Le tue vacanze a Mallorca

PANORAMA MALLORCA

Mi sento come una turista, anche nella vita di tutti i giorni.

Mi piace esplorare il posto in cui vivo e ho pensato di condividere con voi i miei suggerimenti su come organizzare una vacanza a Mallorca.

Vivo qui da tre anni e ancora non ho visto tutto.  Sono sicura che più il tempo trascorre più i miei consigli saranno utili.

In questa mini-guida parleremo del clima, dei mezzi di trasporto, di dove alloggiare e dei luoghi da vedere e anche qualche consiglio su cosa fare a Palma.

Siete pronti? Partiamo!

 

QUANDO VISITARE MALLORCA

Mallorca è un isola piacevole tutto l’anno e si presta a tutti i gusti.

Direi che nell’isola ci sono tre stagioni:

  • il verano: inteso come Luglio, Agosto e Settembre. Le temperature sono molto alte e le spiagge affollatissime. Se cercate relax, questo non è il periodo adatto per voi. Al contrario, è ideale se invece volete vedere la faccia più animata e dinamica dell’Isola.
  • l’inverno: Dicembre, Gennaio, Febbraio e Marzo. Tendenzialmente molto umido e freddo, anche se tuttavia, la temperatura non scende mai sotto i 4 gradi. Non sono rare giornate di sole e 15 gradi di temperatura nel bel mezzo della stagione invernale. È un periodo caratterizzato da forti venti e ideale per gli appassionati di Surf.
  • i mesi di mezzo: Aprile, Maggio, Giugno, Ottobre, Novembre: a Mallorca credo non esista una primavera o un autunno vero e proprio. Per questo ho definito i mesi autunnali e primaverili come di mezzo. Sono periodi in cui si possono fare il primo o l’ultimo bagno, in cui le spiagge sono abbastanza deserte ed il clima è piuttosto mitigato. Si alternano settimane di pioggia e settimane di sole da vivere in maniche corte.

 

COME MUOVERSI NELL’ISOLA

I modi per girare l’isola sono tre: affittare un auto, bus interurbani o taxi. Analizziamo assieme le varie opzioni riportando vantaggi e svantaggi di ognuno di questi mezzi.

Opzione 1: Affittare un auto

VANTAGGI

Il miglior modo di girare l’isola è affittando un auto, numerosi rent a car vi offrono la possibilità di trovare il veicolo adatto alle vostre esigenze.

Le distanze sono accessibili: per andare da una parte all’altra dell’isola ci vogliono una o massimo due ore.

L’auto permette di avere libertà di movimento e godere a pieno dell’isola.

SVANTAGGI

Rischio di multe.

Attenzione a non parcheggiare male o in zone vietate.

Attenzione agli incidenti o eventuali danni che può riportare l’auto ( se non si contratta una buona assicurazione)

Opzione 2: bus interurbani

VANTAGGI

Dalla stazione di Palma parte la maggior parte dei bus, con i quali si possono raggiungere i punti più interessanti.

È un alternativa valida e più economica, se si vuole evitare il costo dell’auto con relativa benzina e parcheggio.

SVANTAGGI

Rispettare gli orari ( non passano con molta frequenza).

Sono più lenti e incomodi di un automobile.

 

Opzione 3: taxi

Senza dilungarmi troppo,  banalmente abbiamo più comodità come vantaggio, costo decisamente più elevato come svantaggio.

 

DOVE ALLOGGIARE

Consiglio assolutamente di fare base a Palma città per rendere più facili gli spostamenti, e poi questo è il cuore pulsante dell’isola.

Dalla sua stazione partono tutti i bus e con l’auto si arriva ovunque, impossibile perdersi: in qualsiasi punto dell’isola troverete l’indicazione con la freccia che indica la direzione per tornare a Palma.

ristoranti all'aperto

Se però si sta cercando qualcosa di diverso, un ambiente più familiare e tranquillo, si potrebbe valutare anche di  fare base a Alcudia o a Soller.

Da Alcudia si raggiunge facilmente l’onomina Playa de Alcudia, playa del Muro e le vicinissime Pollensa, dove c’è un bellissimo e animato porto, e Formentor, la punta dell’isola.

Soller è invece un paese pittoresco dal profumo di agrumi e dall’aria fresca di aperta montagna. Il porto di Soller presenta un vivace paseo marittimo e, inoltre, si trova vicinissima alle altre due perle della Serra della Tramontana: Deia e Valemossa.

Ci si può spostare per esplorare le spiagge del nord-ovest dell’Isola e raggiungere Palma in 30-45 minuti.

 

QUANTI GIORNI STARE E COSA VEDERE

Per godere della bellezza dell’isola consiglio un periodo di almeno una settimana.

Ovviamente più giorni si hanno a disposizione più l’itinerario può essere interessante.

Palma è una città piccola che può essere visitata con la luce del sole o alla sera quando si torna da una giornata di mare, alla quale io consiglio di dedicare più tempo.

Mallorca, infatti, è da sempre una meta che cattura migliaia di turisti per le sue spiagge cristalline ma quali sono le migliori e le più famose?

Vediamole assieme.

spiaggia e mare cristallino

Es trenc: spiaggia caraibica, lunga distesa di sabbia bianca, bassa marea e mare cristallino. Una delle più belle dell’isola. Costo Bus tib: 10,90€ andata e ritorno. Durata viaggio: 1 ora con il bus, 40 minuti in auto.

Playa del Muro- Alcudia: spiaggia lunga e spaziosa che copre circa 6 km, con sabbia bianca e un mare azzurro, adatta alle famiglie e a chi vuole assicurarsi di trovare un posto anche in altissima stagione. Costo Bus tib: 12,60€ andata e ritorno. Durata viaggio: 1 ora con il bus, 40 minuti in auto.

Cala Ratjada, con le sue calette Cala Agulla e cala Agulla: spiaggia più piccola rispetto alle precedenti ma dal carattere più riservato. Costo bus tib: 21€ andata e ritorno. Durata viaggio: 2 ore con il bus, un po’ meno in auto.

Playa de Formentor: spiaggia selvaggia e mare tranquillo, è una chicca dell’isola e si trova nella parte più alta di Mallorca. Costo bus tib: 12,70€ andata e ritorno fino a Pollensa + cambio in direzione Formentor. Durata viaggio: un’ora e mezza con il bus, 1 ora in auto..

Altre spiagge molto belle che consiglio, raggiungibili solo in auto, sono Cala del Moro e cala Mondrago (una delle mie preferite), vicinissime all’omonimo parco naturale, e Torrent de Pareis, piccola cala in mezzo a due montagne nel cuore della Serra della Tramontana.

villaggio in montagna

Volete vedere un volto diverso di Mallorca?

Avventuratevi per i suoi paesini nel cuore della montagna.

La bellissima Serra della Tramontana vi condurrà nei sui villaggi senza tempo: Soller, Valdemossa e Deia, sono tre gioielli dell’isola in cui rilassarsi e respirare a pieni polmoni l’aria pulita e fresca delle montagne.

Alcudia è un altra città che merita una visita, con il suo castello medievale dall’aria fabiesca.

A seconda del tempo che avete a disposizione potete dedicare una giornata alla visita delle Grotte del Drago e alla vicina Portocristo; a est di Mallorca. Port d’Andratx o Portals Nous sono due location ideali per una cena molto in.

 

PALMA

cattedrale palma mallorca

Come raggiungerla dall’aeroporto

E’ raggiungibile in 20 minuti con il bus numero 1 al costo di 5€ (un taxi per arrivare in centro costa circa 20€).

 

Come muoversi

A piedi: il modo migliore, sopratutto per il centro per potersi inoltrare in tutte le stradine e i vicoli del centro.

In bicicletta o monopattino: Palma mette a disposizione le sue biciclette pubbliche e, da pochi mesi a questa parte, per le strade del centro si trovano molti monopattini Sharing (1€ per attivare il servizio e 40 cent al minuto).

Con i bus urbani: Palma è piccola e concentrata,  ma se si  vogliono ottimizzare i tempi ci si può muovere da una parte all’altra della città al costo di 1,5€. I bus ono piuttosto comodi e ben collegati.

 

Dove alloggiare

Consiglio la zona di Plaça de España, Santa Catalina, Paseo Maritimo, Centro Storico.

 

Cosa fare

Di giorno:

Percorrere il Paseo Marittimo in bicicletta, fino ad arrivare a Portixiol, e bersi un cocktail o un succo d’arancia durante una giornata di sole;

Mangiare al Mercado: di Santa Catalina, di san Miguel o 1983 del paseo maritimo. Un’idea originale per un pranzo differente;

Passeggiare per ilBarrio Antico, perdersi per le strade del centro, decarsi allo shopping nel Paseo del Born e bere un caffè su una terrazza;

Visitare la Cattedrale e i suoi dintorni.

Di sera / notte:

Immergersi nel Quartiere Internazionale di Santa Catalina: si anima di giovani già dopo pranzo, con i suoi locali in cui potrete ballare prima che il sole tramonti, e rinfrescarvi la gola con una buona birra spagnola. Uno degli ambienti più frizzanti del pomeriggio.

Cenare con tapas e vino nel Casco Antico. A proposito: è imperdibile la Ruta Martiana del martedi sera, durante la quale con pochi euro potrete gustare pinchos, vino e cerveza.

Accendere la notte a ritmo reggaeton: nel Paseo Marittimo suonano le hit latine del momento, con ingresso gratuito e fino a notte fonda.

 

Per qualsiasi altra domanda o suggerimento, aquì estoy!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi