Il Perù è un paese molto diverso  a livello climatico e paesaggistico.

Ci sono tre diversi tipi di paesaggi: selva, sierra e costa. All’interno di queste aree il clima varia, così come variano le stagioni. I mesi dell’ estate europea corrispondono all’inverno limeño.  Lima si ricopre di nuvole grigie e le temperature si abbassano. A volte fa “freddo”, anche se il freddo a Lima e’ simile alle nostro autunno.  Per le persone meteoropatiche non vedere il sole per settimane può significare un calo di umore, sebbene la città continui ad essere viva e caotica in tutti i suoi aspetti. Personalmente mi lascio trasportare dal meteo e a volte dalla monotonia delle giornate; questa volta pero’ il destino è stato dalla mia parte:  il mio capo ha deciso di affidarmi un progetto ad  Ica, l’eterna città del sole.

Io? Felicissima! Riempio la valigia di magliette a maniche corte, vestiti freschi e parto per questa nuova avventura.

Ica si trova solo a 5/6 ore di distanza da Lima e sorge nel mezzo del deserto. Meta turistica degli amanti del sandboarding, Ica mi accoglie con sole e temperature alte. Inutile dire che per togliermi il grigiore di dosso  ho deciso di sfruttare i mie weekends per viaggiare.

peru

Huacachina

inverno-peru

Una volta arrivati a Ica la prima cosa da fare è ovviamente il sandboarding.

Nel mezzo del deserto esiste un’oasi: L’hauacachina. Si tratta di  un lago di acqua, circondato da dune di sabbia. E qui inizia il divertimento: viaggio con un gruppo di amici e appena arrivati ci offrono un tour su un “tubulare”, una macchina che può trasportarci su e giù dalle dune e farci fare un giro turistico nel deserto. Non e’ così facile come sembra perché la macchina corre ad alta velocita’  e l’adrenalina sale. E’ qualcosa da provare per gli amanti dell’avventura. Ad un certo punto il tubulare si ferma e ci si ritrova tutti su una tavola per scivolare sulle dune di sabbia. Di nuovo adrenalina a mille e sabbia dappertutto!

Per chi ama la natura non deve perdersi il tramonto sulle dune. L’ultimo calore del  sole prima del freddo notturno nel deserto. Non ero mai stata nel deserto e direi che come prima esperienza è andata alla grande.

inverno-peruDi solito la visita all’oasi è accompagnata dalla visita a Paracas che si trova più o meno a un’ ora di distanza da Ica. Anche Paracas è un posto turistico, però e’ situato sulla spiaggia. Incredibile come il paesaggio può cambiare così rapidamente. a Paracas vengono offerti diversi tour tra cui un viaggio in barca fino alle isole Ballestas. Il tour ale isole dura più o meno 2 ore, compreso il viaggio di andata e ritorno. Le isole hanno la loro magia, ma l’aspetto che mi ha colpita di più è stata la loro  fauna. Si possono ammirare leoni marini, pinguini e le aves guaneras, trasportate fino a qui dalla corrente fredda dell’oceano. Le aves sono delgi uccelli, i primi produttori di “guano”, cioè di escrementi animali che vengono utilizzati come concime del terreno.

Essendo Paracas un posto di mare si possono mangiare dei piatti a base di pesce tipici del Perù. In particolare il famoso “ceviche”, piatto tipicamente peruviano composto da pesce crudo. Davvero squisito! Oltre al cibo, in questa parte del Perù, è possibile degustare la bevanda tipica: il pisco, prodotto proprio ad Ica grazie al clima favorevole.

Oltre  la visita dell’isola e’ stato bello passeggiare sulla spiaggia e fare una lunga pausa per prendere il sole.

Insomma, questo è il mio inverno peruviano: accompagnata da amici, sole e un buon pisco.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi