l’isola che non c’è, questo posto incantato pieno di avventure. Viaggio spesso con la fantasia e anche ora, ogni tanto, ci penso e spero che nel futuro possa trovare la mia isola con il mio Peter Pan e di vivere tra divertimento e avventure.

6. Amo la montagna ma vivo in un paese completamente piatto.

Da bambina trascorrevo parte della mia estate in montagna con i miei nonni e da lì è nata la mia passione. D’estate amo andare a fare lunghe passeggiate tra il silenzio e la natura, rilassandomi moltissimo e distaccandomi dalla vita caotica e frenetica di città. In Olanda tutto questo mi manca, gli infiniti prati verdi di campagna olandese sono imparagonabili alle faticose salite di montagna che regalano viste mozzafiato.

7. Pianificare tutto come stile di vita.

Sono la classica persona che pianifica tutto e scrive liste di cose da fare. Le cose imprevedibili e dell’ultimo minuto mi destabilizzano, soprattutto se non vengono direttamente da me. So che esistono app per fare liste e note, ma io sono sempre bloccata a carta e penna. La soddisfazione che ho nel tracciare una riga sopra le cose fatte o mettere un semplice tick è grandissima.

8. Guardo film romantici e leggo grandi storie d’amore ma non sono per nulla romantica.

Amo alla follia tutto quello che è romantico e sdolcinato. Le grandi storie d’amore come quella di Romeo e Giulietta, Mr. Darcy ed Elizabeth Bennett oppure Jane Eyre e il signor Rochester. Però il romanticismo lo vivo solo nei libri o nei film, perché viviamo su due rette parallele che non si incontreranno mai. Mio marito, scherzando (?), mi dice che ho un cuore di ghiaccio.

Voi? Quante caratteristiche avete in comune con me?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi