Un compleanno speciale

palloncini-compleanno

Tanti auguri a me: oggi compio gli anni! 

Sebbene siano tanti, è un giorno da festeggiare soprattutto perchè rappresenta un nuovo, importante capitolo nel libro che è la mia vita e che inizia poco più di sei mesi fa, il 17 gennaio per la precisione, quando mi sono sottoposta al mini bypass bariatrico. Una decisione presa dopo tanti anni di dieta yo-yo e tanti dubbi, ma sicuramente la migliore di tutte!

Fisicamente, oggi sono un’altra persona.

io-prima-intervento

La mattina dell’operazione

Vi dò alcuni numeri: 30 kg persi, insieme a 10cm di petto, 14cm di vita e 20cm di fianchi.

Vesto quattro taglie in meno.

Ma il cambiamento, peraltro ancora in corso, non si ferma qui.

Ho energia da vendere.

Le dormite fino a tardi sono un lontano ricordo: ora anche il fine settimana, o in vacanza, non riesco a stare a letto oltre le nove.

E quando sono sveglia, devo fare qualcosa, a partire dalla colazione, e poi le faccende o le commissioni. Vi assicuro che, per una poco mattutina come me, questa è una vera rivoluzione!

Dalla stazione all’ufficio e viceversa vado a piedi invece di prendere il bus, mettendoci la metà del tempo che ci impiegavo prima ed evitando di rimanere imbottigliata nel traffico. 

Camminare mi dà l’opportunità di staccare e mi fa sentire viva, un’affermazione che non avrei mai pensato di fare!

In casa, le faccende domestiche mi costano meno fatica e meno tempo.

Sono più serena. Nonostante la mia impazienza, che rimane ma è domata.

Certo, ogni tanto parte il film dell’insoddisfazione, c’è sempre un motivo, ma quando succede, ora, è più un cortometraggio che una soap opera! E guardo al futuro con occhi diversi.

Mi confondo nella folla.

Non sono mai stata una pecora, nel senso che non ho mai seguito nessuno e ho sempre fatto di testa mia, nel bene o nel male.

Non c’è dubbio, però, che nei miei periodi di massima “grassezza” non passavo inosservata, tanta era l’abbondanza.

Ma ora che mi sono “ristretta”, sono una qualunque.

Cosa cambierà oggi?

Le finanze, soprattutto.

Già, perchè ho raggiunto l’età consentita per accedere a dei fondi pensionistici. Questo mi permetterà di saldare i conti in sospeso e mettere fine a quel passato; ma soprattutto, spero, mi darà la possibilità di acquistare casa, tramite uno degli schemi governativi.

Infatti, dopo anni passati in affitto, per motivi vari, il desiderio più grande è quello di avere di nuovo quattro mura che posso chiamare mie.

Mi consentirà, inoltre, di poter programmare la chirurgia estetica per eliminare la pelle in eccesso e completare la mia trasformazione fisica e, da ultimo, una tanto sospirata vacanza.

 Oggi ho 55 anni.

Sorrido alla vita!

Non so come e quando sia successo, ne avevo 25 solo l’altro giorno.

In ufficio, nel nostro team, sono la più anziana; vicino a me siede la più giovane, che di anni ne ha solo 21 e potrebbe essere mia figlia! Ricordo benissimo quando ero io al suo posto e questa inversione di ruoli ancora mi sorprende.

La mia età anagrafica non corrisponde a quella che mi sento.

Ho ancora la curiosità, la voglia di fare e sperimentare dei giovani; ho ancora traguardi lavorativi che voglio raggiungere. Soprattutto, ho due figli – una ragazza di 17 anni ed un ragazzo di 11 – da crescere e con i quali condividere ancora tanta strada.

Rimane il fatto che, ad un certo punto, dovrò fare i conti con la mia età, i limiti che porrà e le convenzioni sociali: fino a che età potrò lavorare? E con il mutuo, come si fa? O come pagherò l’affitto? E a guidare?

Ma per ora non ci penso.

Oggi celebro me: vivo finalmente la vita che voglio ed ho intenzione di godermela fino in fondo.

 

 

 

5 commenti
  1. Giulia - Giappone
    Giulia - Giappone dice:

    Carissima Elena, eccomi finalmente a poterti fare un commento anche sul blog.
    Ribadisco i miei complimenti per il lungo percorso e la pazienza avuta.
    Io avevo meno chili da perdere e ho fatto il tutto con palestra e regime alimentare bilanciato, ma so cosa significa andare incontro ad una perdita di peso, vedere i cambiamenti e agire di conseguenza. Ci vuole molta pazienza e tanta forza di volontà.
    È bello leggere che, nonostante alla tua età molti si comportino come se fossero ormai alla fine (bah, ti giuro che ho amici che si sentono con “un piede nella fossa” già dal loro 23esimo compleanno. Valli a capire), tu invece abbia ancora tanta energia, progetti che vuoi cominciare altri da portare avanti. Hai ancora tempo, hai ancora forze, e con impegno sono sicura che raggiungerai i tuoi obiettivi.
    Un abbraccio grande e… al più tardi arrivo a Londra il 4 Ottobre. Ci prendiamo un te’ insieme, vero? 😉

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi