Fa caldo ma è Natale anche qui

natale-tropici

Sul calendario, il mese di  dicembre, segna  l’arrivo delle festività. Ma, quando si festeggia il Natale nell’altro emisfero, dove inizia anche la stagione estiva, è inevitabile che l’atmosfera natalizia non sia  la stessa.

Ovunque  nel mondo le case si vestono di rosso. Il  rosso che per antonomasia è  il colore del Natale ma anche dell’ Amore. Cos’è infetti questo periodo, se non proprio, una  cospirazione d’amore che coinvolge tutti.

Palline e lucine  sull’albero, decorazioni festose su  tavole imbandite. Stelle di Natale ad ogni angolo, il vischio porta fortuna, candele profumate di ogni tipo.

Anche qui, nonostante il cielo azzurro e la laguna turchese, siano i veri protagonisti, il rosso gioca un ruolo importante.

È la natura infatti, che ci ricorda l’arrivo delle festività, utilizzando proprio questo colore in un modo davvero speciale.

C’è un albero, originario del Madagascar che si trova anche in tanti paesi tropicali,  che è proprio un tripudio di un bel verde bosco  e di un rosso brillante.

Ladies and gentlemen, ecco a voi  sua maestà il “Flamboyant” o in italiano “ Albero del fuoco”. Questa meraviglia fiorisce alla fine di Novembre ed è nel suo massimo splendore per tutto il mese di Dicembre.

Viali piantumati con questi maestosi e rigogliosi  alberi fioriti,  portano gioia e allegria al paesaggio.In ogni angolo dell’ isola, in mezzo alla natura già tanto lussureggiante, si trovano macchie di un  rosso scintillante, quasi abbagliante, che regalano uno spettacolo magico.

Da quando vivo qui, questo è il mio modo di avvertire che  il Natale si avvicina e di aspettare l’arrivo dell’ anno nuovo, girovagando, con il naso all’insù.

Più delle note di “Oh happy day “ alla radio o nei centri commerciali,  questa fioritura fantastica, è la nota costante che mi circonda,  ovunque vada.
Tutto questo durerà poco, a gennaio infatti questa esplosione di fuoco  finirà.
Per rivederla, bisognerà  attendere un anno intero, con un po’ di  tristezza nel cuore, proprio come accade, dopo l’epifania, quando si smontano lucine e palline e si ripongono  in cantina.

Ah..dimenticavo!  sapete come si chiama in creolo quest’albero ? È il  “Bouquet banane” che vuol dire proprio “fioritura di fine anno”, venire a vederlo, sarà  un motivo in più per volare fin qui a  dicembre, illuminerà la vostra vacanza e non lo dimenticherete mai più  !

2 commenti
  1. Giada
    Giada dice:

    Cara Daniela
    Questo albero è bellissimo e credimi che la tua atmosfera è più bella della nostra! Siete davvero fortunati e vi pensiamo sempre …buon Natale a tutti voi.
    E grazie per darci sempre qualche info del tuo magico posto.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi