Home Autrici Amo la Spagna perchè…

Amo la Spagna perchè…

di Ilaria Notarantonio
arte-strade

Amo la Spagna perchè…

arte-strade

L’amore è un sentimento inspiegabile, non segue la ragione, non segue liste di pro e contro.

L’amore nasce quando meno te lo aspetti e tu non puoi farci proprio nulla, sei impotente.

L’amore ha tante forme, e a me piace pensare che tra i miei tanti amori c’è anche quello per questo paese meraviglioso che è la Spagna.

Vediamo se, con un misto di melodramma e ironia, riesco a trovare tutti i perché, a trovare quella ragione che all’amore in realtá non si addice proprio. E vediamo se anche tu che stai leggendo sei innamorato come me.

Amo la Spagna perchè è calda, anche quando è fredda.

Amo la Spagna perchè non c’è problema del quale non si possa sdrammatizzare

… e berci sopra del tinto de verano.

Amo la Spagna perchè gli spagnoli litigano proclamandosi così diversi, ma ai miei occhi sono invece così simili.

Amo la Spagna perchè qui si mangia lentamente… ma si beve velocissimo.

Amo la Spagna perchè ho incontrato tanti spagnoli simpaticissimi.

E anche altrettanti antipaticissimi, ma nessuno di loro è mai riuscito a scalfire il mio sentimento.

Amo la Spagna perchè quando penso di aver scoperto tutto, realizzo che mi manca ancora così tanto da scoprire.

Amo la Spagna perchè la gente si critica e sparla, e dopo un nanosecondo se lo son dimenticati e non se ne discute più.

Amo la Spagna anche perchè la gente litiga e litiga, e dopo un nanosecondo se lo son dimenticati e non se ne discute più.

murales-madrid

Amo la Spagna per i “no pasa nada”, “mi casa es tu casa”,“la vida es una”.

Amo la Spagna perché qui la pizza è veramente inmangiabile. Ma sono convinti di farla così bene…

Amo la Spagna perchè se qualcuno ti dà una gomitata per strada, è più probabile che chieda tu scusa piuttosto che sia tu a riceverne,

Amo la Spagna perchè i comici qui sono popolari… no, popolari non è sufficiente, sono proprio degli idoli.

Amo la Spagna perchè c’è sempre l’ amico del cugino che ti fará un buon prezzo

… ma con bassissima qualitá.

Amo la Spagna perchè prima di andare al cinema si comprano i pop corn al supermercato e si nascondono in borsa, come negli anni 80′.

Amo la Spagna per i parcheggi creativi e le doppie file tassative.

Amo la Spagna perchè c’è almeno un blablacar per ogni destinazione… i treni, questi sconosciuti.

Amo la Spagna perchè se non torni alle 7 del mattino che sei uscito a fare?

Amo la Spagna perchè “tioooo el Real ha salido de la champion!”

Amo la Spagna perchè ci si sveglia alle 6, si pranza alle 15, si cena alle 22 e si va a dormire a mezzanotte. E non si è mai stanchi.

Amo la Spagna perchè c’è tanta disperazione quanta voglia di sorridere.

E infine amo la Spagna perchè mi sorprende sempre, in bene.

Insomma, amo la Spagna perchè è sbagliata.

Ma è così profondamente giusta in ogni suo sbaglio.

E lei, lei amerá me?

spagna-cibele-madrid

Chi sono

Condividi con chi vuoi

Ti potrebbe piacere

12 Commenti

Chiara 28/04/2019 - 22:54

Grande. Bell’articolo..mi ritrovo nelle tue parole:)

Rispondi
Ilaria Notarantonio 29/04/2019 - 10:10

Grazie 🙂

Rispondi
Carmela Lupo 21/09/2020 - 19:31

Unica. La Spagna. Non esiste posto più bello. ❤

Rispondi
Enrica 29/04/2019 - 22:11

Anche io la amo per tutte queste ragioni. Sto cerando il coraggio di lasciare tutto e andarci finalmente!

Rispondi
Ilaria Notarantonio 02/05/2019 - 09:05

Ciao Enrica! Anche a me ci è voluto un po’, alla fine è stato un problema fisico a darmi la spinta di cui avevo bisogno… mi sono detta “ora o mai più”! 🙂

Rispondi
Giuseppina 30/04/2019 - 07:49

Ciao Ilaria, che bell’articolo! Vivi in Spagna al momento e se sì dove? Complimenti per il blog! 🙂

Rispondi
Ilaria Notarantonio 02/05/2019 - 09:06

Ciao Giuseppina, grazie mille 🙂 sono a Madrid!

