Guida ai master in Spagna

Marzo porta la primavera, e con essa le iscrizioni ai corsi di laurea specialistica.

In generale, le possibilità di master all’estero sono tante e molto diverse da quelle offerte dall’Italia, e la Spagna non è da meno. Avere così tante scelte a disposizione può però mandare in confusione; spesso ho navigato in rete cercando delle guide in italiano per chiarmi le idee, ma con scarsi risultati. Alla fine ne ho deciso di crearne una!

Ecco una pratica guida alle principali opzioni di master offerti dai nostri vicini di casa spagnoli.

Master propios e oficiales

La prima grande distinzione qui in Spagna è tra i master ufficiali (oficiales) e i master propri (propios). I master ufficiali sono quelli più simili al nostro concetto di laurea specialistica/magistrale perché sono riconosciuti a livello europeo: i programmi di studio seguono direttive e modelli ampliamente attestati dalla letteratura scentifica.

Per potervi accedere però è indispensabile avere almeno un titolo di laurea triennale, chiamato grado qui nella penisola iberica.

Questi master sono anche pressoché essenziali per intraprendere un dottorato e una carriera accademica, così come accedere a molti concorsi pubblici (le famose oposiciones in Spagna).

I master propri d’altro canto sono creati in maniera indipendente dai centri di studio, spesso privati. Ciò significa che i programmi accademici non seguono direttive europee e potrebbero non essere riconosciuti in maniera automatica fuori dalla spagna ma, allo stesso tempo, questo li rende spesso molto più vicini al mercato del lavoro di quelli ufficiali.

I professori infatti sono in genere professionisti che raccontano le best practices apprese nel loro lavoro, che non per forza sono riconosciute dalla comunità scentifica, ma che a volte possono risultare più realistiche e applicabili alla quotidianità lavorativa.

Oltre a questo, i master propri possono durare meno dei master ufficiali (devono offrire un minimo di 30 crediti contro i 60 degli ufficiali) e a volte sono meno restrittivi in termini di requisiti per l’ammissione.

Attenzione però se volete fare un dottorato o entrare nel settore pubblico: a differenza dei master ufficiali, quelli propri potrebbero non essere utili al vostro scopo.

Master presenziali, online, semipresenziali, a distanza e sponsorizzati

Una volta scelto tra master propri e ufficiali, è necessario decidere se si vuole intraprendere il classico master presenziale o altre tipologie più flessibili.

Mentre in Italia la maggior parte dei master e lauree magistrali sono strutturati con lezioni in aula in orari per lo più mattutini – che per la maggior parte dei casi sono essenziali per il conseguimento del titolo – in Spagna invece sono largamente diffuse alternative flessibili pensate per i lavoratori.

Ai prenziali diurni si alternano quelli serali o nel fine settimana, che comportano comunque un certo impegno settimanale.

A questi si affiancano quindi i master a distanza: offrono una didattica online con associate alcune lezioni obbligatorie presenziali e  hanno una frequenza ampia, per esempio ne è prevista solo una al mese.

Ancora più flessibili dei master a distanza sono quelli semi-presenziali o semi-blended. Sono anch’essi online con l’opportunità però, del tutto opzionale, di seguire alcune lezioni durante l’anno. In questi tipi di master spesso di professori ripetono la stessa lezione più volte l’anno per dare la possibilità a tutti di partecipare.

Ci sono poi i master 100% online, che permettono di accedere al materiale didattico tramite un link, seguire lezioni attraverso video conferenza, ed effettuare esami online o in videochiamata.

Infine, incredibile ma vero, ci sono anche i master sponsorizzati da aziende private, che spesso permettono di lavorare all’interno della stessa azienda di giorno e di andare a lezione di sera o nei weekend. Se poi il professore è anche un tuo collega, il tutto è ancora più utile. Vista la crisi lavorativa spagnola, questa tipologia mi sembra la più interessante per chi vuole specializzarsi ma allo stesso tempo lavorare.

Master universitari, interuniversitari, erasmus mundus

Bisogna anche chiedersi se si vuole intraprendere un master legato a una o più università. I master interuniversitari sono i master in comune tra più università dello stesso paese, mentre con l’Erasmus Mundus si può intraprendere un percorso anche all’estero.

Il vantaggio di questi corsi è la possibilità di vivere in città diverse in poco tempo, il tutto facilitato dall’ente promotore del master. In Spagna ci sono molti master interuniversitari e master Erasmus Mundus con le migliori università d’Europa.

Quando poi arriva il next step del trovare lavoro, allora un’altra guida utile potete trovarla qui.

Buena suerte chic@s!

4 commenti
  1. Carla
    Carla dice:

    Ciao, sono una ragazza in procinto di laurearsi!! Sto cercando disperatamente master da poter fare in Spagna, unica pecca.. mi laureo a Luglio e non capisco perchè le iscrizioni ai master siano a gennaio (1 fase) e poi seguano una 2,3,4 fase di iscrizione per soli posti mancanti. È normale che se le iscrizioni siano cosî presto poi ad agosto/settembre non ci siano piú posti liberi. E io, come è normale che sia, non posso mica avere i documenti prima della laurea! Helppp non so come fare

    Rispondi
    • Ilaria Notarantonio
      Ilaria Notarantonio dice:

      Ciao Carla! Se hai scelto un master propio, spesso non hai bisogno di apportare il tuo titolo di studi prima dell’inizio del master, al contrario devi mandare i documenti poco prima di laurearti. Se hai scelto un master oficial, penso che un espediente accademico e un’autocertificazione che ti laureerai a luglio andranno bene, ricordo che il mio ragazzo aveva fatto così.

      Io ti consiglio di scegliere 3 master che ti piacciono e spulciarti tutti i documenti necessari all’ammissione, in caso la laurea a luglio ti crei problemi è meglio chiamare o scrivere alla segreteria. Anche i gruppi facebook di italiani in Spagna sono pieni di informazioni al riguardo 🙂

      Un saluto

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi