Matrimonio segreto

matrimonio-segreto-Giulia-Norimberga

Matrimonio segreto? Non più: è ufficiale, mi sposo!

Queste ultime settimane sono state molto intense per me: sono letteralmente volate.

Era una domenica d’inizio febbraio, una di quelle giornate fredde ed uggiose da trascorrere volentieri a casa. Proprio in quel giorno, io e Matteo abbiamo timidamente preso contatti con il parroco e con alcune location papabili. La prima cosa da capire era: riusciamo ad organizzare da qui il nostro matrimonio in Italia a settembre prossimo?

Io, come spesso accade in questi frangenti, parto un po’ prevenuta e mi faccio prendere più dalla paura dell’idea di dover organizzare tutto di fretta e furia, che dall’idea di sposarmi di per sé.

Passa qualche giorno e riceviamo le prime risposte positive. Facciamo quindi partire l’iter religioso e civile.

Tra le vari requisiti dello sposarsi in chiesa c’è anche il fatidico corso pre-matrimoniale.

Ovviamente non l’avevamo fatto in Italia (ogni cosa a suo tempo, giusto?), quindi ci siamo ritrovati con un primo ostacolo davanti: trovare un posto in uno di quei corsi in formula weekend. Più facile a dirsi che a farsi… perché stai tranquillo che quando ti serve, i posti sono o già esauriti o li limitano ai residenti delle zone limitrofe.

Ne avevamo trovato uno vicino a casa, ma nulla da fare: tutto pieno.

Intanto i giorni passavano e anche le speranze cominciavano ad affievolirsi: “dobbiamo pensare al piano B”, ci dicevamo.

“Vabbè ci sposeremo l’anno prossimo”, pensavamo già elucubrando su una possibile data di inizio maggio. Tutto rigorosamente tra di noi perché nessun altro lo sapeva. Era il nostro piccolo segreto: né i genitori, né i fratelli e le sorelle, né gli amici.

Poi, un mercoledì qualunque di fine febbraio, arriva una mail che ribalta le cose: si è liberato un posto per il corso fidanzati in tempo utile per il matrimonio. Cosa volevamo di più dalla vita? Afferriamo quell’occasione al volo, e abbracciandoci, realizziamo che ci sposeremo a settembre!

E’ una serata troppo speciale per passarla come tutti gli altri giorni, “dobbiamo festeggiare!”, ci diciamo. Matteo propone una pizzeria napoletana a Fürth e alla parola pizza mi sale una tale acquolina in bocca a cui non posso  proprio resistere. In quattro e quattr’otto prendiamo e andiamo.

pizza-italiana-germania

E’ la nostra prima cena da fidanzati e mangiamo una buona pizza italiana.

Passiamo il weekend successivo a chiamare amici e parenti per annunciare la lieta notizia.

E’ un misto di emozioni, agitazione, commozione ed eccitazione, che si mescolano tutte insieme. Bello sarebbe poterlo dire di persona. Abbiamo quindi cercato di ridurre al massimo questa distanza con una videochiamata per non far svanire totalmente la magia di quei momenti concitati.

Ma il tutto rimaneva lo stesso un segreto per una delle persone più importanti della mia vita: mia madre.

Destino voleva che da lì a poco sarebbe venuta a Norimberga e ci tenevo a dirglielo di persona guardandola negli occhi. Mancava ancora una settimana al suo arrivo: una vera propria eternità!

Non è stato facile comunque mantenere questo segreto per quasi un mese, senza potermi confrontare con nessuno  e solo con Matteo. Chi mi conosce sa che sono completamente l’opposto: parlo volentieri dei miei progetti, dei miei desideri e di tutto quello che mi frulla in testa.

D’altronde, se uno si ferma a pensare a cosa vuol dire sposarsi, è una cosa seria… e su cui è legittimo avere dei dubbi, delle paure e sentire la necessità di confrontarsi con i propri cari. E invece no, silenzio stampa e rigore assoluto.

Devo dire però che ne è valsa la pena attendere e poter dire almeno a mia mamma, di persona, che sua figlia si sposa. Eravamo entrambe stanche, all’una di notte. Ma vederla sorridere, abbracciarmi e leggere la felicità nei suoi occhi, non ha avuto prezzo.

Ora non è più un segreto… mi sposo!

https://donnecheemigranoallestero.com/wp-content/uploads/2019/03/abiti-da-sposa-segreto-Giulia-Norimberga.jpg

Non mi ero mai immaginata il mio matrimonio prima, ma sapevo che lo avrei fatto per amore.

Attendevo quel momento in cui, come da rito, sarei andata in atelier con le mie amiche a scegliere il vestito da sposa.

E invece questo sarà un nuovo segreto: il destino ha voluto che abbia già trovato il vestito qui in Germania e che mia madre, in occasione della sua visita, sia l’unica ad averlo visto dal vivo.

Ciò concorrerà sicuramente a rendere l’effetto sorpresa della mia entrata in chiesa un vero momento di emozione per tutti! Come mi sono detta io quando, uscendo dal camerino, mi sono guardata allo specchio con il vestito che sentivo mio e mi sono detta: WOW!

Sorrido al pensiero che il nostro matrimonio si svolgerà nella mia terra di origine, dove è ed è rimasta una parte importante di me. Siamo nel pieno dei preparativi tra location, fotografo, partecipazioni e chi più ne ha più ne metta. Ma non vi tedierò con altre informazioni, d’altro canto sono anch’esse un segreto.

Una nota finale ovvia: Norimberga non farà da sfondo nel nostro giorno più importante, anche se potrebbero esserci delle incursioni. Da un lato, peccato: per una come me che ama le sagre ci sarebbero state occasioni low cost per festeggiarlo. (SCHERZO!)

Un esempio? Vi lascio con un mio video di recente pubblicazione sulle sagre qui in Franconia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi