La natura in Svezia – Allemansrätten

La laguna blu sull´isola di Gotland

Allemansrätten

L’allemansrätt è la legge che regola l’interazione tra uomo e natura in Svezia. Letteralmente si traduce “il diritto di tutti gli uomini”,  e significa che la natura è aperta per diritto e tutti ne possono usufruire. Vale per spazi naturali aperti, lontani dalle residenze private, ma anche per grandi spazi pubblici come i parchi cittadini. 

A livello pratico significa che, ovunque tu vada, avrai il diritto di montare una tenda e fermarti a dormire, che sia una spiaggia, una montagna o un parco, ma attenzione: inte röra, inte förstöra: non si tocca, non si distrugge. Allemansrätten sostiene sì che la natura in Svezia sia aperta a tutti… ma a patto di non lasciare nessuna traccia permanente del proprio passaggio.

Questo porta con sé una serie di regole da seguire quando ci si gode una passeggiata o una vacanza lontano dalla città. Dal non lasciare spazzatura  al non disturbare gli animali o non scavare buche, niente che possa lasciar intendere che tu sia passato da lí. 

Il fatto che gli ambienti naturali siano sempre accessibili apre molte opportunità di viaggiare diversamente: riduce il bisogno di pianificare, i costi e lo stress. Aiuta  anche a sperimentare stili di viaggio sostenibili: come faccio a muovermi senza lasciare tracce, senza generare troppa spazzatura ma senza sacrificare il mio benessere? 

Se si riesce a organizzarsi in modo da rispettare tutte le regole dell´ allemansrätt  nessuno ti dirà niente vedendoti piantare un’amaca tra due alberi per passare la notte nella foresta, o andare con il tuo sacco a pelo in spiaggia. Al contrario, secondo la teoria locale, la vera vacanza, quella in grado di eliminare le preoccupazioni a lungo termine, è quella a stretto contatto con la natura.

Viaggiare con l’allemansrätt 

L’anno scorso io e il mio ragazzo abbiamo deciso di sperimentare questo concetto di vivere la natura in Svezia. Presa in prestito una vecchia macchina SAAB abbiamo eliminato i sedili posteriori e abbiamo creato la perfetta via di mezzo tra una macchina per spostarsi e una cuccia per dormire. Siamo saliti su un traghetto direzione Gotland e abbiamo passato una settimana a esplorare l’isola. Ci siamo accampati dove più ci piaceva: in riva al mare, in mezzo alla foresta, in una vecchia cava abbandonata. Con la sola limitazione di aree protette, la proprietà privata e il divieto di accesso sembravano scomparsi. 

La tenda mobile

La vecchia SAAB trasformata in tenda mobile…

auto-svezia

… e le uova strapazzate della Domenica mattina

Essendo cresciuta tra lago e montagne, ero già viziata in partenza riguardo il libero accesso a zone naturali. Ma da dove vengo io le zone le devi conoscere ed è anche possibile che ti caccino perchè il campeggio libero magari è tollerato ma non legale. Qua invece è uno stile vacanziero molto diffuso. A tutti sembrerà totalmente normale, anzi quasi romantico, vedere una giovane coppia che viaggia accampandosi alla buona. 

Ci sono tante famiglie italiane che usano il campeggio come stile vacanziero, ma il campeggio spontaneo al di fuori di appropriate strutture potrebbe non essere così usuale. O almeno questo ho dedotto dai diversi commenti che mi sono pervenuti quando ho raccontato delle mie vacanze: 

Commento di locali: oh va mysigt!! (oh che cosa carina/dolce)

Commento di un anonimo parente: …ma sei impazzita??? 

Quest’anno i piani sono diversi e viaggeremo nel sud europa. Io ho capito di avere assorbito un po’ di atteggiamento snob svedese quando sono rimasta indignata leggendo che per entrare in un parco naturale bisognava pagare l’ingresso: “hanno limitato la natura? Ma come fanno?” 

Voi dove passerete le vacanze e con che stile? Avete cambiato stile una volta che vi siete trasferiti? Lo so che avete un mezzo di trasporto da qualche parte che avete modificato  per le vostre vacanze, metteteci la foto qua sotto! 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi