Covid a Singapore e la lunga estate calda

farfalla sentosa singapore

Farfalla gigante nell’Isola di Sentosa

Il ritorno ai ritmi routinari della vita dai primi giorni dello scorso settembre avrebbero dovuto scandire che l’estate ormai è finita anche a Singapore, se non fosse che qui, invece, l’estate dura tutto l’anno!

Alcune regole del Covid-19

Le regole del Covid-19 impartite dal governo per la Phase 2 non sono state ammorbidite durante questa lunga estate calda e, inflessibili, sono rimaste in vigore sino ad oggi.

Mascherine sempre indossate, distanze da mantenere con attenzione, obbligo di raggruppamenti al massimo di 5 persone, gel igienizzanti distribuiti ovunque.

Ancora, auto-certificazione elettronica con l’ausilio dello Scan QR Code via cellulare (in qualsiasi edificio, ufficio, negozio o servizio si desideri visitare) e, soprattutto, le severissime restrizioni sui voli all’estero, hanno definito un nuovo stile di vita qui in città e il malumore di molti.

Singapore parco botanico in estate

Jacob Ballas Children’s Garden in mezzo alla foresta pluviale dei Botanical Gardens di Singapore

Il non poter lasciare l’isola per visitare l’Italia come qualsiasi altro paese, inclusi quelli di quest’area del sud-est asiatico per una breve vacanza, è stato un grave peso per tutti. E, chiaramente, il governo ancora non accetta neppure visite turistiche nel paese stesso.

Chi arriva in aeroporto deve lasciare agli ufficiali il diritto di investigare la sua salute a spese del viaggiatore stesso, il quale dovrà pagarsi anche la quarantena in albergo, assieme a tutti i costi sanitari, fosse necessario, ben lontani dall’essere convenienti.

Sia chi viaggia per lavoro sia il viaggiatore expat residente a Singapore devono lasciare al governo il riserbo di impedire loro l’entrata nel paese, qualora lo ritenesse necessario, facendoli eventualmente ripartire anche sulla soglia dell’aeroporto stesso.

Concludendo

Seppur con sofferenza, quindi, sono pochissimi gli expat residenti che hanno viaggiato durante la scorsa estate. La città-Stato, perlopiù, è stata lasciata solamente da coloro che per vari motivi hanno deciso di ristabilirsi all’estero, in qualche altra parte nel mondo.

Le mie prime vacanze d’estate a Singapore

L’evento Covid-19 è tutt’altro che trascorso e noi, obbligati a non viaggiare, mandiamo ancora di traverso lo sbalordimento per questo evento mondiale così incredibile, assieme alla preoccupazione per le nostre famiglie che abbiamo lasciato nei nostri paesi di origine.

Tutto questo è comprensibile.

Io, però, dallo scorso giugno, ho deciso di affrontare la mia prima vacanza forzata nella lunga estate calda a Singapore in maniera diversa.

Anzitutto, ho deciso di relegare in un angolo tutti i brutti pensieri e lo stress che già mi avevano intaccato tutti i mesi precedenti dall’inizio del 2020.

Dopo aver considerato le ragioni che hanno portato il governo ad imporre queste sue regole, vi ho trovato un senso a breve e a lungo termine, e ho deciso di dargli fiducia.
Dopotutto, ci troviamo davanti a cause di forza maggiore.

Possibili strategie Covid?

I singaporiani, che avevano affrontato la SARS prima dell’attuale virus, avevano già istituito una task force che ha lavorato per molti anni per mettere in piedi un piano che potesse affrontare un’altra epidemia.

Attualmente lo Stato è in perdita economica e non si diverte affatto a continuare la rigida frenata allo sviluppo del paese, con tutti i danni connessi che arrivano ai singoli della sua popolazione. E, forse, con un occhio sul resto del mondo, sta cercando di intuire i prossimi svolgimenti della situazione per impedire un più grave collasso.

Non conosceremo mai, probabilmente, la strategia di questo come di tutti gli altri governi nel mondo.

Appurato, quindi, che le nostre famiglie sono sempre state bene e che, per fortuna, non era necessario un nostro immediato rientro.

Constatato che non avrei comunque trascorso la mia estate in Italia come se nulla fosse successo, ovvero, senza mascherine e in balia del divertimento spiaggia-disco-pub-ristoranti della Riviera Romagnola.

Allora, mi sono rasserenata e ho accettato di trascorrere delle buone vacanze nel mio attuale paese.

Piscina e Mare

A Singapore molte persone e famiglie hanno scelto l’opzione Staycation (vacanze trascorse nella città in cui si vive) soggiornando in uno o più dei suggestivi hotel che questa splendida città vanta. Fra i tanti, lo storico Raffles Hotel in centro, appena restaurato, o il Capella Hotel, oppure l’affascinante Shangri-La Hotel di Sentosa, per esempio.

Io e la mia famiglia abbiamo deciso di starcene felicemente comodi a casa nostra, invece.

Davanti a una piscina 5 stelle come quella del nostro condominio, il Reflections At Keppel Bay, con le palme che si innalzano sopra a chiunque si distenda cercando di allontanare qualsiasi pensiero dalla testa, la sensazione è già quella di essere vacanza!

E benché purtroppo il mare sia inquinato dalle vie del commercio attorno all’isola (e quindi non propriamente indicato per i bagni, specialmente i bagni dei più piccini), la città-Stato offre spiagge stupende nelle quali ci siamo dilettati in alcuni pic-nic con vista mare e foresta pluviale alle spalle.

universal studios a sentosa

Universal Studios nell’Isola di Sentosa

Varie attività al caldo!

Poi, ci siamo concentrati sulle varie attività che, piano piano, con fatica, stavano cercando di riprendere vita.

Per farlo, abbiamo dovuto affrontare il caldo.

Abbiamo dovuto tenere bene presente che: a circa 152 km nord dall’equatore la stagione è sempre tropicale, calda e umida, con alternanza di sole cocente e piogge brevi, a volte torrenziali che, dopo 8 anni ancora illudono di un rinfresco che però non arriverà mai.
Come se non lo sapessimo…

Sport e Parchi a Tema

Con pochissimi amici (sempre in numero massimo di 5 persone in tutto), abbiamo lasciato che i bambini ricominciassero le loro attività sportive, corsi di nuoto e di calcio nel nostro caso.
Per poi ritrovarci a casa degli uni o degli altri e terminare la giornata fra chiacchiere e cenette in compagnia.

Altre volte, abbiamo usufruito dei vantaggi offerti dalle varie strutture che non potendo aprire le attività al massimo della loro capacità, ma solo riaperture parziali delle stesse, hanno dato ai cittadini la possibilità di comprare i vari biglietti d’entrata a prezzi scontati.

Siamo andati così agli Universal Studios, sempre a Sentosa e al Wild Wild Wet, un parco acquatico che mi ha sorpresa per la qualità di intrattenimento degli scivoli per tutta la famiglia.

giardini a singapore durante covid

I meravigliosi Gardens By The Bay, interno di uno dei due Domes

Parchi Naturali

Non abbiamo poi trascurato di dedicarci ai molteplici Parchi Naturali distribuiti su tutto il territorio.

Letteralmente sotto casa abbiamo il Labrador Nature Reserve Park con vista sul mare, dove al suo interno regolarmente incontriamo fauna selvatica come scimmie, scoiattoli, serpenti, uccelli e insetti di vario genere.

Poi, fra i parchi più belli visitati durante questa lunga estate calda vi sono i meravigliosi Gardens by the Bay. Un parco dominato dal suo Supertree Grove, 18 altissime strutture metalliche ricoperte di fogliame, e dai Domes, due imponenti strutture architettoniche con al loro interno vegetazioni provenienti da ogni parte del mondo.

L’East Coast Park, il parco più grande di Singapore esteso su quasi 185 ettari sul lungomare, con anche pista ciclabile e di pattinaggio.

Il MacRitchie Reservoir Park, con sentieri escursionistici tra cui il TreeTop Walk, scimmie che si rincorrono attorno ai visitatori, un ponte sospeso lungo 250 metri e servizi di noleggio di canoe e kayak.

Il Singapore Botanic Gardens, aperto nel 1859, uno dei parchi più antichi della città, che ospita oltre 10.000 specie di piante ed è uno dei principali centri di ricerca e riproduzione di orchidee al mondo.

Infine, il Fort Canning Park, il parco storicamente più significativo dell’isola e il Chinese Garden con il Bai Hong Qiao, un ponte bianco ispirato a uno simile del Palazzo d’Estate di Pechino, fra i tantissimi altri.

Wildlife Reserves

Ma per noi, che amiamo gli animali in particolar modo, le Wildlife Reserves per eccellenza che non abbiamo mancato di rivisitare, sono state il Singapore Zoo, il Jurong Bird Park, il Night Safari, il River Safari e il S.E.A. Aquarium.

Nei miei 20 anni all’estero ho sempre visitato le Wildlife Reserves dei luoghi in cui ho viaggiato e quelle di Singapore possono davvero essere considerate fra le più belle del mondo!

gite a singapore durante covid

Visita al S.E.A. Aquarium a Sentosa

Playground

E infine, per dar sfogo alle esuberanti energie dei bambini, abbiamo approfittato dei numerosissimi e sorprendenti Playground all’aperto distribuiti su tutto il territorio.

Dal Tiong Bahru Park Playground con un grande, stravagante treno tutto da arrampicare, al Sembawang Park Playground che rende omaggio a due navi britanniche, The Prince of Wales e Repulse.

L’enorme West Coast Park Playground con spazi di gioco per tutte le età e il Forest Ramble.

Il Jurong Lake Gardens, il Marine Cove Playground, l’Admiralty Park Playground e il Jacob Ballas Children’s Garden in mezzo alla foresta pluviale, sono ancora solo pochi esempi dei parchi giochi pubblici a Singapore che da bambina non potevo neanche immaginare!

Ecco come abbiamo trascorso questa lunga estate calda a Singapore!

La nostra nuova routine!

Nonostante la routine sia ricominciata sia con la riapertura delle scuole sia con il ritorno al lavoro per molti, lo spirito vacanziero e la gioia al divertimento che abbiamo brillantemente risvegliato non si vogliono ancora riassopire…

Quindi, non ho potuto che ripromettermi di continuare a programmare la nostra nuova routine, quella del gioco e del divertimento per tutti noi!

Continuare a coltivare la scoperta dell’isola con tutte le sue svariate attività, assieme alla bellezza del condividere e dello stare assieme a tutti i nostri amici: a rotazione per il momento!

Foto di Catia Camillini

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi