Serate Relax a Ginevra

pop-corn-relax

Con l’inizio della nuova stagione teatrale, una delle mie due direttrici mi ha affidato un nuovo ed ambizioso progetto: quello di organizzare delle serate Relax.

Questa bella e buona abitudine viene direttamente dall’Inghilterra.

In pratica si tratta di serate a teatro, o al cinema, durante le quali, comportamenti normalmente considerati anomali vengono tollerati sia della parte degli attori in scena, sia dalla parte della platea.

E qui viene il bello dell’inclusione e del ruolo imprescindibilmente necessario che l’arte deve giocare.

Abbiamo dunque deciso di riprendere l’abitudine inglese per far sì che, anche da noi, per alcuni spettacoli e per alcune serate, fossero ammessi neonati, persone claustrofobiche, persone che si esprimono diversamente, insomma tutti coloro che normalmente non andrebbero a teatro!

L’azione non vuole rivolgersi solo ed esclusivamente ai portatori di handicap, ma punta ad un accesso facilitato alla cultura per tutti.

Per queste serate, sono previsit piccoli accorgimenti tecnici: è vietato l’uso di strob, i volumi sonori sono attenuati, la porta della sala rimane aperta (per garantire la libera circolazione a chi volesse uscire e rientrare).

Per le persone che lo richiedono, è previsto un accompagnamento da parte di un ‘angelo custode’, ovvero personale del teatro disponibile ad una eventuale presentazione dello spettacolo, a guidare il pubblico verso l’uscita, rispondere alle domande, rassicurare, ridere, stringere la mano.

Dietro ogni Relax c’è un grande lavoro di coordinazione, di networking e di comunicazione, ma quello che se ne ottiene in cambio è davvero indescrivibile.

Non potrò mai dimenticare lo sguardo di Tristan alla fine della prima e della seconda serata Relax. Sì perché lui adesso è un nostro fan sfegatato. Tristan non aveva mai avuto la possibilità di andare a teatro a causa dei suoi spasmi e delle sue espressioni vocali involontarie.

Se volete saperne di più sul progetto date uno sguardo al sito, Cinema Difference. L’associazione francese è attiva da molti anni in questo ambito. Hanno iniziato con il cinema, adesso stanno sperimentando opera e teatro.

Noi qui a Ginevra dobbiamo ancora costruire il nostro sito internet.

Intanto trovate qualche info qui.

Alle donne all’estero: esistono le serate Relax da voi? Volete lanciare questo concetto nel paese in cui siete? Scrivetemi!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi