Articoli

Filippine here I come

Filippine: il grande giorno è arrivato

Filippine, here I come! Il giorno tanto atteso è arrivato: oggi si parte per Manila.

Dopo aver lasciato Parigi ad aprile, abbiamo passato qualche mese a Roma per fare un detox italico prima di fiondarci di nuovo in Asia! Questi mesi sono stati intensi, pieni di avventure, positività varie e tanto, tanto cibo!

Metà anno è volato ed io mi ritrovo a rifare i bagagli ancora una volta, la mia attività preferita! Ammetto che stavolta è stato difficile chiudere i bagagli perchè “potrei” aver esagerato con gli acquisti italiani! Ma nelle Filippine mancheranno tanti comfort, quindi me li porto da casa! Quante come me?

Il necessario per le Filippine

Come ti senti?

Domanda da un milione di dollari, che mi viene fatta dalle 2 alle 10000 volte! Ed ogni volta io non so cosa rispondere. Me lo chiede sempre anche la mia terapista, dice che divago sempre. Ma è la verità: io ancora non so come mi sento riguardo il trasferimento nella Filippine.

Nonostante io sia abituata a cambiare luogo con una certa frequenza, stavolta sono un poco confusa riguardo il mio stato d’animo. Ci sono tante variabili che incidono più delle altre volte: è un trasferimento importante dopo una pandemia, i miei genitori hanno avuto non pochi problemi di salute, le mie amiche/i miei amici del cuore mi hanno regalto un sacco di nipotine/i che avrei voluto coccolare all’infinito, l’età avanza ed io sento di perdere le energie a poco a poco. Tutte queste emozioni cozzano con la mia voglia di esplorare ed evadere, di mettermi sempre in gioco.

Quindi quello che provo per questo trasferiemento nelle Filippine è eccitazione e paura, misto a senso di colpa (ma quello non ci abbandona mai, vero?). In poche parole: un casino!

Cosa ci aspetta nelle Filippine/Manila?

Nonostante la mia confusione emotiva, paradossalmente so bene cosa ci aspetta nelle Filippine, e nello specifico a Manila. Ho fatto pace con me stessa e ho accetato il fatto che vivrò in una expats’ bubble che ho sempre cercato di tenere lontana, perchè non in linea col mio modo di vivere l’esperienza all’estero. Le Filippine sono un luogo particolare, in cui integrarsi non sarà facile per via della grande disparità sociale, ma lo vedo anche come un luogo ricco di opportunità se hai voglia di investire in te stessa.

La prima vera challenge sarà trovare un appartamento da trasformare in casa e riuscire ad avere il nostro container entro la fine dell’estate! Ma la mia più grande sfida sarà uscire dall’apatia lavorativa che mi ha colpita in questi ultimi anni. Ho tanti progetti in testa e non voglio perdere altro tempo prezioso! Una volta arrivata e ripresa dal jetlag, sarà ora di rimettersi in piedi e inziare seriamente questa nuova avventura!

Stato d'animo

Come mi ha scritto una la mia amica Eleonora questa mattina: “Mamma mia che emozione ogni nuovo inizio”.

Ad maiora semper.