Feliz Cumpleaños Laura!

L’8 Maggio 2020 me lo ricorderò, senza alcun dubbio e per tutta la vita.

Sarà stato il mio compleanno in quarantena, festeggiato in casa da sola a spegnere 29 candeline sul terrazzino del mio balcone. Eravamo io e Barcellona. Io e due tortine rotonde arrivate con Glovo fattemi recapitare da fidanzato e amiche, io e uno dei miei libri da più di mille pagine, io e la mia pasta preferita pranzo e cena, io e le video-chiamate su Zoom.

C’era il sole ed un vento tiepido tipico della primavera catalana.

E così è arrivato un altro Maggio, ho pensato.

Un altro compleanno che mi avvicina a cambiare il numero davanti in un 3 che mette un po’ in soggezione.

Come se nella mia mente avessi solo 365 giorni per fare quello che non ho ancora fatto ed ho voglia di fare. Per fare quel viaggio fuori dall’Europa, per leggere quel libro, per scrivere quel messaggio, per cambiare quel lavoro, per dire addio a quel qualcuno, per trovare un nuovo parco per la mia domenica, provare un nuovo ristorante thailandese, promettermi di dire più “ti voglio bene”, cercare di vedere più tramonti. Chiedersi e capire “Laura, cosa vuoi fare con il resto della tua vita?”.

Come se dopo i 30 anni svanisse il mondo. Magari invece ricomincerà. Un’inversione di rotta, un tornado che spazza via, un taglio di capelli che coincide con la nuova te, un volo per l’Ontario.

È strano come noi umani riusciamo a proiettarci così in avanti quando con una pandemia in corso dovremmo aver imparato che la vita si vive alla giornata.

In fondo siamo ancora a 29, giusto? Allora mi godo i sogni, i progetti, gli obiettivi, la loro pianificazione e scrittura nella sceneggiatura della mia vita a cui Woody Allen con la genialità che lo contraddistingue saprebbe dare un titolo tipo “Midnight in Paris”, “ Un giorno di pioggia a New York”, “Io e Annie”, “Vicky Cristina Barcelona”, “Match Point”. Mi accontenterei di un titolo già usato, potrebbe essere… ecco, sì, “Basta che funzioni”. È uno dei miei preferiti, che come sempre alla fine dà la stoccata finale, grande massima sulla vita: qualunque amore riusciate a dare e ad avere… qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare; qualunque temporanea elargizione di grazia… Basta che Funzioni!

 

Auguratemi buona fortuna per questi 365 giorni, ne avrò bisogno!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi