Vita nel Campus Universitario di Saskatoon, Canada

E’ iniziato un nuovo anno accademico presso l‘ University of Saskatchewan. E’ il momento dell’anno che preferisco perchè il giardino del campus è ancora più bello, tinto di quel verde brillante quasi irreale, adornato da aiuole colorate, così geometricamente perfette.

Giardinieri ed operai hanno lavorato costantemente per due intere settimane per rendere tutto impeccabile. La città si ripopola di studenti provenienti da tutto il mondo che riempiono le stradine del campus, letteralmente una “città dentro la città”. Girano alla scoperta della nuova vita che li attende ancora un po’ spaesati, trascinando pesanti trolley; sorridono ancora ignari del lungo e gelido inverno che di lì a poco li attenderà.

L’università del Saskatchewan  è un’università canadese pubblica, fondata nel 1907 che conta oggi circa 26.000 studenti tra le varie facoltà e dipartimenti, offrendo più di 200 diversi programmi. Il campus si trova a Saskatoon, città universitaria immersa nelle desolate e fredde praterie canadesi. E’ un’università di ricerca che opera in diversi campi quali quello medico, veterinario e dell’agricoltura. Non è certamente un’università famosa come UBC a Vancouver o McGill a Montreal ma è comunque un’università che a mio parere ha fatto e sta facendo molto nel campo della ricerca; è qui per esempio che nel 1951, i primi ricercatori al mondo hanno trattato con successo i malati di cancro usando la radioterapia al cobalto-6. Ed è qui che si trova l’unico sincrotrone presente in Canada che richiama ricercatori e scienziati da tutto il mondo intenti a compiere ricerche in campo fisico.

Di seguito troverete descritti alcuni aspetti e curiosità della vita in questo campus universitario; in particolare tali aspetti riguardano i molteplici servizi offerti a studenti e  ricercatori. Buona lettura!

  • Criteri per l’ammissione

L’ammissione all’ università per gli studenti internazionali prevede il raggiungimento di alcuni criteri che variano a seconda del percorso di studi scelto; per il Master ad esempio tali parametri prevedono un buon voto dall’università di provenienza, tre lettere di referenze ed il superamento di un certo livello nell’esame di inglese. Le certificazioni accettate sono IELTS Academic o TOEFL. L’esame di lingua inglese richiede non solo una buona conoscenza della lingua ma  la capacità di scrivere, argomentare, comprendere testi accademici caratterizzati da un lessico specifico e scientifico.

  • Organizzazione dei corsi di studi

La laurea di primo livello (bachelor) dura quattro anni, un anno in più rispetto all’Italia; la scuola superiore canadese però dura un anno in meno.  La laurea specialistica invece segue un percorso di due anni come in Italia e viene chiamata Master, da non confondersi con i Master italiani che sono corsi post-laurea.  Il Master in alcuni casi si può distinguere  in course based e thesis based; nel primo caso lo studente  deve sostenere un numero più alto di esami ed al termine un capstone project, una tesi di tipo bibliografico (literature review). Nel secondo caso invece gli esami da sostenere sono di un numero minore ma lo studente svolge una tesi di ricerca. Il percorso di ricerca segue molteplici tappe, attraverso varie commissioni di valutazione, per poi concludersi con la discussione della tesi, thesis defence. Il Master deve essere  terminato in un massimo di cinque anni.  In più l’università propone specifici corsi per ottenere determinati certificati ed abilitazioni post-laurea. Infine il dottorato di ricerca che dura un minimo di quattro anni e che prevede il superamento dei seguenti esami:  al termine del primo anno il qualifying exam, al termine del secondo anno il comprehensive exam ed infine la thesis defence.

  • Professori e differenze culturali

I professori, provenienti un po’ da tutto il mondo, mostrano professionalità e disponibilità verso gli studenti con i quali hanno un rapporto più informale rispetto all’università italiana. La didattica è un punto estremamente importante per l’università canadese. I professori ricevono valutazioni da parte di osservatori esterni e dagli stessi studenti alla fine di ogni corso; ottenere un buon risultato nell’ambito dell’insegnamento è tra i requisiti  richiesti ai professori in quanto anche da questo dipenderà la loro valutazione finale, necessaria per un avanzamento di carriera o per un aumento di stipendio. Inoltre a ciascun studente è assegnato un advisor, professore al quale poter far riferimento durante il percorso universitario per consigli e suggerimenti.

Preparatevi durante le vostre interazioni a fare i conti con alcune differenze culturali. Un esempio è il modo in cui i canadesi esprimo un feedback negativo, ironicamente ribattezzato da molti “metodo sandwich”: i canadesi  inizieranno sempre descrivendo un punto positivo a vostro favore per poi, successivamente, introdurre il giudizio negativo, la parte più corposa del discorso. Infine, termineranno con un altro rinforzo positivo. A tal proposito vi consiglio un libro a mio parere utile ed estremamente interessante “The culture map: Breaking Through the Invisible Boundaries of Global Business ” di Erin Mayer. L’autrice, attraverso la sua ricerca, descrive diversi comportamenti umani relativi a contesti lavorativi e non, analizzando accuratamente le differenze fra le varie culture, identificando e spiegando le radici di tali incongruenze. Indovinate un po’: in molte categorie italiani e canadesi si posizionano all’estremo opposto.

  • Costo dell’università

Il costo dell’università canadese varia a seconda del rank dell’università stessa. In generale è sicuramente molto più alto rispetto alle università italiane e le tasse non sono in base al reddito. Il costo del Bachelor è molto alto rispetto a quello del Master; le  facoltà più costose a Saskatoon sono quelle di medicina ed odontoiatria : un mutuo praticamente. Per gli studenti internazionali il costo è più elevato rispetto agli studenti canadesi o permant resident, circa il doppio (valore medio delle tasse per studenti di Bachelor e Master).

Troverete molti studenti canadesi che frequentano il Bachelor e più studenti stranieri che frequentano il Master. Il è anche legato ad un diverso sistema di mercato del lavoro; una volta concluso il Bachelor gli studenti hanno infatti ottime possibilità di trovare un lavoro ben retribuito; esistono studi statistici in merito che mostrano dati reali di investimento/profitto legati a ciascuna tipologia di laurea. Molti degli studenti canadesi inoltre scelgono dopo la laurea di iniziare a lavorare per restituire l’eventuale prestito ricevuto  per le tasse universitarie che qui è molto comune e, solo successivamente, iscriversi al Master.

In merito agli studenti internazionali  e al pagamento delle tasse, esistono numerose borse di studio sia per il master che per il dottorato di ricerca. A questo si aggiunge la possibilità di poter lavorare come teaching assistant o svolgere altri lavori all’interno e all’esterno del campus. Gli studenti universitari internazionali ottengono anche un visto che permette loro di poter lavorare part-time; aspetto da non sottovalutare in un paese come il Canada che ha rigidissime leggi in fatto di immigrazione e visti. Detto questo il consiglio è di fare bene i conti sul costo della vita e sul cambio dollaro canadese-euro prima di partire. Il prezzo degli alloggi per esempio varia se si sceglie di vivere all’interno del campus o fuori, in case condivise o non. Studiare in Canada non è economico ma nei prossimi punti scoprirete la moltitudine di servizi offerti agli studenti e ai ricercatori nel campus universitario  di Saskatoon.

  • Centro per l’ insegnamento e l’apprendimento

Esiste un intero palazzo adibito alla didattica e all’apprendimento. Qui professori, assistenti e ricercatori di tutte le facoltà possono seguire corsi per migliorare il proprio insegnamento ed ottenere certificati. Lo scorso anno per esempio ho seguito un percorso veramente utile che comprendeva workshops su diverse tipologie didattiche rivolte agli adulti. E’ qui inoltre che vengono offerti corsi gratuiti, chiamati no-credits, aventi l’obiettivo di migliorare e sviluppare determinati aspetti e competenze, come il pensiero critico o la capacità di parlare in pubblico.

  • Career service

In questo centro troverete professionisti specializzati che vi aiuteranno nel redigere resume e cover letter in perfetto stile canadese, simulare colloqui di lavoro o indirizzarvi verso specifici mercati. Inoltre potrete seguire un percorso con un career coach che vi aiuterà a definire i vostri obiettivi professionali a breve e a lungo termine, creando un vero e proprio career planning, attraverso colloqui, test per verificare le vostre competenze e la vostra personalità.

  • Centro linguistico dell’ateneo

Esiste un intero palazzo adibito a centro linguistico dell’ateneo in cui si insegnano diverse lingue tra le quali inglese,  francese, spagnolo, italiano, giapponese e cree, la lingua parlata dagli indigeni canadesi. I corsi sono aperti a tutti, studenti universitari e non. E’ qui che vengono inoltre offerti programmi di lingua inglese di preparazione all’esame di ingresso all’università ed altri corsi per chi ha già un inglese avanzato  ma desidera migliorarne alcuni aspetti. Io, per esempio, ho seguito un corso per migliorare la pronuncia ed un altro specifico per la scrittura di articoli accademici; il livello di preparazione degli insegnanti è a mio parere veramente alto, tra i migliori che io abbia avuto modo di incontrare. Inoltre è un buon modo per creare le prime relazioni una volta arrivati e conoscere persone interessanti, provenienti da tutto il mondo. Gli studenti universitari internazionali hanno diritto a partecipare al bando per l’ottenimento di tre borse di studio per frequentare gratuitamente tre diversi corsi della durata di tre mesi ciascuno.

  • Centro per gli studenti aborigeni

L’aboriginal student center è un centro che offre servizi e programmi per tutti gli studenti, aborigeni e non.  I servizi offerti hanno l’obiettivo di salvaguardare, promuovere e sostenere la cultura aborigena. Tale aspetto risulta assai rilevante in Saskatchewan in quanto in questa provincia il 17% della popolazione ha queste origine; tra loro si differenziano diversi gruppi quali First Nations, Métis or Inuk (Inuit).Ho avuto la fortuna di partecipare alla convocation cerimony, la celebrazione della laurea di tutti gli studenti aborigeni del campus: un tripudio di costumi luccicanti e multicolori, il suono incessante dei tamburi e la melodia dei canti tradizionali, tra balli festosi che sembravano non finire mai. Una bellissima esperienza!

  • Le associazioni e gli eventi nel campus

Esistono numerosissime associazioni nel campus alle quali poter far riferimento o alle quali poter prendere parte come associati o volontari; dipende dai vostri interessi e dalle vostre attitudini. Il centro per gli studenti internazionali per esempio è un importante luogo di aggregazione all’interno dell’università che organizza diversi eventi a scopo ricreativo per gli studenti internazionali e non, offrendo inoltre  consulenze gratuite su immigrazione, permessi di lavoro ecc.

In totale le associazioni nel campus sono circa 130! Queste spaziano da associazioni che riguardano la difesa dell’ambiente ad associazioni come la LGBTQ2 (lesbian, gay, bisexual, transgender, queer, two-spirited) in difesa dei diritti dell’orientamento sessuale.  Potrete inoltre partecipare a numerosi eventi all’interno del campus quali mostre, concerti nei diversi ristoranti e pub, presentazioni di libri e film.

Ultimamente ho avuto la fortuna di assistere ad un evento che mi ha appassionato tanto: il TEDTalk che  si è svolto circa due mesi fa. Otto ore di pura gioia per il mio cervello!

  • Benessere mentale e fisico

I numerosi servizi messi a disposizione per gli studenti tuttavia non hanno solo l’obiettivo di guidarli verso il raggiungimento di ottimi risultati accademici. Al centro di tutto infatti è posto lo studente ed il suo benessere fisico e mentale, in una visione olistica dell’individuo. Nel campus si trovano due bellissime palestre attrezzate dove si svolgono corsi di fitness di ogni tipo e dove si possono praticare numeri sport di squadra; tra questi football americano e lacrosse, uno degli sport nazionali in Canada, insieme al più celebre hockey sul ghiaccio. Troverete inoltre medici, dentisti, fisioterapisti, massaggiatori; potrete inoltre usufruire dell’aiuto di psicologi, counselor, medici specializzati in disturbi dell’alimentazione. Ed ancora, potrete prendere parte ad incontri di meditazione, print-therapy o pet-therapy.

  • Ricerca accademica

Frequentare l’università del Saskatchewan significa avere la possibilità di fare ricerca. Anche in campo educativo. Provenivo da un mondo universitario, quello italiano, in cui la ricerca in questo campo è piuttosto debole perchè spesso non si  dispone di fondi sufficienti o si tende a “privilegiare” l’ambito scientifico.

Il mio percorso all’università del Saskatchewan è iniziato un anno fa con il master in Educational Administration e, dopo qualche mese, ho ottenuto il mio primo incarico di ricerca come research assistant nel campo della leadership educativa.  La mia boss è una professoressa originaria del Kenia, un vero cervello di donna, estremamente esigente, dai vestiti multicolori ed un’ energia contagiosa. Lo studio riguarda in particolare i presidi canadesi ed i EAL newcomers, immigrati che parlano inglese come seconda lingua. La ricerca si sviluppa attraverso la rilevazione di dissonanze cognitive e barriere culturali; l’obiettivo finale è quello di ottenere informazioni necessarie per la creazione di programmi di formazione per i presidi. Tali programmi avranno l’obiettivo di gestire e migliorare  tali relazioni, in modo opportuno ed utile.

In un momento storico dove un po’ ovunque è alto il livello di intolleranza e violenza verso coloro che sono considerati da molti “nemici perché diversi”, il trovarmi in un paese che ha scelto di investire nel senso opposto mi rende serena e orgogliosamente felice.

Buon anno accademico a tutti. Ovunque voi siate.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi vuoi