Con la voglia di ballare

gruppo amici

Sono le quattro del mattino, apro gli occhi. Cerco di stare a letto e riprendere sonno ma neanche a parlarne.

Ormai è da mesi che è sempre così, ho perso le speranze. Mi alzo dal letto e faccio colazione.

Non noto stanchezza, anzi, mi sento piena di energia.

Ho voglia di mangiarmi il mondo. Ho voglia di ballare.

A quest’ora, però, non posso accendere la musica: mica posso farmi odiare dall’adorabile signora che sta al piano di sotto.

Siccome non posso far molto, colgo però l’occasione per riflettere.

Sono un paio di mesi che non scrivo, eppure di cose che mi sono successe ce ne sono.

Anche troppe.

Ho aperto il mio mondo alle altre persone.

Sì, proprio quel mondo solitario in cui vivevo felice e serena.

In quella dimensione avevo più tempo per mettere in ordine le idee, ora meno perché ho sempre qualcosa da fare.

La gente che mi circonda dà vita a me, e sfogo alla mia energia.

Ridere e scherzare, bere birra e cenare assieme, condividere momenti che restano poi catturati in un selfie: sfogliando la galleria del mio cellulare, mi viene da sorridere.

E poi si finisce sempre per andare a ballare e mi sembra di essere tornata indietro nel tempo: di essere ancora quell’adolescente senza proccupazioni che viveva la vita con un po’ di incoscienza ma pure sempre con lo sguardo rivolto ad un futuro ancora da disegnare.

vestito verde

Ora adolescente non lo sono, ho compiuto da poco ventott’anni.

Ma non me li sento: anzi, mi sento meglio di quando ero appena maggiorenne.

Le persone che mi circondano sono coetanei o hanno qualche anno in più.

Ma sembra quasi non ci sia alcuna differenza di età. Sembra che tutto si sia congelato anche per loro.

Sia questa isola una sorta di Neverland? Forse a Mallorca non si cresce mai e si rimane eterni adolescenti?

Rivolgo il mio pensiero al passato: espatriare da sola a 23 anni mi ha fatto crescere in fretta.

A quell’età già sapevo cosa voleva dire lavorare sodo e sacrificare tutto. Mi sentivo già arrivata, già cresciuta.

Mi sentivo matura e adulta.

Lo sono, in fondo. Però ad oggi sento che voglio vivere così, la vita per come viene, con spensieratezza e allegria.

Dico di sì ad ogni piano che mi viene proposto e, se non mi viene offerto nulla, prendo io l’iniziativa.

Sarà anche l’aria estiva, le giornate lunghe, il sole, la spiaggia.

O forse le persone che sto conoscendo hanno semplicemente portato un po’ di musica nella mia vita.

Io, a ritmo di questa musica, trascorro le mie ore con una gran voglia di ballare.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi