Stoccolma sottozero – come sopravvivere in una città ghiacciata

stoccolma-ghiaccio-freddo

Stoccolma immersa nel ghiaccio

Tre settimane sotto zero e di neve hanno cambiato il paesaggio svedese. La neve è  ben accolta durante il periodo invernale. Quando le ore di luce sono ridotte, gli strati di neve bianca illuminano l’ambiente e rendono tutto più piacevole. 

Sono sempre tutti contenti quando nevica, o quasi sempre. Neve significa anche alto rischio di scivolare. A Stoccolma cercano di prevenire la formazione di ghiaccio cospargendo le strade di sassolini e sale ma non sempre, nei periodi con più neve e più freddo, questo è efficace. Di conseguenza ti ritrovi a dover fare attenzione per non rischiare brutti scivoloni. 

Incidenti sul ghiaccio

E ve ne parlo io che qualche settimana fa, passando in mezzo al parco, mi sono ritrovata distesa a terra, schiena piatta a terra e occhi fissi al cielo. Mi ha salvata atterrare sullo zaino. Come mi ha fatto notare prontamente una nonnina spettatrice: “vilken tur att du hade ryggsäck!” – per fortuna che avevi lo zaino – .

Per non parlare del pericolo caduta neve e ghiaccio dai tetti. Ecco, quelli non li ho presi in testa ma, andando per la mia solita strada, mi sono scontrata con uno dei segnali che ora invadono i marciapiedi.

SE UPP! – pericolo caduta neve e ghiaccio dai tetti

La magia

Poi torna la magia: i bambini che scivolano lungo una lastra di ghiaccio giù per la collina, pupazzi di neve dietro ogni angolo e la gente che passeggia sul mare gelato che costeggia la città. Perchè con queste temperature l’acqua si ghiaccia a tal punto che diventa possibile, a proprio rischio ma possibile, camminarci sopra. E così ora vedi, lì dove andavi a fare il bagno d’estate, il molo e qualche sfortunata barca, immobili come in una foto..

Trampolino per i tuffi in Södermalm

Sopravvivere in una città ghiacciata

E io, guardo affascinata e voglio partecipare ma nel frattempo devo lavorare sulla mia impacciataggine per non rischiare di rimanerci secca. E così osservando i locali ho scoperto che:

  • Se si va a fare una passeggiata è bene portarsi dietro quei “materassini da seduta” che si usano quando si va in montagna. Vai a fare una passeggiata con un’amica, vi volete sedere su una panchina ma vi si gela il deretano? Li tiri fuori dalla borsa, li posizioni, ed ecco risolto. E poi,
  • non si deve mica rinunciare alla corsetta settimanale solo perché è tutto ghiacciato. Basta comprare nei negozi degli accessori che si infilano intorno alla scarpa e aggiungono piccoli tacchetti alla suola, così da non perdere la presa su terreni scivolosi. 

Scarpe per correre ora munite di tacchetti antighiaccio

  • E unirsi alle passeggiate sul mare e sui laghi ghiacciati senza caderci dentro, si può. Basta tenere a mente che: se ci sono delle impronte fresche vuol dire che qualcuno è passato da lì e il ghiaccio ha retto, quindi reggerà anche te. Ma siccome camminare sul ghiaccio non è uno scherzo (!) meglio consultare i siti dove pubblicano il livello di sicurezza e lo spessore delle lastre. Cadere nell’acqua a zero gradi non è un’esperienza piacevole e bisogna essere preparati in caso di incidente.

    Pesca sul ghiaccio – In mezzo al mare gelato in centro Stoccolma

  • Ben diverso se invece si vuole praticare l’ice-dip ovvero l’immersione in acqua ghiacciata. Passeggiando per Stoccolma troverete persone che, dal nulla, si spogliano e con l’aiuto di una scaletta si immergono per qualche secondo nell’acqua. Le regole in questo caso sono: mai essere da soli e evitare di immergere la testa. 

Immersione in acqua ghiacciata – si dice che sia un tocca sana per la salute e che praticarlo ripetutamente aiuti il sistema immunitario, oltre a farci sentire più attivi e di buon umore durante il periodo invernale

Se non si è degli amanti del ghiaccio, si possono sempre comprare cappotti lunghi fino alle caviglie, cappelli pelosi e godersi lo spettacolo della città tenendosi a debita distanza da tutto ciò che è troppo ghiacciato.

E voi, conoscete altri trucchi? L’inverno è lungo ragazze, aiutatemi. 

8 commenti
  1. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ma davvero hai capito quello che ti ha detto la vecchietta in svedese? Che ridere! Next step fare l’immersione nell’acqua a zero gradi, poi ti daranno la cittadinanza!

    Rispondi
    • Valentina - Stoccolma
      Valentina - Stoccolma dice:

      Ciao Emi,

      no, o meglio se corri in mezzo alla neve fresca probabilmente si, ma se rimani sulla strada no 🙂 il fatto e´ che si creano delle lastre di ghiaccio un po´ ovunque sotto la neve battuta anche dove solitamente si cammina ma rimangono secche finche´ fa molto freddo.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi