AAA casa cercasi, ma che fatica!

case-osloChe fatica trovare un nuovo posto dove andare abitare. Quando mi sono trasferita ad Oslo nel 2014 , sono arrivata  praticamente senza soldi e senza  lavoro.

Per fortuna una mia cugina aveva ricavato un appartamento nella cantina della sua casa. Lei e suo marito usavano affittarlo a degli studenti che se ne sarebbero andati entro breve, cosicché  io sarei potuta subentrare, i miei nanetti Ercole e Cleopatra sarebbero stati i benvenuti, avremmo avuto un giardino bellissimo ed una zona  tranquilla dove abitare.

Fino dall’inizio di settembre di quest’anno  è andato tutto bene, io ho trovato un lavoro fisso e le cose per me si sono sistemate;  poi, improvvisamente, mi sono resa conto che mi pesava enormemente vivere in cantina: c’era poca luce che entrava dalle finestre e in inverno, quando nevica, l’ambiente diventa ancora più cupo. L’anno scorso mi sono ritrovata a dover salire le scale con la pala piena di neve per pulire e non e’ stato per nulla divertente! Sentivo la necessità  di aprire una finestratatiana-cane-casa per cambiare aria. Insomma, era ora di cambiare, tanto più che l’appartamento era ammobiliato, non  lo sentivo per niente mio, mi sembrava di stare parcheggiata lì, in attesa di altro. Ma la ricerca è stata lunga e sofferta. Ho risposto a tutti gli annunci del mese di ottobre  di tutte le pagine preposte agli affitti in città. Riscontravo gli stessi problemi ovunque: non erano benvoluti gli inquilini nell’ordine: 1)proprietari di  animali da compagnia 2)che fumavano  3)che avessero avuto bambini  4)che vivessero di  sussidi statali.  Oltretutto il mio budget era bassino rispetto ai prezzi di mercato, quindi la ricerca è stata molto faticosa. Sono andata  a visitare quattro appartamenti che sono risultati uno peggio dell’altro, qualcuno si trovava sotto terra come il mio attuale, qualcuno era indecente dal punto di vista igienico.  Però alla fine ce l’ho fatta: ho trovato un appartamentino piccino picciò al piano terra di una villa. Sopra di me vivrà una famiglia carinissima che ha  un cane. La prima cosa che mi ha domandato la signora proprietaria della casa, quando sono andata a vedere l’appartamento, è stata quella di mostrale  una foto dei miei cani: che sollievo!  Oltretutto è un appartamento completamente vuoto che posso arredare a mio piacimento. Sto facendo il giro dei negozi dell’usato e dei mercatini per trovare esattamente le cose che voglio  senza svenarmi:  trasferimento previsto per la metà del mese di novembre. Il primo progetto manuale è  la realizzazione di un divano fatto con i pellet, sono molto ottimista al proposito e…vi terrò aggiornate!

                           tatiana-casa-oslo tatiana-casa-oslo

Condividi con chi vuoi
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *