oslo-vedereOggi vi voglio parlare di Oslo, che io considero la mia città da tantissimi anni, anche quelli in cui in realtà non ho vissuto qui ma durante i quali, in qualche modo,  facevo la pendolare tra  la Norvegia, l’Italia o la Germania.

Ripeto spesso che non bisogna arrivare ad Oslo immaginandosi una tipica capitale europea-

La città’ ha poco più di seicentomila abitanti, quindi, e’ ben poca cosa rispetto ad una città medio grande in Italia.

Siamo su un fiordo piatto, purtroppo, da cui non si gode dei meravigliosi panorami di montagna del centro del paese, ma comunque ci siamo, anche senza avere il profumo di salsedine tipico del sud Europa che sale dalle banchine.

Si possono fare delle gite in barca spettacolari e ammirare la costa con le case di vacanza in legno che riempiono gli occhi di bellezza. Questo fa si che in primavera ed estate la città si riempia  di turisti che arrivano con le navi da crociera da tutto il mondo.

Le attrazioni principali, conosciute da tutti, sono: il museo delle navi vichinghe, il quadro chiamato “l’urlo “di Edward Munch (a Oslo ce ne sono due versioni delle quattro totali ), il parco di oslo-vedereVigeland con le statue  che rappresentano i vari periodi della vita umana e il trampolino di lancio con gli sci Holmenkollen.

Se domandi ad un turista cosa altro conosce della citta’ tutto dipendera’ dal fatto che sia o no un viaggiatore indipendente e da quello che gli avranno raccomandato di visitare gli amici piuttosto che sulla nave.

Mi fa molto ridere questa cosa, quando scendono,  i turisti americani oslo-vederedomandano dove sia l’Ice bar, una trovata pubblicitaria per spillare un sacco di soldi: si tratta di un bar di ghiaccio in pieno centro città che non ha niente di affascinante ma e’ molto commerciale.

All’entrata si viene dotati di una giacca per stare bene al caldo e di un bicchiere con un aperitivo: è un gesto che capirei nel nord della Norvegia quando sei in mezzo al nulla, non qui di fronte alla Galleria Nazionale, magari in piena estate.

Quello che io racconto ai miei turisti quando entrano in albergo, e’ di visitare la penisola di Bygdøy raggiungibile facilmente sia con un traghetto che con l’autobus e entrare si, al museo delle navi vichinghe , ma anche di andare al museo del folclore che racchiude esemplari di case storiche di tutte le regioni.

Li si sente l’odore della vera Norvegia, nel legno con cui sono costruite le vecchie case, nella passeggiata tra i boschi che si fa per visitarlo.

Poi abbiamo la parte moderna della città che e’ veramente notevole.

Negli ultimi quindici anni sono stati costruiti dei palazzi moderni sul porto che sono oslo-vederesplendidi in una zona che si chiama Bjørvika, tra un museo di arte moderna progettato da Renzo Piano e la passeggiata tra i ristoranti e il lungomare.

Certo, se ci si ferma per mangiare qualcosa si deve mettere in conto di spendere tanti soldi, ma si sta nel bel mezzo della movida.

Consiglio sempre la vista su tutta la città dal parco di Eckeberg, dove si possono ammirare delle sculture contemporanee notevoli passeggiando nel bosco e, quando si sara’ stanchi di camminare, ci si potrà accomodare per mangiare in un ristorantino con la vista più bella di Oslo.

Anche qui abbiamo, come in  ogni capitale che si rispetti , la possibilità di comprare la carta di Oslo: muoversi a quel punto diventa veramente facile visto che abbiamo una  rete di trasporto pubblica super efficiente che copre tutta la zona urbana.

Ci possiamo divertire a salire e scendere tra autobus, tram, metropolitana e traghetti senza fine.

Io amo passeggiare ovunque anche solo per guardare le case.

Ho ovviamente una passione per quelle in legno.  Se si va a fare una passeggiata nella zona di Kampen si verrà colpiti da un’esplosione di colori non indifferente.

Oslo e’ bellissima in estate con il caldo e le giornate lunghissime piene di luce, ma anche con la neve e’ da visitare, ci sono tantissime possibilità per fare attività sportive, dallo sci alle scalate.

La  raccomando a tutti, specialmente a chi ama camminare. Potrete ovviamente usarla anche come parte di un viaggio che vi porterà’ magari a visitare i fiordi o verso la salita a Capo Nord…

oslo-vedere

oslo-vedere

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi