isabella-strasburgo

Mi chiamo Isabella, ho 22 anni, vivo a Lione e vengo da un piccolo paesino della riviera romagnola. Ispirata dai racconti di viaggio di mio padre, già alle medie ho cominciato ad immaginarmi in un altro posto, intenta a vivere nuove avventure. Il liceo linguistico e il diploma EsaBac (doppio diploma italo-francese) sono stati la rampa di lancio per la mia vita da expat, cominciata a 18 anni.

A fine estate 2016, i miei genitori mi hanno accompagnata in macchina a Strasburgo, la prima città francese che mi ha accolta. “Perché vai lassù?”, mi chiedevano tutti. “Fa freddo e sono tutti scontrosi; non dimenticare che sono mezzi tedeschi!”.

Inutile dire che invece, per me, è stato amore a prima vista.

In 3 anni (e 3 appartamenti) ho incontrato moltissima gente e ho scoperto ogni angolo e ogni segreto di quella città che, seppur piccola, ha saputo darmi tutto ciò di cui avevo bisogno.

Dopo aver conseguito una laurea triennale in lingue, sentivo comunque il desiderio di partire verso nuovi orizzonti. Le due opzioni che avevo per il corso di laurea magistrale erano molto diverse tra loro: avrei potuto cambiare paese, prendere un volo per la Svezia e installarmi a Göteborg per una laurea in studi europei, o rimanere in Francia e optare per la traduzione giuridico-commerciale nella grande e sconosciuta città di Lione.

Alla fine, ho capito che la Francia aveva ancora qualcosa da offrirmi. Con il cuore a pezzi ma pieno di speranza, ho salutato Môman, la bellissima e maestosa cattedrale di Strasburgo, i tetti a punta, le cicogne e le casette a graticcio e sono scesa verso sud.

Arrivata a Lione, mi ci è voluto un po’ per orientarmi in mezzo alle sue strade trafficate, ai suoi quartieri storici e ai suoi pendii un po’ ripidi. Ma, si sa, le città, come gli amori, non sono tutte uguali: Strasburgo è stata un colpo di fulmine, Lione un amore a fuoco lento.

Il bello di innamorarsi delle città, però, è che nessuno ti chiede di scegliere: nel mio cuore c’è posto per entrambe e, chissà, forse un giorno ce ne saranno altre.

Profilo IG: https://www.instagram.com/she.isa.wanderer/

Gli articoli scritti da Isabella

Condividi con chi vuoi