Rispondi
Susanna 19/05/2019 - 11:44

Condivido quello che ho letto, l’ho conosciuta andando a trovare mia figlia, che vive ad Alicante. Lei stessa che sin da piccola le dicevo impara l’inglese, e lei mi rispondeva, io voglio imparare lo spagnolo, in seguito ci andò a vivere. Ho amato Alicante da subito, ero a casa anche là, e tutte le volte che ci vado, mi sento bene, mi da carica ed energia, amo la sua gente, il suo cibo, e tutto quello che mi circonda.

Rispondi
Ilaria Notarantonio 19/05/2019 - 17:28

Ciao Susanna, ma grazie! Sono contenta di sapere che ci siano persone che condividono questo amore!!! Alicante poi è bellissima. Un saluto!

Rispondi
Francesca 01/03/2022 - 14:25

Brava!! Sono d’accordo! Io vivo a Barcellona e mi riconosco proprio in quello che hai scritto. Amo la Spagna ma anche gli spagnoli, infatti vivo in Spagna e sto con uno spagnolo che litiga, beve birra e cucina la pizza! Eheh

Rispondi
Erica 03/03/2022 - 00:23

Peccato che tutta la bellezza, l’energia, il progresso e l’amore che ci vedete in questa nazione e popolo del terzo mondo irrealisticamente mostrato evoluto e migliore da prendere pure a modello che è pazzesco perché è come prendere a modello i musulmani e gli slavi altri popoli fortemente sottosviluppati da cui gli spagnoli discendono sono nella realtà l’esatto opposto com’è da sempre dall’antichità non hanno mai fatto e dato nulla di buono che non ha mai contribuito alla civiltà del mondo a differenza di altri popoli come gli italiani ma hanno dato le cose peggiori malattie pandemiche mortali, pestilenze, massacri, dittature e distruzioni di culture evolutissime e antichissime la malvagità e la violenza estreme che avevano secoli fa ce le hanno intrinseche ancora adesso più brutte e violente che mai erano marcissimi secoli fa lo sono ancora lo saranno sempre.
Come vi spiegate che le nazioni e i popoli di cultura spagnola come il Centro-Sud America, il Sud Italia e le Filippine con l’invasione degli spagnoli finirono in una povertà, sporcizia, violenza e criminalità così gravi che li distrussero di cui vediamo tutt’ora le terribili conseguenze? Perché non sono l’opposto le più pulite, le più ricche, le più evolute le più vivibili avendo la loro cultura se mai si può chiamare così l’inesistente formazione spagnola?
Perché i loro discendenti sono estremamente pigri, estremamente poveri, estremamente luridi, estremamente maneschi e criminali, estremamente di intelletto bassissimo?
Perché la Spagna e gli spagnoli non sono a livello e molto di più di progresso culturale ed economico del Giappone, del Canada e della Scandinavia o almeno dell’Inghilterra e della Germania?
Perché in Spagna lo Stato commette gravissimi abusi di potere disumani e violentissime soppressioni di libertà ed espressione? Perché maltrattano ferocemente gli animali?
Perché se dite che da loro si mangia bene i loro piatti hanno poca frutta e poca verdura ma tanta troppa carne e usano sostanze chimiche, ormoni e transgenico di prassi oltre il limite di tollerabilità e tossicità e bevono tantissimo alcool l’opposto di quello che la medicina insegna per stare in salute e hanno tanti casi di malattie gravi e di cancro?
Perché se sono così festaioli e solari sono pieni di alcolisti, tossici e malati mentali e vivono “così felici e bene” da sviluppare queste dipendenze che nascono per colmare le enormi fragilità e insicurezze?
Perché si comportano sempre da incivili da turisti e studenti in erasmus quando vanno nelle altre nazioni? Perché vogliono sempre fare del male, perché vogliono sempre provocare pesantemente con un razzismo sadico, perché si permettono di insultare e fare risse a casa degli altri ?
Perché non rispettano niente e nessuno?
Perché sono fecce e incivili che non conoscono la civiltà e non sono capaci di esserlo.
Perché se voi spagnofili dite che sono i nostri amici e fratelli e ci amano ma è assolutamente falso sono i nostri nemici peggiori ci trattano invece l’opposto ci odiano a morte tanto che ci fanno le cose più brutte e perfide, e ci dicono gli insulti e le cattiverie più orrende ?
Perché sono subumani primitivi che non hanno mai visto l’alba dell’umanità e del progresso.
Chi vuole vivere nella sicurezza economica, lavorativa, statale e sociale chi vuole vivere bene assolutamente NON VA in Spagna né in Portogallo ma la EVITA.

Rispondi
SUSANNA 05/02/2024 - 00:07

Buonasera Erica, le vorrei rispondere a distanza di due anni nella speranza che nel mentre tutta questa frustrazione verso il popolo spagnolo sia scemata.
1) La Spagna non ha portato il Sud Italia, l’America Latina e le Filippine verso un grande progresso, per il semplice fatto che era un invasore e in quanto tale, proprio come fecero molte altre nazioni ad esempio l’Inghilterra, doveva conquistare un territorio e sfruttare il popolo con le sue risorse. Non era un loro alleato, ma l’opposto. Così dicendo non sto giustificando la Spagna, ma voglio cercare di spiegare un concetto semplice che sta alla base della storia europea. Anche la nostra cara Italia fece lo stesso durante la Seconda Guerra Mondiale con le povere Etiopia, Eritrea e Libia.
Inoltre parlando di “sporcizia”, “criminalità” e “povertà” mi sembra che il nostro Paese non stia tanto meglio. Anzi, secondo la “global expat community InterNations” le migliori città europee per qualità della vita sarebbero in ordine proprio Valencia, Malaga e Madrid, ossia tre città spagnole. (https://www.internations.org/expat-insider/2023/quality-of-life-index-for-cities-40422)
In quanto alle varie malattie e pestilenze preferirei non ricordare che i primi casi di Covid-19 in Europa li abbiamo avuti in Francia e in Italia.
2) Preferisco sorvolare sul fatto che lei stia riducendo un intero popolo a dei meri stereotipi perché la situazione si commenta da sé… ad ogni modo ci terrei a far presente che anche noi italiani non siamo di certo meglio. Anche noi abbiamo un altissimo livello di criminalità( rientriamo tra le più pericolose città europee del 2023 cosa che non riguarda minimamente la Spagna-https://www.metallirari.com/citta-piu-pericolose-europa-2023/#google_vignette-), abbiamo un alto tasso di disoccupazione e d’abbandono scolastico. Per non parlare della corruzione che c’è nel nostro Paese: addirittura abbiamo e abbiamo avuto politici collusi con la mafia, ossia un’organizzazione criminale che affonda le sue radici in Sicilia, Calabria e Catania.
3) Mi sfuggono gli episodi dove lo Stato spagnolo abbia commesso gravissimi abusi di potere disumani e violentissime soppressioni di libertà ed espressione. Inoltre è da parecchi anni che questo paese si è dimostrato, invece, al fianco della comunità LGBT, addirittura legalizzando il matrimonio tra lo stesso sesso prima dell’Italia. Tutto il contrario di un governo oppressore, come quello , per esempio, nordcoreano.
4) Il cibo tipico spagnolo rientra nella tipica dieta mediterranea, nota al livello globale per essere salutare e molti piatti della tradizione spagnola contengono anche frutta e verdure: gazpacho, salmorejo, potajes… Ad ogni modo nella cucina spagnola c’è il giusto equilibrio tra grassi, proteine, carboidrati e verdure (https://ubiquinol.org/blog/cuisine-month-spanish).
Riguardo l’alcool non c’è molto da dire: ognuno, anche al di fuori della penisola iberica, si regola e ne fa uso come meglio crede. Si trovano sia spagnoli alcolizzati e sia spagnoli astemi( anche se è raro). Stessa cosa vale per l’Italia. Pensiamo al Veneto! Anche per noi vino e alcolici sono alla base della tradizione e ciò affonda le sue radici già nell’Antica Roma. Non per questo si deve arrivare a considerare il consumo di alcool un qualcosa di legato a chi soffre di fragilità e insicurezze. Inoltre, tornando al Nord Europa, in particolar modo la Germania, che lei tanto elogiava poche righe sopra, le vorrei ricordare che, forse più degli spagnoli, ama bere e ha problemi legati a ciò. “Nel 2019, i primi 10 paesi europei con il più alto consumo di alcol pro capite sono stati Repubblica Ceca (14,3 litri), Lettonia (13,2), Moldavia (12,9), Germania (12,8), Lituania (12,8), Irlanda (12,7), Spagna (12,7), Bulgaria (12,5), Lussemburgo (12,4) e Romania (12,3)(https://it.euronews.com/salute/2023/06/05/europa-si-consuma-troppo-alcol-dal-vino-alla-birra#:~:text=Nel%202019%2C%20i%20primi%2010,Romania%20(12%2C3)).
5) L’ultima parte del commento è delirante da far paura e le frasi sono scollegate le une dalle altre. Continua ad insultare la Spagna sulla base del nulla, scrive cercando di passare come la vittima dell’odio spagnolo, quando l’unico odio è quello suo e almeno faccia riferimento ad uno di questi casi in cui gli spagnoli si sono dimostrati incivili e nemici dell’Italia.

Rispondi

Lascia un commento