alice-doppia

E’ bello che tu sia qui!
Il mio nome e Alice, anno 1986, nata e cresciuta in Veneto ma con papà sardo.

Già a nove mesi i miei mi fecero fare il mio primo viaggio in aereo: destinazione Sardegna. Nel tempo ho coltivato l’attitudine di esplorare per espandere i miei limiti e godere delle infinite bellezze che offre Madre Natura.
Oltre all’Italia e qualche altro paese in Europa, ho scelto di scoprire qualcosa del Messico, Hawaii, Florida, Thailandia, Indonesia e Australia. In quest’ultima ci ho vissuto due anni ma andiamo con
ordine.
Ho ottenuto il diploma di ragioneria e la laurea in Scienze politiche, al tempo non avevo le idee chiare ma c’erano 3 passioni che tuttora sento vive:
1. la crescita personale/interiore: studi, corsi, letture, eventi, incontri, yoga, Reiki, meditazione, e tanto altro sono ciò che stimolano e soddisfano la mia curiosità di conoscermi, di osservare, di comprendere, di migliorare, di condividere, di riempire la mia quotidianità
2. internet e la tecnologia: mente analitica, buona autodidattica e sete di conoscenza mi permettono di stare ore e ore davanti agli schermi senza mai annoiarmi
3. aiutare gli altri: 10 anni di scout e altrettanti come animatrice per i bambini hanno potenziato la mia empatia e la soddisfazione nel lasciare un segno positivo a chi incrocio nel mio percorso.
Finiti gli studi mi catapulto per cinque anni in un ufficio nel mio paesino di provenienza in provincia di Rovigo, convivevo con Davide il mio attuale marito, casa, auto, lavoro a tempo indeterminato, tutto sembrava a posto e stabile, come la società ci istruiva a vivere.
Ma io non stavo bene, io volevo godermi il sole, volevo trasferirmi ai tropici, volevo gestire il mio tempo senza dover rendere conto a qualcun altro, volevo di più.
Nel 2015 mi licenzio e partiamo per l’Australia, biglietto di sola andata, tanta voglia di rinascere senza guardarsi indietro, due valige e si vola a Melbourne con il visto Working Holiday.
L’avventura ha inizio, dato che il nostro inglese era pessimo, ci reinventiamo professionalmente e io mi butto in cucina, precisamente in un ristorante dove fanno solo matrimoni ed eventi. Ci trasferiamo poi in un altro stato per “guadagnarci” nella famosa farm i giorni necessari al rinnovo del visto.
Esperienza molto positiva, divertente, faticosa e ben pagata, abbiamo potato le vigne nei quattro mesi invernali, tanta pioggia ma ne è valsa la pena.
Il secondo anno lo passiamo a Perth, la mia città australiana preferita, di nuovo torno in cucina prima per un ristorante che provvede i pasti per i tours in barca e poi in un hotel fresco di apertura.
Mi occupavo delle colazioni quindi l’orario era 5-14 e quella esperienza fu importante perché finiti i sei mesi mi feci una promessa: ‘non lavorare più come dipendente’.
Il seguito è un road-trip di oltre un mese lungo tutte le coste australiane (si il giro completo): 800 km di guida in un giorno, cieli stellati immensi, deserto, koala, canguri, coccodrilli, tuffi dalle scogliere, spiagge desolate, onde giganti, musica, nativi, introspezione sono briciole di ricordi straordinari.
Torniamo in Italia un mese nell’estate 2017 giusto per salutare le famiglie e ripartiamo per oltreoceano,
questa volta direzione opposta: Canada.
Entrambi amanti del mare e del clima tropicale, scegliamo la città più mite quindi Vancouver.
Una domanda immagino sorga spontanea, se vi piace il caldo perché siete nella terra degli orsi?
Risposta facile: il nonno di Davide emigrato negli anni 50 aveva ottenuto la cittadinanza canadese che ha poi trasferito per Jus sanguinis.
Il nostro obiettivo resta trasferirci e stabilirci altrove, la pandemia ha cambiato alcuni piani ma non credo al caso. Nel frattempo facciamo quel che possiamo con quello che abbiamo.
Da quando sono qui ho cambiato casa altre cinque volte, adottato una gattina, scritto e pubblicato un
manuale su Amazon, aperto e venduto un e-commerce, lavorato più di 1000 ore come comparsa in film e serie TV Netflix, Apple, Disney ecc.
Ma non è tutto, la mia più grande sfida è appena cominciata: ho deciso di aiutare altre donne a imparare ad amarsi tramite percorsi di consapevolezza con una visione olistica.
Professionalmente la mia figura si inquadra come self-love coach: una delle mie qualità è attraversare il conscio, raggiungere le parti nascoste e offrire una nuova prospettiva che possa Ri-portare alla luce.
Nel mio podcast “Cogli l’Essenza” propongo una visualizzazione che favorisce a comprendere il mio
ruolo in un possibile percorso di rinascita femminile.
In questo blog mi impegno a raccontare come vivo la mia vita da espatriata cercando di dare una chiave di lettura che possa ispirarti a vivere connessa con la tua vera essenza.

Il mio motto è: “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” (Buddha)
La mia filosofia invece: Non chiederti di cosa ha bisogno il mondo. Chiediti che cosa ti rende felice e poi fallo.

Il mondo ha bisogno di persone felici. (Antoine De Saint-Exupéry)

Il mio Podcast, meditazioni sul canale Youtube.risorse gratuite
IG: @laviadellequilibrio
FB: Alice Fais

Gli articoli scritti da Alice

Condividi con chi vuoi